Google+

E se Tom Cruise fosse stato Iron Man?

gennaio 25, 2013 Paola D'Antuono

 Uno dei film più conosciuti e amati degli ultimi vent’anni, Titanic, ha lanciato due attori, allora giovanissimi, avviandoli verso una carriera spumeggiante. Ma in realtà, almeno nella fase iniziale dei casting, James Cameron aveva pensato Gwyneth Paltrow per la parte della ribelle Rose, mentre Jack avrebbe dovuto avere le fattezze di Matthew McConaughey. Come sappiamo […]

 Uno dei film più conosciuti e amati degli ultimi vent’anni, Titanic, ha lanciato due attori, allora giovanissimi, avviandoli verso una carriera spumeggiante. Ma in realtà, almeno nella fase iniziale dei casting, James Cameron aveva pensato Gwyneth Paltrow per la parte della ribelle Rose, mentre Jack avrebbe dovuto avere le fattezze di Matthew McConaughey. Come sappiamo non andò così e la pellicola lanciò i due giovani attori nell’Olimpo delle star di Hollywood. Ma Titanic non è certo l’unico caso in cui le “seconde scelte” regalarono interpretazioni memorabili causando l’invidia di chi aveva rifiutato il ruolo.

CLARICE. Successe anche nel caso di Forrest Gump, il capolavoro di Robert Zemeckis con Tom Hanks. Per interpretare l’uomo dal cuore d’oro e dall’intelligenza non proprio spiccata si era pensato a John Travolta, ma poi fu Hanks a spuntarla e a vincere un Oscar. Michelle Pfeiffer, invece, rifiutò il ruolo di Carlice Starling, l’agente dell’Fbi che da la caccia a Hannibal Lecter ne Il silenzio degli innocenti, perché riteneva che il copione del film di Demme fosse troppo violento. E non si sbagliava, ma la performance di Jodie Foster fu un trionfo, premiato con un Golden Globe e un Oscar.

IRON TOM. Di Tom Selleck e della sua mancata partecipazione a Indiana Jones si è parlato molto, mentre in pochi sanno che Jack Nicholson fu scelto solo in seconda battuta per il ruolo di Shining, che fu offerto a Robin Williams. L’attore però a quel tempo preferiva dedicarsi alla commedia e per questo motivo non accettò la parte. Evan McGregor, invece, qualche anno fa si trovò davanti a una scelta difficile: girare Matrix o vestire i panni di Obi-Wan Kenobi in Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma? Sappiamo tutti com’è andata a finire e Keanu Reeves ancora ringrazia. Chissà se Tom Cruise si è pentito di aver rifiutato il ruolo da protagonista in Iron Man, andato poi a Robert Downey Jr. Il film è stato un successo planetario e ha dato via ad altri due capitoli, rilanciando alla grande la carriera di Downey Jr., che deve più un semplice “grazie” al suo celebre collega.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana