Google+

Dopo il referendum: noi ci siamo, al lavoro!

dicembre 10, 2016 Associazione Esserci

Il nostro è stato un No responsabile e costruttivo: scampato il pericolo non si può stare fermi, né illudersi che tutto possa magicamente migliorare

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato dell’associazione Esserci.

Il risultato del referendum costituzionale ha premiato inequivocabilmente il No, con il oltre il 59 per cento dei voti. Si tratta di un dato interessante, di cui essere contenti. Eravamo contrari alla riforma proposta per ragioni di metodo (sua divisività), di merito ed anche per realistiche valutazioni sull’operato del governo. Soprattutto eravamo preoccupati di un disegno riformatore quale tassello di una complessiva politica nemica della vera sussidiarietà (in nome della “disintermediazione”), del federalismo e propensa a lasciare ad una minoranza la decisione su questioni decisive come quelle sulla guerra o la pace o su rilevanti temi etici e di coscienza, come il fine vita, la famiglia, eccetera.

L’esito referendario ha smentito ancora una volta (dopo Trump e la Brexit) le élites del pensiero politically correct e dei mass media; fortunatamente non ha vinto l’ideologia del “cambiamento a tutti i costi”, né hanno fatto presa i presunti ricatti dell’Europa, dei mercati, delle banche, eccetera. Ed è stucchevole sentire ancora una volta da parte di costoro il ritornello del popolo ignorante, del voto “di pancia” e del “populismo” dilagante! Si tratta, invece, di capire che il “senso comune” ha solide ragioni e pure una certa “protesta” va compresa, non solo disprezzata.

Il nostro è stato un No responsabile e costruttivo: scampato il pericolo non si può stare fermi, né illudersi che tutto possa magicamente migliorare. Siamo consapevoli che qualche riforma sia necessaria, perciò rilanciamo l’idea di una prossima legislatura Costituente, con il coinvolgimento di tutte le forze presenti nel paese. Occorre ripartire ancora una volta dalle ragioni della società civile capace di organizzarsi, dai suoi ideali, dai suoi problemi reali e dalla capacità di fare politica sul serio, cioè responsabilmente, con continuità e senza demagogia. Perciò la formula “Più società, meno Stato” è ancora valida e la facciamo nostra una volta di più, consapevoli che essa va attuata sempre più in profondità.

Non ci tiriamo indietro, disponibili a un sostegno a personalità e forze politiche rispettose di quegli ideali “tradizionali” di pluralismo sociale ed istituzionale, che la riforma metteva inopinatamente in discussione e che ancora in troppi non considerano. 

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana