Google+

Ma Dio scrive in greco (e pace per la troika e il fiscal compact)

giugno 8, 2015 Pier Giacomo Ghirardini

La verità è che fra commercio e guerra esiste solo differenza di grado ma non di natura, ci avverte Clausewitz: dallo scambio di merci a quello di cannonate il passo è breve.

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – La penultima riga del “Padre nostro” nell’originale greco fa kai me eisenenkes hemas eis peirasmon, «e non indurci in tentazione». Al che uno si chiede perché mai il Padre eterno dovrebbe farci deragliare. Il fatto è che Dio scrive in greco, a dispetto del Fmi, della Bce e della Commissione europea. Peirasmon vuol dire esperimento, tentativo, prova – anche tentazione, certo. Ma io tradurrei quella frase con «fa’ che non portiamo le cose all’estremo». Se c’è un concetto che sintetizza la modernità, dalla furia del popolo in armi a Valmy all’11 settembre 2001, è la “tendenza all’estremo”, la formula dell’apocalisse scoperta da Clausewitz, nell’ultimo pensiero di René Girard. La vediamo ovunque all’opera nella nostra quotidianità tecno-nichilista. Miliardi di individui sull’orlo della disperazione assoluta dell’impensato moderno che si infingono Übermenschen. I “realisti”, i governanti, i banchieri e i militari che negano all’intelligenza di saper toccare la verità e pretendono di salvarci, mentre ci fanno sprofondare ogni giorno di più nello sfacelo – sono le parole di Girard.

La verità è che fra commercio e guerra esiste solo differenza di grado ma non di natura, ci avverte Clausewitz: dallo scambio di merci a quello di cannonate il passo è breve.

Dal 2011 l’Europa è in guerra – economica al proprio interno, à feu et à sang alla sua periferia (Libia e Ucraina) – ma nessuna voce, questa volta, si è levata per denunziare l’«inutile carneficina». La Grecia ha finito i soldi: è un fatto. E non si possono restituire i soldi che non si hanno: è un altro fatto. I Very Serious People tornano a dirci che ogni alternativa è esclusa a priori. L’estremo richiede che si uccida un uomo morto. Se non si spezzano le gambe al debitore greco che non può pagare, non pagherà più il debitore italiano che può ancora pagare.

Questa è la dannata verità delle riforme «volute dall’Europa». L’ultima volta che una federazione si è data un fiscal compact è finita in quattro anni di guerra civile, 615 mila morti e 412 mila feriti. Ma questa è un’altra storia. Era l’America. Il pareggio di bilancio imposto dal fiscal compact porta ad un unico punto di equilibrio: Pil = zero.

Alla rhusai hemas apo tou ponerou. Ma liberaci dal male.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Cisco says:

    Ma quale pareggio di bilancio, anche la Germania fatica.
    Il punto e’ capire perché i disoccupati italiani dovrebbero mantenere i baby pensionati greci a colpi di IMU, TASI e altri balzelli. E la tragedia (non solo greca), e’ che anche se si spezzassero le gambe al debitore greco ci andremmo di mezzo comunque. Qualunque sia la soluzione (Grexit o ciambella assistenzialista), noi Italiani ci faremo del male. E la colpa e’ ultimamente del neo premier ellenico, che parla greco quanto Dio (ma senza giurare sulla Bibbia): liberaci da Tsipras.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.

Dettagli scuri e connettività Android Auto ed Apple CarPlay per la piccola del Leone un po' speciale

L'articolo Peugeot 208 Black Line, edizione limitata in salsa dark proviene da RED Live.