Google+

E di nuovo sarà dappertutto un biancofiore, simbol d’amore!

giugno 10, 2017 Pietrangelo Buttafuoco

Chi si piglia la francese, chi si piglia la spagnola ma non è francese, non è spagnolo il destino delle urne. C’è dunque l’eterno Ragna-Rock elettorale e tutto questo ritorno è tedesco

Torna la Prima Repubblica, torna la Balena bianca. Col sistema proporzionale si sveglia l’Italia dei campanili, delle distinte identità e dei territori il cui mare grande sarà il popolarismo dei vecchi fusti: da Ciriaco De Mita a Romano Prodi, da Rosy Bindi a Paolo Cirino Pomicino e sarà dappertutto un biancofiore, simbol d’amore!

Torna lo Scudo crociato, torna “libertas”. Per il Professore di Bologna, sempre profondo nelle sue analisi, nel Pd, per quel che gli riguarda, ci si sta con una tenda canadese, pronta a essere spostata laddove Matteo Renzi fa quel che vuole (e ciò che veramente vuole è starsene accucciato a Silvio Berlusconi). Per la Bindi, presidente della commissione nazionale antimafia, i democratici sono alla fine e Renzi, attuale leader del Pd, sta inseguendo solo la sua convenienza – ma no? – e non quella dell’Italia.

Chi si piglia la francese, chi si piglia la spagnola ma non è francese, non è spagnolo il destino delle urne. C’è dunque l’eterno Ragna-Rock elettorale e tutto questo ritorno è tedesco e Paolo Cirino Pomicino, richiamato in servizio da Ciriaco De Mita, giustamente si chiede: «Perché a Berlino non esiste un partito dal nome “Forza Germania”?». Già, perché?

Tutto si squaglia ma qualcosa quaglia. A Napoli, per ordine di Nusco, capitale della Magna Grecia nonché polis eterna della Balena bianca, sotto lo sguardo vigile di De Mita, si sono riuniti venerdì i democristiani d’antico pelo. Pregustano il ritorno dei bei tempi aggiornando – oltre ai combattenti e reduci, dunque oltre ai Lorenzo Cesa, Marco Follini e Bruno Tabacci – un vero e proprio tridente invincibile di moderati con Raffaele Fitto, Stefano Parisi e… Angelino Alfano. Il mai domo Giuseppe Alberto Falci, cronista numero uno, raccoglie per la Stampa una dichiarazione di Gerardo Bianco: «Il popolarismo ha un potenziale enorme ma servirebbe un Macron italiano». Ma il Macron italiano già c’è: è appunto Alfano ed è così proiettato verso il sicuro successo da averla avuta già cantata chiara, e in francese, dai suoi sostenitori per tramite di Gigi Proietti: «Nun me rompe er ca’!».

Testo tratto da “Il Salamino”, rubrica di Mix24, in onda su Radio 24

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.