Google+

Egitto, il generale Al Sisi si dimette dall’esercito e si candida alle presidenziali: «Difenderò la nazione»

marzo 27, 2014 Redazione

L’annuncio ieri alla televisione di Stato. Intanto il vescovo copto-cattolico di Assiut critica la condanna a morte di 529 membri dei Fratelli Musulmani

Il generale Abdel Fatah Al Sisi si è dimesso dall’esercito e ha annunciato ufficialmente la sua candidatura alle prossime elezioni presidenziali in Egitto, che dovrebbero tenersi il mese prossimo. Parlando ieri sulla televisione di Stato, il militare ha annunciato che «svestirò l’uniforme per difendere la nazione»: «Ho speso tutta la mia vita come soldato per il bene del paese. Ora vi annuncio che intendo correre per la presidenza dell’Egitto e il vostro appoggio mi onorerà».

IL RUOLO DEL POPOLO. Al Sisi ha affermato che l’Egitto «è minacciato dai terroristi» e a chi lo accusa di colpo di Stato per aver dimesso dalla carica il presidente dei Fratelli Musulmani Mohamed Morsi l’estate scorsa ha risposto: «Non sono stati l’esercito o le forze politiche a deporre gli ultimi due regimi: è stato il popolo».
Al Sisi gode del favore della maggior parte degli egiziani. A gennaio, il referendum popolare sulla nuova Costituzione che ha modificato quella degli islamisti, considerato un voto sulla persona del generale, ha ottenuto oltre venti milioni di schede favorevoli con un’affluenza del 38,5% contro il 33% del referendum della Fratellanza del 2012.

CHIESA CONTRO CONDANNA A MORTE. Intanto il vescovo copto-cattolico di Assiut ha criticato pubblicamente la condanna a morte di 529 membri dei Fratelli Musulmani: «La Chiesa è contro la pena di morte. Dal punto di vista della coscienza cristiana, la condanna capitale non può mai rappresentare la strada per risolvere i problemi in modo giusto».
Monsignor Kyrillos William ha poi specificato a Fides che la condanna non è definitiva e bisogna attendere il parere del Gran Mufti d’Egitto: «Molti dubitano che il Gran Mufti confermerà le condanne. Già in altre occasioni i giudici che hanno emesso la sentenza si erano distinti per aver comminato pene durissime. In molti chiedono che siano prese pene esemplari contro le violenze settarie. Ma la pena di morte non può rappresentare la soluzione».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi