Google+

Eastwood al Super Bowl: «Quel che è vero per le squadre è vero per tutti noi»

febbraio 7, 2012 Benedetta Frigerio

Il grande attore nello spot della Chrysler al Super Bowl instaura un parallelo tra il football e la partita che sono chiamati a giocare i cittadini americani: «Ci siamo messi insieme e ci siamo rimessi a combattere. Ci sono momenti duri in cui la nebbia oscura la luce che sta oltre. Ma dopo queste tribolazioni, l’America è sempre ripartita da ciò che è giusto».

Il Super Bowl, vinto a fine match dai New York Giants, in una partita equilibrata ma incerta è l’emblema di un’America che sta ritrovando il suo volto: quello della possibilità per tutti di ricominciare, non da soli ma insieme come fu per i padri fondatori. Senza magie, ma con una strada da percorrere. Questo è anche il messaggio degli spot televisivi più attesi, trasmessi durante la finale seguita dall’intera nazione. Un messaggio ancor più atteso nell’anno delle elezioni presidenziali e di una profonda crisi, cominciata esattamente nel 2008, durante la nomina di Barack Obama alla Casa Bianca. Allora le speranze erano molte, le pubblicità trionfalistiche, quasi messianiche. Questa volta le più significative sono diverse. Trattengono il meglio degli Usa abbandonando, però, eccessi e alchimie, mantenendo sempre quel fondo di speranza che caratterizza l’animo americano, ma con un realismo rinnovato.

Emblematico in questo senso è lo spot di Chrysler. L’azienda automobilistica che nel 2011 è tornata per la prima volta, dal 1997, in utile netto. L’amministratore delegato Chrysler-Fiat, Sergio Marchionne, presentando la pubblicità l’aveva definita come «non convenzionale», rappresentante «lo spirito di quello che Chrysler è oggi, come vediamo il nostro ruolo nella società, la nostra passione e il nostro amore per questo paese».

Ieri sera a narrare il modello Chrysler c’era Clint Eastwood. L’attore ha instaurato un parallelo tra il football e la partita che sono chiamati a giocare i cittadini americani: «È il fine primo tempo, entrambe le squadre negli spogliatoi discutono su come vincere la partita. È fine primo tempo anche per l’America». Il riferimento è a chi è fermo, ai «lavoratori che si chiedono come faranno… Siamo tutti impauriti», ammette l’attore, spiegando che Detroit ne sa qualcosa. L’azienda che «ha quasi perso tutto», ha trovato però la via per rialzarsi: «Ci siamo messi insieme – prosegue Eastwood – e ci siamo rimessi a combattere. Ci sono momenti duri in cui si stenta a comprendersi a vicenda… in cui la nebbia oscura la luce che sta oltre. Ma dopo queste tribolazioni, l’America è sempre ripartita da ciò che è giusto».

Le immagini che scorrono sono quelle dei pompieri dell’11 settebre, di una famiglia e di bambini neri che vanno a scuola con i bianchi. «Abbiamo sempre trovato una via nuova nei momenti duri». Intanto appare un famiglia in macchina. Non ha nulla a che vedere con quelle del Mulino Bianco: un uomo, una donna e una ragazzina a bordo hanno il volto pensieroso, ma guardano avanti. Eastwood commenta che «quello che importa è come andremo avanti. Come possiamo metterci insieme per vincere». Perché «quello che è vero per le squadre è vero per tutti noi», dice l’attore mentre sullo sfondo appaiono una serie di automobili lucenti in fila. «Sì – conclude grave Eastwood – questo è il fine primo tempo dell’America. Il secondo tempo sta per cominciare».
Twitter: @frigeriobenedet

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.