Google+

Di notte a Napoli il Comune dipinge di blu le strisce gialle. Poi dà le «multe a tradimento»

ottobre 22, 2014 Chiara Rizzo

I residenti dei quartieri Chiaia, Mergellina e San Ferdinando hanno lasciato le auto parcheggiate nei posti riservati ai residenti. Nottetempo e senza avvisare, il Comune ha trasformato l’area in parcheggi a pagamento, e i vigili hanno multato a tappeto

La segnaletica modificata nottetempo (col bollino rosa in alto a destra) per trasformare i parcheggi in area a pagamento per tutti

La segnaletica modificata nottetempo (col bollino rosa in alto a destra) per trasformare i parcheggi in area a pagamento per tutti

Molti residenti dei centrali quartieri napoletani di San Ferdinando, Chiaia e Mergellina la notte di lunedì 20 sono andati a dormire sonni tranquilli, dopo aver lasciato le loro auto regolarmente parcheggiate tra le strisce gialle a loro dedicate. L’indomani mattina, però, hanno trovato una bella multa sul parabrezza. E le strisce gialle erano improvvisamente diventate blu: parcheggi a pagamento. Sembrerebbe uno scherzo, quello vissuto in questi giorni da vari napoletani, ma è tutto molto reale: il comune di Napoli e la società delegata alla gestione dei parcheggi pubblici nottetempo hanno trasformato in interi quartieri della città le zone per i parcheggi dei residenti in parcheggi a pagamento, senza dirlo a nessuno. Poi i vigili sono passati in quelle stesse vie a elargire multe.

MULTE A TRADIMENTO. «Dalla sera alla mattina senza preavviso», dice a tempi.it Fabio Chiosi, presidente della Municipalità di Chiaia. Chiosi spiega che «nel giugno 2013 era stata varata una delibera, abbastanza generica, sulla società che gestisce i parcheggi e nelle pieghe vi era scritto di aumentare i parcheggi a pagamento a strisce blu. Dopo un anno in cui non se n’è saputo più nulla, un dirigente di Palazzo San Giacomo ha emanato una delibera in cui si stabilivano le zone in cui questo sarebbe accadute: in alcuni quartieri intere strade sono state sottratte ai residenti, ma nessuno di noi sapeva quando. Lo ribadisco: non è mai stata nemmeno indicata una data approssimativa in cui ci sarebbe stata la modifica ai parcheggi. Lunedì, la società dei parcheggi, dalla sera alla mattina, ha sostituito la segnalatica verticale trasformando la zona in area parcheggio a pagamento. Non sappiamo quante multe siano state prese, ma martedì mattina sono arrivati qui ai nostri uffici una ventina di persone a protestare, mentre un’altra quarantina ci inviava mail inferocite e di protesta. Solo che non ne sapevamo nulla di questa vicenda grottesca. Le zone interessate già avevano subito un ridimensionamento dei parcheggi residenti del 35 per cento, per la chiusura al traffico dell’area lungomare».

FARE CASSA. «Capiamo che il Comune debba pensare a fare nuove entrate – prosegue Chiosi -, ma non così. Questo è un gesto proditorio contro i cittadini, non è giusto. Già ci sono 11 mila permessi residenti a fronte di 5.500 parcheggi: ora pure le multe a tradimento? Tutto questo cambio improvviso delle strisce è stato solo un modo di far cassa. Ma forse a Palazzo San Giacomo non sanno che il codice della strada prevede che qualsiasi variazione alla segnaletica venga comunicata almeno 48 ore prima. Ieri, dopo la nostra protesta, ci ha chiamato il Comune dicendo che probabilmente rivedranno la situazione. Se ci hanno chiesto scusa? Figurarsi».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Kan63 scrive:

    …una manovra di giggino per farsi rimpiangere….

  2. Mappo scrive:

    Speravo che con la cacciata di Giggino certi episodi di malcostume dovessero cessare, ma evidentemente Giggino ha seminato suoi fedelissimi in tutto il comune di Napoli.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“Traffico in tilt”, “Caos viabilità”, “Bus e tram a singhiozzo”, “Allarme smog e traffico record” sono solo alcuni esempi di titoli che puntualmente leggiamo sui vari canali di informazione e di situazioni che ci troviamo ad affrontare quasi ogni giorno. Ciò si verifica anche nella Capitale, dove la viabilità è una questione tra le più complesse a livello europeo […]

L'articolo Lo scooter “al minuto” eCooltra sulle strade della Capitale proviene da RED Live.

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana