Google+

Dopo il pacco bomba a Equitalia, ce ne sarebbe un altro. Roma allertata – RS

dicembre 12, 2011 Redazione

Ieri un pacco bomba inviato alle sede di Equitalia, a Roma, dal gruppo anarchico Fai è esploso ferendo il direttore generale Marco Cuccagna, 51 anni. Ma secondo gli agenti un altro pacco bomba sarebbe stato spedito e la capitale è stata messa in allerta. Il Questore di Roma: «Cautela nell’aprire ogni tipo di corrispondenza inviata da enti sospetti»

“È rivendicato dal gruppo anarchico Fai, Federazione anarchica informale, il pacco bomba esploso all’Agenzia Equitalia. Un volantino è stato trovato all’interno del plico scoppiato in via Andrea Millevoi 10, a Roma, in zona Cecchignola, venerdì intorno alle 12.30. Sono in corso accertamenti della Digos rilievi della polizia scientifica. Il plico, recapitato via posta, era indirizzato a Marco Cuccagna, 51 anni, direttore generale della stessa agenzia per la riscossione dei tributi che aprendolo è rimasto ferito alla mano. L’uomo è stato trasportato al Sant’Eugenio. Oltre alla mano, avrebbe riportato anche delle lievi ferite al volto a causa dell’esplosione di una scrivania in vetro che era nel suo ufficio al secondo piano. Operato immediatamente, non ha riportato danni alla vista, ma la falange della mano è rotta. Una parte dell’edificio di Equitalia è stata evacuata” (Corriere).

“Sarà un Natale blindato per Roma. In allerta enti, ambasciate e uffici postali. Non sarà facile negli uffici aprire con serenità un pacco, potrebbe contenere una terribile sorpresa, un potenzialmente mortale. Il plico esplosivo nella sede di Equitalia ha lasciato il segno e ha fatto scattare l’allarme generale: il questore, il sindaco, la procura e gli investigatori hanno alzato al massimo il livello di guardia. Si parla già di obiettivi sensibili, di un rischio oggettivo per ambasciate, consolati e tutto quello che a Roma ruota intorno ai paesi nel mirino della Fai (Federazione anarchica informale), come Cile, Germania e Indonesia” (Repubblica).

“Secondo gli inquirenti un pacco bomba è ancora in giro e il questore di Roma Francesco Tagliente lancia un appello: «Ci vuole cautela nell’aprire ogni tipo di corrispondenza inviata da enti o persone non conosciuti o sospetti. Non bisogna esitare a chiamare la polizia o i carabinieri per consentire il tempestivo intervento e la verifica del contenuto». Il questore, dopo il ritrovamento del pacco bomba ieri in via Millevoi, ha sensibilizzato tutti gli uffici addetti allo smistamento. La polizia alza la vigilanza anche sulle banche, le sedi di istituzioni economiche italiane e straniere, gli uffici europei. Il dipartimento di pubblica sicurezza ha emesso una circolare spedita anche a società di credito, agenzie delle entrate, e ancora Equitalia” (Repubblica).

“Il sindaco Alemanno naturalmente il gesto terroristico, esprime solidarietà al direttore di Equitalia come i presidenti Zingaretti e Polverini, ma confessa anche grande preoccupazione: «È difficile fare un’analisi esatta. C’è qualcuno che vuole sfruttare in chiave terroristica i sacrifici che l’Italia deve fare per uscire dalla crisi. È un tentativo che va respinto perché rappresenterebbe un fatto assolutamente negativo. La chiave terroristica è di matrice nazionale, sono gruppi anarchici che si muovono su tutto il territorio. L’ipotesi che possa trattarsi di un gesto non isolato è un invito per tutti a non abbassare la guardia. Confido che l’attività investigativa assicuri i responsabili di questi gesti terroristici alla giustizia, così da permettere alla città di vivere le festività in un clima di serenità». Per Roma non è il primo Natale di paura. Anche l’anno scorso due episodi analoghi hanno fatto tremare la città. Il 23 dicembre un pacco esplose nell’ufficio protocollo dell’ambasciata svizzera, ferendo un dipendente. Lo stesso giorno un plico esplosivo arrivò all’ambasciata del Cile. Il 27 dicembre toccò all’ambasciata greca: una busta di colore giallo nascondeva un ordigno esplosivo” (Repubblica).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download