Google+

Egitto: comico prende in giro in tv il presidente islamico “Super Morsi”. Ora è sotto indagine

gennaio 2, 2013 Leone Grotti

L’accusa da cui dovrà difendersi il popolare comico Bassem Youssef è di avere «minato la reputazione» del presidente egiziano Mohamed Morsi durante uno dei suoi show televisivi. Anche un giornale è stato denunciato.

Un famoso comico egiziano è stato formalmente accusato e si trova ora sotto indagine per avere insultato Mohamed Morsi. L’accusa da cui dovrà difendersi è di avere «minato la reputazione» del presidente egiziano durante uno dei suoi show televisivi.

“SUPER MORSI”. Bassem Youssef è un dottore diventato famoso in Egitto perché dopo la caduta di Mubarak ha cominciato a pubblicare su Youtube filmati satirici sui politici. In poco tempo, un canale satellitare privato gli ha fatto fare il grande salto sul piccolo schermo, dove conduce uno show televisivo tre volte alla settimana. Quando Morsi, presidente dei Fratelli Musulmani, ha deciso di accentrare tutti i poteri dello Stato nelle sue mani, guadagnandosi a tutti gli effetti il nome di «dittatore» e «nuovo Faraone», Youssef lo ha preso in giro in più di una puntata chiamandolo “Super Morsi” e parodiando i suoi discorsi pubblici. I Fratelli Musulmani non hanno gradito e un avvocato islamico lo ha denunciato. Ora Youssef è sotto indagine, anche se il suo caso non è ancora stato tradotto in tribunale. Molti attivisti però temono che questa possa diventare la prassi e che la Costituzione, entrata in vigore a fine dicembre, danneggi la libertà di espressione e di stampa.

GIORNALE DENUNCIATO. A dare adito a tali dubbi ci ha pensato lo stesso entourage del presidente Morsi, che ieri ha denunciato il giornale al-Masry al-Youm (che al pari di molti altri si era battuto per la libertà di stampa e contro la Dichiarazione costituzionale di Morsi) perché avrebbe «messo in circolazione notizie che disturbano la quiete e la sicurezza pubblica e danneggiano il governo». Il motivo per cui il giornale è stato denunciato è la diffusione di una notizia, dove venivano citate «fonti ben informate», secondo cui Morsi avrebbe dovuto visitare lo stesso ospedale dove è ricoverato Mubarak. La notizia è stata poi aggiornata: la visita era stata cancellata, mentre la moglie di Morsi avrebbe visitato un parente ammalato. Ma l’indiscrezione è valsa lo stesso una denuncia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. EP says:

    Dittatura al potere grazie all’occidente (Italia compresa): chi non si accoda si spazza via. Hanno sempre funzionato così i regimi.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download