Google+

Dieta Dukan per Kate Middleton. «È tutta sbagliata»

maggio 21, 2012 Elisabetta Longo

Quando tutto il mondo ha visto apparire Kate Middelton in abito bianco, così dimagrita rispetto al suo stato fisico prededente le nozze, la prima domanda che ci si è posti è stata: ma che dieta ha fatto? Quella proposta dal dietologo francese Pierre Dukan, un regime alimentare iperproteico che toglie del tutto i cairboidrati dall’alimentazione. […]

Quando tutto il mondo ha visto apparire Kate Middelton in abito bianco, così dimagrita rispetto al suo stato fisico prededente le nozze, la prima domanda che ci si è posti è stata: ma che dieta ha fatto? Quella proposta dal dietologo francese Pierre Dukan, un regime alimentare iperproteico che toglie del tutto i cairboidrati dall’alimentazione. Se decidete di imitarla, scordatevi quel paio di tristissime gallette mattutine e sostituitele con bresaola, pollo, carne di ogni sorta.
Per il suo insegnamento e per aver suggerito di dare un punteggio più alto ai laureandi che fossero stati normopeso, Dukan è stato radiato dall’Ordine dei medici di Parigi. Ma, dopo aver conquistato oltre 5 milioni di francesi, e altrettanti individui sparsi in tutto il mondo, potrà continuare a esercitare. Il medico dietologo Primo Vercilli, da anni curatore alimentare di atleti tra cui anche Marco Melandri, ci spiega gli errori di questo stile alimentare.

Lo stile iperproteico è al centro di altre diete seguite dalle star, come la dieta Zona.
Non solo. In Francia c’era anche quella suggerita da Montignac, che si basava sullo stesso principio. Il problema è che tutte le proteine ingerite, che sembrano farci stare bene, perché ci aiutano a dimagrire, vanno a sovraccaricare l’intestino di scorie. Questo contrasta tutta la letteratura medica, che da tempo sta trovando collegamenti tra il cancro e le troppe proteine. Se pensiamo che la dosa consigliata sarebbe il 10/12 per cento giornaliero, e Dukan ne propone quasi il 100 per cento…

Chi segue la dieta Dukan crede che i cairboidrati siano nocivi. Sopratutto in questi tempi di “prova costume”.
Si segue questa sorta di comandamento, tralasciando la parte più importante di una dieta. Imparare a mangiare, a stare bene, a stare meglio. Chi intraprende una dieta ha solo l’obiettivo di perdere peso, ma più ancora del risultato finale – del numerino sulla bilancia – conta il modo con cui ci si è arrivati. Dukan non tiene conto dell’altro. Dice “mangia tutte le proteine che vuoi quando senti gli stimoli della fame”. Ma a quanti di noi verrebbe in mente di mangiare due etti di bresaola per merenda piuttosto che un gelato?

Quando un paziente arriva da lei, avrà sicuramente tentato altre diete. ve ne sono per tutti i gusti: del pomodoro, del minestrone, dell’ananas…
Le peggiori sono quelle a base di pillole sostitutive. Come fa a non venire tristezza immaginando un uomo, che dopo una giornata di lavoro, va a casa, si siede e estrae fuori la cena da un flaconcino? Magari i principi nutritivi sono tutti presenti, ma quanto è più bella e soddisfacente una cena normale, se bilanciata? C’è poi da dire che i regimi alimentari fanno sempre vendere. Una volta, io stesso, incuriosito, ho acquistato la copia di una rivista che proponeva “la dieta della pizza”. E ho scoperto che proponeva 30 grammi di pizza giornalieri! Non è vita questa.

In cosa consiste  il metodo che propone ai suoi pazienti, e di cui parla nel suo ultimo libro, La dieta una volta per tutti?
Innanzitutto ascolto. Ascolto le esigenze del paziente, quali sono le trasgressioni alimentari in cui cade più spesso e ne tengo conto nel regime che propongo. Magari c’è chi preferisce una birra a una merendina al cioccolato, io cerco di dare la possibilità di soddisfare questa preferenza, almeno una volta ogni tot giorni. In questo modo è più facile affrontare le sfide alimentari quotidiane. Sono contrario all’idea di pesare il cibo; meglio puntare sugli abbinamenti. La pausa pranzo ormai è sempre fuori casa, chi mai andrà a chiedere al barista “scusi, ma quanti grammi era l’insalata di riso che mi ha servito?”.

Può raccontarci una storia di successo e dimagrimento cui è affezionato?
A livello di coinvolgimento medico/paziente, senz’altro quelle in cui occorre perdere più di 70 chili, visto che ne va della salute. E poi quelle degli sportivi. Che vedono nel cibo un elemento fondamentale per le proprie performance, senza dover abusare di proteine, come erroneamente si pensa, e come la dieta Dukan propone.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. I simply want to tell you that I am just all new to weblog and honestly enjoyed your website. More than likely I’m likely to bookmark your blog . You absolutely have perfect writings. Thanks for revealing your webpage.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana