Google+

Dopo che l’Europa le ha bruciato i risparmi, la Repubblica di Cipro si “gioca” la crescita. Nei casinò

aprile 3, 2013 Matteo Rigamonti

Il premier Anastasiades tratta con la Troika le contropartite per il piano di aiuti. Sul tavolo anche la rimozione del divieto di aprire casinò sull’isola. Che non vige a nord in terra turca.

Signore e signori, fate il vostro gioco. La ripresa a Cipro passa da un tavolo di roulette. O di poker. O, se preferite, dalla manovella di una macchina mangiasoldi, come si chiamano in italiano le slot machines. Già, perché il premier Nicos Anastasiades, che in queste ore sta trattando con la Troika (Unione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale) le misure da adottare in cambio del piano di aiuti da 10 miliardi di euro – che ha ricevuto il via libera delle istituzioni già al prezzo di un prelievo forzoso del 37,5 per cento nelle tasche dei correntisti delle banche dell’isola muniti di portafogli che superano i 100 mila euro -, si è detto intenzionato a focalizzare prossimamente l’attenzione su «crescita e incentivi per favorire la crescita» dell’economia locale.

SLOT MACHINES A GOGO’. E una delle misure potenziali da adottare per rilanciare l’economia dell’isola proposta dal governo potrebbe essere proprio quella di rimuovere il divieto di aprire casinò che vige nella parte sud dell’isola, la Repubblica di Cipro, appunto; mentre, finora, le sale da gioco sono prosperate soltanto al nord, in territorio turco.

TAGLI NEL PUBBLICO. Tra le altre misure richieste dall’Europa in cambio dei soldi, invece, potrebbero esserci, sulla falsariga di quanto già accaduto in Grecia, oltre ai tagli consistenti nel settore pubblico (dove ci sono circa 4 mila e cinquecento esuberi), anche il congelamento delle pensioni pubbliche, la vendita di asset statali, la vendita di risorse energetiche e politiche per promuovere il turismo nella parte sud ci Cipro.

APPUNTAMENTO A MAGGIO. Nei primi giorni di maggio dovrebbero essere formalizzati i dettagli del piano di salvataggio dell’isola e le contropartite che il governo dovrà presentare per godere dell’aiuto da 10 miliardi di euro, di cui 9 sganciati dai contribuenti europei per mezzo dell’Esm, il fondo anti-crisi dell’eurozona e 1 soltanto dal Fondo monetario internazionale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download