Google+

Di Pietro torna in tribunale come avvocato di parte di civile. Era già successo un’altra volta (ma lui non lo racconta a nessuno)

febbraio 11, 2014 Redazione

«Mi sento a casa mia, mi sento rivestito da lavoro», ha detto Di Pietro al processo sulla compravendita di senatori. L’ex leader Idv ha alle spalle un’esperienza da avvocato che gli è costata la sospensione per «infedele patrocinio»

«Rimetto la toga dopo Mani pulite. Sto per la prima volta dall’altra parte come difensore di parte civile. Ed è anche il primo processo con il Senato parte civile. Mi piacciono le prime, è come ai tempi di Tangentopoli». Si è presentato così Antonio Di Pietro ai fotografi e ai reporter riuniti davanti al Tribunale di Napoli dove è andato in scena oggi un’udienza del processo a carico di Silvio Berlusconi, accusato di aver corrotto alcuni senatori trasformisti. Di Pietro ha animato la discussione più fuori dall’aula con i cronisti che durante il processo nel quale veste i panni di difensore di parte civile dell’Idv (partito del quale è presidente).

IL PRECEDENTE. In realtà, non è la prima volta che il leader dell’Idv torna in tribunale, in veste di avvocato e non più di pm. Si ricorda un precedente, che Di Pietro ha evitato di rievocare: il caso “Pasqualino Cianci”. Nel 2002, Di Pietro, che per la prima volta esercitava il mestiere di avvocato dopo le dimissioni da pm, si rese infatti responsabile di una grave violazione del codice deontologico degli avvocati, degna di una sanzione e di una sospensione dall’albo per tre mesi. Prima prese le difese del suo amico di infanzia, Pasqualino Cianci, accusato dell’omicidio della moglie, e poi, dopo aver fatto qualche indagine, si dimise dall’incarico passando a fare l’avvocato della parte civile, avversaria di Cianci. Una giravolta ovviamente inammissibile, che è costata a Di Pietro la condanna per «infedele patrocinio» a tre mesi di sospensione dall’esercizio della professione legale, confermati nel 2010 dalle Sezioni Unite della Cassazione.

TONINO IL BARISTA. «Mi sento a casa mia, mi sento rivestito da lavoro», ha raccontato Di Pietro ai cronisti presenti a Napoli. Solleticato dalle domande dei curiosi, il leader dell’Idv ha affermato che continuerà «a difendere i diritti di coloro che chiedono giustizia». Con qualche ovvio distinguo: «Dirò ai miei clienti che posso difenderli soltanto nel merito, non mi devono chiedere a trucchi e trucchetti che lascio agli azzeccagarbugli di turno». Per Di Pietro infatti «bisogna smetterla di andare nei Tribunali solo per cercare di allungare i processi e arrivare alla prescrizione, annullare le prove» e «utilizzare le aule di Tribunali per raggiungere l’impunità e non la verità».
Forse non avrà molto successo l’avvocato Di Pietro. Forse ne avrà di più di quanto ne abbia avuto negli ultimi tempi in politica. Di sicuro non meno di quelle che potrebbe ottenere nelle vesti di barista, come nel video con cui ha presentato l’Idv agli elettori sardi in vista delle elezioni del 16 febbraio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Mappo scrive:

    Di Pietro per sentirsi veramente a casa sua in un’aula di tribunale dovrebbe stare solo ed esclusivamente dentro la gabbia degli imputati, tanto di reati dalla A di abigeato alla Z di zoofilia di reati ne avrà sicuramente commessi a piacimento.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana