Google+

E se al posto della Gelmini ci fosse stata la Boldrini? Allora Formigli si sarebbe (almeno un po’) arrabbiato con Busi?

novembre 5, 2013 Luigi Amicone

Invece era la Gelmini. Sesso debole. E pure ex ministro Pdl. Perciò vale tutto. E pure il bullismo misantropo. Complimenti. Applausi dallo studio. Già, compagni, “se non ora, quando?”

Come succede in questi casi, lo spezzone video in cui Aldo Busi aggredisce verbalmente Maristella Gelmini («ma chi è questa qua»; «taccia»; «vada a lavorare») è già in circolo su tutti i siti. Probabilmente ritroveremo la notizia sui giornali, sceneggiata e rubricata in cronaca come curiosità di costume.

Sia come sia, è un fatto che l’esponente berlusconiana ha dovuto subire le ingiurie di un nervoso scrittore che fa sempre molta fatica a stare al proprio posto. E che in televisione usa portare spesso quella sua bella verve atteggiata tra l’arrogante e il minaccioso. E non è la prima che si distingue per la sua letteraria lingua ispirata alla tolleranza («vada via, via, via») e al testosterone («non rompa i coglioni»).

Però un Conduttore unico delle coscienze come fa a sopportare? Come ha fatto Carlo Formigli a portare cotanta croce standosene zitto zitto? Come ha fatto a non indignarsi almeno un po’? Come mai, a un così giovane esemplare di giornalismo manipulito, non gli è venuto lo scatto di reni femminista e non ha bacchettato il coniglio mannaro? E com’è che neanche l’abc della buona educazione ha meritato le difese di una trombetta della moralizzazione universale? E se al posto della Gelmini ci fosse stata la Boldrini? Come ne usciva la Piazza Pulita da un caso che poteva essere rubricato come “femminicidio in effige”?

Quanto a Aldo Busi, si capisce, fosse stato anche solo un mezzo omofobo, gli avrebbero subito tolto l’audio. E in un attimo l’avrebbero consegnato al social network delle volanti Lgbt. Invece era la Gelmini. Sesso debole. E pure ex ministro Pdl. Perciò vale tutto. Vale l’eterofobia. E pure il bullismo misantropo. Complimenti. Applausi dallo studio. E avanti con l’altra metà del cielo. Già, compagni, “se non ora, quando?”

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

29 Commenti

  1. Luca scrive:

    Ma come fa Mariastella ad andare ad un confronto con questo sottospecie di scrittore?
    Sarà stata una trappola?

  2. Emanuele scrive:

    Signor Amicone, gli italiani onesti e che pagano le tasse si trovono sempre ingiuriati da Berlusconi e da gente come la Gelimini. Presente i famosi 300milioni di tasse evase?
    Ha presente la battuta infelice sul traforo della gelmini?
    Qui non si tratta di omofobia o altro perché poi il conduttore ha cercato di fermare Busi.
    Quindi signor Amicone invece di fare il moralista guardi un pò cosa combinano in casa PDL.

    • Luca scrive:

      Battuta infelice sul traforo della Gelmini, quale sarebbe quella dei neutrini più veloci della luce ? Ma lei lo sai che dopo tanto baccano gli scienziati avevano sbagliato i calcoli e nulla sinora ha mai viaggiato più veloce della luca, per cui possono sbagliare gli scienziati e non è consentito ad una laureata in giurisprudenza un minimo di ignoranza in fisica delle particella? Lo sa che a Giurisprudenza si fa solo legge, nemmeno l’ormbra di esami di fisica e chimica.

    • beppe scrive:

      emanuele, sguattero di debenedetti, taci e vai via, vai via,vai via.

    • ftax scrive:

      Ma quello che combinano per errore in casa PDL non è paragonabile nemmeno lontanamente al male che perseguono scientemente i compagni di merende di Busi…

    • gianni scrive:

      Quando si presentano i ministri del pdl dovrebbero star zitti e non predicare sempre che le tasse bisogna pagarle , insegnare come si deve fare ecc.ecc. il loro padrone e’ un’evasore fiscale di primi piano , percio’ ZITTI e andate meno in televisione , tanto dite solo cazzate.

  3. francesco taddei scrive:

    i giornalisti televisivi sono quasi tutti orientati a sinistra, sia alla rai che a la7 e hanno la solita aria di superiorità morale che viene da lungo tempo. ma il pdl non fa nulla per essere rispettabile.

  4. Mappo scrive:

    A proposito della famigerata gaffe della Gelmini citata da Emanuele, cme mai nessuno si degna di ricordare che quella battuta non fu mai pronunciata dalla Gelmini, ma dal suo portavoce? E a che dovrebbe servire un portavoce se i commenti glieli dovesse preparare il ministro in persona? Forse che a qualche altro uomo o donna in politica si continui a rinfacciare da anni una gaffe pronunciata non da lei, ma da un’altra persona.

    P.S. da italiano onesto e che ha sempre pagato le tasse non mi sono mai sentito ingiuriato da Berlusconi o da gente come la Gelmini ma piuttosto da quel mucchio di cialtroni depositari del vero che discettano dalle pagine di Repubblica, del Fatto Quotidiano o di Micromega.
    Quanto poi ai trecento milioni di tasse evase Emanuele probabilmente fa un po’ di confusione addebitando a Berlusconi le evasioni fiscali di De Benedetti.

  5. Enrico scrive:

    Tipica sceneggiata della “minoranza rumorosa”, fans compresi. Più parlano e più si sputtanano.

  6. Luca scrive:

    Poco male, la battaglia dello share è stata vinta da Del Debbio su Rete4, Formigli sempre più in basso

  7. Gmtubini scrive:

    Il fatto saliente di questa vicenda, a parer mio, è che la credibilità dei nostri politici è caduta così in basso che anche il più cialtrone dei cialtroni si sente autorizzato, e per di più con tanto di applausi della bovina claque, a inveire tanto smodatamente e sconclusionatamente contro un (ex) ministro della Repubblica.
    Chi semina raccoglie, verrebbe da dire.
    Per il resto, sebbene la considerazione del direttore sulla faccenda in oggetto sia largamente condivisibile, bisogna riconoscere che la constatazione dell’esistenza della schizofrenica doppia morale dei sinistrati, di per sé, equivale alla scoperta dell’acqua calda, altro che neutrini!

  8. poveritalia scrive:

    Beh, Amicone, paragonare la Gelmini alla Boldrini!!!
    Non è questione di PDL o altro, è che le loro storie sono ben differenti.
    Boldrini ha una storia di assistenza ai più deboli a livello internazionale.
    So che ci sono “Cattolici” che storcono il naso alle parole solidarietà e fratellanza, però c’ è ancora chi ci crede.
    La Gelmini è ricordata per essere stata un mediocre Ministro del’ Istruzione prima e Avvocato d’ Ufficio di Berlusconi poi.
    Ma probabilmente a voi tanto basta.

  9. Blueiron scrive:

    Busi è un meschino! Buono per trasmissioni adatte al popolo bue della sinistra.

  10. giuseppe scrive:

    Ma ancora parliamo di un invertebrato come aldo busi fallito in ogni campo pseudo scrittore illegibile incapace di far leggere un suo libro anche a sua madre.

  11. poveritalia scrive:

    Busi perlomeno danni non ne fa, dato che nessuno è mai stato obbligato a leggere i suoi libri.
    La Gelmini (quella che frequentava l’ Università a Brescia e dava gli esami a Reggio Calabria, perché laggiù erano più di manica larga, quella giusta per il Ministero del’ Istruzione) se la sono cuccata per qualche anno milioni di Studenti e Insegnanti.

  12. Max scrive:

    Il motive è semplice. Ai sinistrini è permesso tutto; agli omo pure. Quello ha una crisi isterica e invece di essere accompagnato alla porta (o perlomeno togliergli l’audio) gli fanno pure l’applauso; e il conduttore fa lo … struzzo. Sullo stesso piano dell’Annunziata, stipendiata RAI, che offende 10 milioni di connazionali e seguita a condurre la sua trasmissione. E meno male che si dichiarano DEMOCRATICI E PROGRESSISTI (MEGA-MAIUSCOLO!!!). Evviva la libertà DI PENSIERO … ma solo se UNICO, e allineato a sinistra, naturalmente!

    • svevo scrive:

      Amicone!!! Ma che sta dicendo? Busi è ‘sessista’ adesso?? Ha detto quello che almeno 40 milioni di italiani pensano! La Gelmini è una vergogna per l’Italia, e ha anche la petulanza di difendere un’altra soggettona come la Cancellieri! Ma tu fai come vuoi, sicuramente il problema adesso è DONNE CONTRO GAY, mica POTERE CONTRO CITTADINI!

  13. svevo scrive:

    Busi ha trattato la Gelmini come si meritava, né più ne meno. Anzi, direi che rispetto all’opinione che gli italiani hanno dei loro politici, è stato fin troppo gentile di fronte alla sua pantomima.

  14. Gianni scrive:

    Non sono un appassionato di Aldo Busi né condivido le sue opinioni. Ma quando una persona prende a calci (virtuali) una scatola vuota (reale) non posso che non essere d’accordo.

  15. Samuele scrive:

    Articolo patetico fatto giusto per avere visibilità.Infatti ha ottenuto il retweet della gelmini…

  16. TitoAndronico scrive:

    Quanto amo il mio paese, Italia paese delle sfumature, dei profumi e dei sapori che ti confondono.
    Un paese talmente bello che un ultrasettantenne che chiama in questura, abusando del suo potere,per far liberare una ragazza imputata di furto,che aveva avuto rapporti sessuali con lui quando era ancora minorenne si può felicemente e semplicemente mettere sullo stesso piano di una signora,un ministro con una rispettabile e lunga carriera limpida a servizio dello stato, che chiama un amica di famiglia, e senza far pressioni si limita a chiedere che si tenga conto delle condizioni della suddetta detenuta.
    Il ministro ha sbagliato e deve chiedere scusa ma Berlusconi deve essere condannato,non perchè Berlusconi è un politico scomodo, ma come sfruttatore che ha abusato del suo potere nel tantivo estremo di nascondere uno dei suoi tanti peccattucci.
    La questione etica in politica non si può semplicemtne sorvolare con un retorica da ettola simile a quella della Gelmini.

  17. Max scrive:

    Televisione spazzatura.
    I conduttori una volta venivano chiamati “moderatori”. Oggi dovrebbero essere chiamati “aizzatori”.
    Quando succeddono questi battibecchi da osteria cambiare subito canale.

  18. jerry scrive:

    Sig. Emanuele, quando parteciperà a qualche festa dell’Unità, chieda se gli rilasciano lo scontrino…una procura sta indagando su queste feste in cui non viene emesso uno scontrino fiscale e alla faccia di “paghiamo le tasse”. E si parla di almeno 4 milioni di euro evasi…quindi evitiamo di fare i facili moralisti, quando il marcio sta anche nella sua parte…non parlo anche della segretaria di Bersani….il problema è che il marcio è ovunque. Ed è questo il punto di partenza…i partiti sono fatti da uomini e quindi….il seguito glielo lascio a Lei. Le auguro una buona serata.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana