Google+

Ddl Cirinnà, Sanremo e nastri arcobaleno. «Basta con questo conformismo»

febbraio 16, 2016 Redazione

Galli della Loggia: «Cosa deve pensare quella parte del Paese considerata una sorta di sottospecie culturale?»

«Se – faccio un esempio per assurdo – in Italia ci fosse un regime nazista, io penso che molti di quei cantanti [che a Sanremo hanno parteggiato a favore delle unioni civili sventolando nastri arcobaleno] sarebbero apparsi sullo schermo con un bel distintivo con la svastica». Rincara la dose l’editorialista del Corriere della Sera Ernesto Galli della Loggia, intervistato ieri da Radio Vaticana.

CONFORMISMO. Sabato lo storico e intellettuale aveva scritto un articolo sul quotidiano di via Solferino per denunciare il «conformismo» di tutti i media italiani nel dibattito sul ddl Cirinnà e della stepchild adoption. In generale, sosteneva, c’è una «iper rappresentazione su tutti i media così come nell’intrattenimento, nel cinema, in qualunque produzione culturale, dell’opinione così dire laico-progressista, favorevole al cambiamento, a innovare, a cancellare tutto ciò che appare tradizionale, a cominciare – c’è bisogno di dirlo? – dalla dimensione religiosa».

SANREMO ARCOBALENO. «Che sentimenti può provare», insisteva, «quella parte del Paese — non proprio minuscola, credo — nel vedersi non solo così continuamente esclusa dalle sue più autorevoli fonti di rappresentazione pubblica, ma palesemente considerata una sorta di sottospecie culturale da tenere di continuo sotto schiaffo?». Cosa deve pensare di un «Festival di Sanremo, l’evento televisivo in assoluto più ascoltato dell’anno, trasformato disinvoltamente in una manifestazione in sostegno delle varie cause che vanno sotto la sigla dell'”arcobaleno” (a cominciare per l’appunto da quella delle unioni civili)? Che cosa sarebbe successo se il Festival di Sanremo fosse stato dedicato, mettiamo, a esaltare la causa delle “famiglie”?».

«È UNA MALATTIA». Quei cantanti, aggiunge nell’intervista alla Radio Vaticana, hanno sventolato i nastri arcobaleno «perché hanno avuto l’impressione che quella parte fosse prevalente, che fosse molto popolare schierarsi in un certo modo». Tornando all’esempio per assurdo del nazismo, i cantanti «avrebbero portato la svastica, pensando che la maggioranza di coloro cui potessero vendere la loro musica fosse nazista. È semplicemente la malattia del conformismo, che in Italia è molto forte, soprattutto nell’ambito dello spettacolo, dei media. Anche perché in genere questo campo dipende molto dalla politica, è molto strettamente connesso alla politica».

«OGNUNO DEVE PROTESTARE». Questa malattia però va combattuta da tutti. «Il fatto che il Corriere della Sera abbia pubblicato il mio articolo» significa che «la battaglia non è perduta. Naturalmente ognuno di noi è chiamato a battersi, a lottare e a levare la propria voce di protesta». Anche perché, come scriveva Galli della Loggia sabato, «su temi come istruzione, scuola, vita sessuale, religione, morte, rapporti tra le culture, se non sbaglio, non è proprio così ovvio che cosa voglia dire “progresso”, “democrazia” e quant’altro».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

147 Commenti

  1. Toni scrive:

    Quando Ramazzotti è stato insignito del cavalierato della repubblica, dall’allora vice Presidente del Consiglio Letta, lo stesso sul palco (mi sembra a Sanremo) ha preso delle distanza affermando “che è sempre la solita menata. I politici si fanno vivi solo quando incombono le elezioni!!!” “. Quindi non capiva che il titolo di Cavaliere non era un riconoscimento che Berlusconi faceva a Ramazzotti, ma che la Nazione faceva a Ramazzotti ( e nessuno nel suo staff fu capace di spiegarglielo). Quindi : ignoranza e maleducazione. Ora, nonostante queste caratteristiche lusinghiere, ma “idolo” dai giovani per canzonette, dichiarandosi per a favore della famiglia che “qualsiasi forma abbia”, con nastrino arcobaleno in mano, si è consentito ad un ignorante qualsiasi di propagandare a chi vede solo un nome di successo ma non l’inconsistenza. E su questo cercano di vicere guardandosi bene di dire cosa c’è, per esempio, nella fabbricazione di un bambino per 80.000 dollari (in USA) e 25.000 (in Nepal).

  2. Roberto scrive:

    Il milione del circo Massimo rappresenta la maggioranza degli Italiani! No alle leggi fantascienza!

  3. andrea udt scrive:

    Appunto, cerchiamo di non essere conformisti.

    Se il solito attivista LGBT scova l’ago nel pagliaio di chi presta gratis all’utero in affitto (Dana Hawkins), sappiate che nel caso citato c’è comunque la “donor eggs” (lo dice Dana Hawkins, cercate pure in rete le interviste). E la donor eggs, ricordatevelo, altri non è che la madre biologica.

    La parola “donor” non vi tragga in inganno: i prezzi di mercato della “donor eggs” sono questi, presi dal sito circlesurrogacy (una delle agenzie segnalate nell’articolo “Ci spieghi questa tabella e questi prezzi, senatore Lo Giudice”)

    “Become an Egg Donor
    Make dreams come true and earn up to $10,000 with Circle Egg Donation. Circle’s thorough egg donor process ensures that you are matched….”

    Sappiate che è una compravendita, con contratti rigidi e un supporto legale specifico per le coppie LGBT, leggiamo sempre dal loro sito:

    “We Protect You

    Circle’s legal team ensures that your parental rights are affirmed and safeguarded. Whether you obtain a second-parent adoption, judgment of paternity/maternity, or custody orders, we are here to guide you and find solutions that protect your family. In addition to our years of experience working with same-sex couples, we continue to monitor legal and procedural developments around the world that affect all of our LGBT intended parents pursuing surrogacy.”

    Sappiate che chi parla di scienza lo fa in mala fede, citando studi che i problemi sollevati ( vedi esempi Scabini, “vuoto di origine” Silvana De Mari adattamento epigenetico…) NON LI PRENDONO in considerazione.

    Se un problema non è oggetto della loro ricerca il problema non esiste: questa è la mentalità.

    E visto che gli attivisti qui commentano usando gli studi di Crouch (padre gay con la surrogata), Patterson (madre lesbica convivente con donna con tre figli eterologa) e altri noti psico_attivisti che fanno studi rifilando questionari autovalutativi ad attivisti LGBT, non dispiacerà loro se segnalo un pdf di Gandolfini:

    “l’omogenitorialità, ovvero l’adozione omosessuale.” M. Gandolfini R. Marchesini
    (pdf, si può scaricare, cercatelo con i motori di ricerca)

    • MicheleL scrive:

      Si rassegni mio caro attivista ciellino, la becco sempre in fallo. Mi provoca dicendomi “trovamane una”, gliene trovo una. Ne vuole due? Chissà quante ce ne sono. Il punto è che queste donne meritano rispetto, come le coppie che aiutano.
      Lei cerca di fare terrorismo come chi cerca di confondere il gender con l’educazione ai rispetto. Non c’è logica nella sua propaganda, perchè come esistono le religioni esistono pure i terroristi, ma non tutti i religiosi lo sono.

      Il PD sta per passare una legge contro l’utero in affitto e io ho detto più volte di essere contrario ad ogni forma di lucro tra privati. Ma lei dall’orecchio che non le permette di fare il militante ciellino non ci sente.

      Il What We Know Project raccoglie dozzine e dozzine di studi di centinaia e centinai di ricercatori. Studi autorevoli e peer-reviewd. Come per ogni fetta della popolazione tra di essi ci sono gay e lesbiche, che lei ha cercato con il lanternino. Li controlli tutti, gli autori, e vedrà che non sono gay. Crouch e Patterson (al contrario di Sullins e Regnerus) lavorano in equipe. Ma a lei fa comodo essere parziale, perchè altrimenti non avrebbe nessun appiglio.

      Dove sono gli studi che lei -chiaramente incompetente- stabilisce essere importanti? Lei che si riduce a citare letteratura parziale, non peer-reviewed e di nessuno spessore scientifico? Lei che insinua la parzialità di Crouch e Patterson, tutta da dimostrare e cita gente che fa comizi in piazza come Gandolfini? E poi sono io l’attivista, certo.

      La mia mail ce l’ha, quando vuole possiamo intavolare una discussione seria e onesta.

      • Giannino Stoppani scrive:

        Capito? Lo becca sempre in fallo!
        Se lo dice lui, come non crederci?

        • Giannino Stoppani scrive:

          Ops!
          Non avevo visto “attivista ciellino” riferito nientemeno che ad Andrea Udt!
          Mi sa che stavolta all’attivista da decubito la querela gli arriva per davvero!
          Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!Uah!
          Dai retta nini, sospendi un attimino la contemplazione del blog degli autorevoli attivisti gay USA e consulta l’archivio di Tempi alla ricerca degli interventi di Andrea Udt, così ti rendi conto (si fa per dire, visto che ne sei incapace) di quanto l’hai fatta fuori dal vaso.

          • MicheleL scrive:

            Andrea Udt
            30 gennaio 2016 alle 02:20
            Sai dove trovarmi: SDC videoconferenza con Carron, Padova, vieni con un cartello con scritto UDT.

            E questo si presenta come “mangia preti”… Forse si è dimenticato “con i” 😀

            • Toni scrive:

              Te le cerchi… sei penoso, prendi tre parole e tiri una conclusione. Tipico di chi è dedito alla calunnia per istinto naturale e all’imbroglio cronico.

              • MicheleL scrive:

                17 luglio 2015 alle 01:42 To.Ni ha scritto
                ————-
                “Un genitore da “carnevale” , un tizio mascherato da genitore, che li priva della verità: che è solo un bieco compratore di bambini.”
                ————-
                Leggi di Più: Usa, nozze gay. «Voglio seguire la mia coscienza» | Tempi.it

                • Toni scrive:

                  Infatti… lo confermi, schiocco autolesionista. vivisezioni e tiri conclusioni. :-)

                • Toni scrive:

                  Ritento:
                  Te le cerchi… sei penoso, vivisezioni una frase , e tiri una conclusione. :-)
                  Tipico di chi è dedito alla calunnia per istinto naturale e all’imbroglio cronico.

                  PS: In ogni caso , ti rammento che oltre a :“Un genitore da “carnevale” , un tizio mascherato da genitore, che li priva della verità: che è solo un bieco compratore di bambini.” o dato anche del “patacche” alle tue famiglie. E … tra l’altro, confermo perché è la semplice verità.

                  • MicheleL scrive:

                    17 luglio 2015 alle 01:42 To.Ni ha scritto
                    ————-
                    “Un genitore da “carnevale” , un tizio mascherato da genitore, che li priva della verità: che è solo un bieco compratore di bambini.”
                    ————-
                    Leggi di Più: Usa, nozze gay. «Voglio seguire la mia coscienza» | Tempi.it

                    Stampi e spedisca. La verità non potrà farla denunciare per calunnia, no?

                    • Toni scrive:

                      Non sei una cima …si sa. ma mi fai felice :-) dai ti aiuto: “Un genitore da “carnevale” , un tizio mascherato da genitore, che li priva della verità: che è solo un bieco compratore di bambini.”

                      Contento? Ti piace “bieco compratore di bambini”? :-)

                      Ciao Tafazzi

            • andrea udt scrive:

              Sono orgoglioso di andare alla presentazione del libro di Carron.

              Rinnovo l’invito anche a te: “la bellezza disarmata”, centro congressi Papa Luciani, Padova 24 febbraio.

              E pensa che Don Giussani aveva in gran stima Pasolini. Pensa quanto era libero e certo nel giudizio: solo così uno non ha paura di confrontarsi e cogliere il buono che c’è in tutti. Perfino in te. Ti assicuro che pure Carron e’ così.

              • MicheleL scrive:

                Dunque se io sono un attivista, lei è un ciellino. Il giudizio di Giussani si basava anche sulla stima che Pasolini aveva da parte della comunità letteraria. Stima che lei ha in gran disprezzo, perchè si approccia alle questioni della vita con pregiudizio ideologico.

                Le rinnovo l’invito a scrivermi se vuole realmente un confronto, anche questa sera stessa.

                • andrea udt scrive:

                  No caro, la stima non derivava dalla considerazione che la comunità letteraria aveva per Pasolini.

                  Giussani lesse gli articoli che Pasolini scrisse sul Corriere. (scritti corsari mi par di ricordare..)

                  E cercò di incontrarlo. Ma Pasolini fu ucciso prima.

                  Se trovi tempo leggi “vita di Giussani” di Savonara.

                  Meglio degli 80 studi messi insieme.

                  Poi ne discutiamo al bar se vuoi.

            • Giannino Stoppani scrive:

              Pensa che io l’altro giorno sono andato a sentir parlare uno alla casa del popolo.
              A dar retta a te temo che guardare nel portafogli se per caso mi ci hanno fatto scivolare una tessera del PD…
              Ma i commenti di Andrea Udt di qualche tempo, fa li hai letti?

      • andrea udt scrive:

        E’ tutta colpa tua: sei tu che hai insistito con gli 80 studi, sei tu che millanti rigidissima esclusione del lucro; non è colpa mia se appena si guarda la realtà questa ti scoppia sul grugno.

        Di Crouch ne abbiamo parlato: ha intervistato attivisti LGBT contattandoli su FB, su siti arcobaleno, a manifestazioni di piazza LGBT. Poi ha chiesto loro se i figli vengono su bene. Tutto nero su bianco, e ti ho dato il link dell’abstract che conferma come ha composto il campione.

        Di Baiocco et alt. ne abbiamo parlato: stesso metodo su campione striminzito, l’abstract lo trovi sul tuo beneamato WWK Project

        Della Patterson non ne abbiamo parlato, ma visto che ti piacciono le corti supreme e tribunali ecco cosa è saltato fuori:

        Per completare la citazione della dottoressa Patterson è doveroso
        aggiungere che nel 1977 il Tribunale della Florida ha
        stabilito che: “…l’imparzialità della dottoressa Patterson
        è diventata discutibile quando prima del processo si è
        rifiutata di consegnare a suoi legali le copie della
        documentazione da lei utilizzata negli studi. .. La
        dottoressa Patterson ha testimoniato la sua propria
        condizione di lesbica e l’imputata ha sostenuto che la
        sua ricerca era probabilmente viziata dall’utilizzo di
        amici come soggetti per la ricerca stessa. Tale ipotesi ha
        acquisito ancor più credito in virtù della sua riluttanza a
        fornire i documenti ordinati”.

        Poi parliamo di Gandolfini e Marchesini.
        Visto che io e te non siamo nessuno, ti ricordo che loro sono:

        Gandolfini: * Primario neurochirurgo e Neuropsichiatra
        Marchesini: ** Psicologo e psicoterapeuta

        MicheleL, ti aspetto per il caffè.

        P.S: se Baiocco fa il peer a Crouch che lo fa a Patterson e tutti insieme appasionatamente gli psicologi attivisti LGBT si citano a vicenda chiaro che gli si alza l’indice H (e pure a te si alza l’indice a quanto pare)

        • MicheleL scrive:

          Lei mi fa quasi tenerezza Andrea. Lei è un parvenu dell’omofobia e pensa di venire qui a dar lezioni.

          I suoi commenti valgono quanto vale lei, che è quanto valgo io, ovvero nulla. Lei non è nessuno, come non sono nessuno io e la cosa finisce qui.

          1977? 29 anni fa? Aggiornarsi, no? Patterson ha lavorato bene e seriamente e da quel lavoro di inizio carriera, necessariamente incompleto perchè all’epoca era molto difficile fare ricerca su quei casi (un po’ come oggi in Italia…), com’è andata? La _stessa Corte_, nel 2011, sancì come le evidenze di decine e decine di ricerche provano che non vi sono differenze tra crescere con genitori omo o eterosessuali. Decine e decine di studi che infatti fanno da base anche la posizione di APA e AAP, ovvero psicologi e pediatri.

          Gnadolfini non è un medico qualsiasi, è un medico da comizio. Quandi ha la credibilità scientifica di uno che comizi, ovvero zero, soprattutto perchè questo è pure il suo peso scientifico. Lo stesso vale per Marchesini. Se vuole citare medici senza alcun peso scientifico, io le posso citare 60.000 pediatri dell’AAP e 75.000 membri dell’APA, tutti con lo stesso credito dei suoi due. Contento?

          P.S. Fino a prova contraria i peers disonesti sono stati quelli di Regnerus -v. audit prof. Darren Sherkat-, ma se ha un dubbio sui lavori di Crouch e Patterson può invitare un studioso di fama a farne un audit, così magari impara qualcosa.

          • Giannino Stoppani scrive:

            Ma sì, la Patterson nel ’77 era un’attivista LGBTpedoporno che truccava le ricerche, ma poi è andata a Lourdes, si è convertita e oggi fa la dama di carità dell’Unitalsi.
            Ma per favore.
            Domanda per Andrea UDT vale la pena di discutere seriamente con un soggetto problematico al punto di chiamare “terrorista” e “assassino” chi si dice disposto ad onorare il giuramento di difendere con le armi la Repubblica e la Costituzione, nonché ignorante di statistica al segno di voler far credere che sia lecito operare generalizzazioni di studi su campioni di convenienza e per di più realizzati con questionari auto-valutativi rivolti a gruppi fortemente ideologizzati?

            • andrea udt scrive:

              2 settimane fa apro FB e vedo che una mia amica (sveglia, in gamba) aveva condiviso un link dell huffington post.

              Leggo e che ci trovo? Gli 80 studi (versione maldestra erano 72 e la fonte del WWK P non era citata).

              Se non mi fossi informato avrei lasciato correre e io e una donna in gamba ci saremmo cascati , dal “bollino” degli “esperti”.

              Si è un gran rompiscatole ma ne vale la pena.

              Buona giornata lavorativa a tutti

              • Giannino Stoppani scrive:

                La mia era una domanda retorica.
                Approfitto per sottoporti una cosetta che ho ritrovato cercando altro
                il 28 gennaio u.s. alle 18.34 “Franco” scrive:
                “Pacatamente sono intervenuto per spiegare al signor MicheleL apparentemente digiuno di statistica, che un campione formato senza una base probabilistica non può avere un vero valore scientifico generale.
                Per tutta risposta costui mi accusa addirittura di aver scritto una falsità.
                Vuol degnarsi di spiegare a tutti il perché?”
                Ecco quella che vorrebbe essere la risposta dell’attivista da decubito:
                “Gentile Franco, il “convenience sampling” è una pratica scientificamente consolidata e dalla proprietà statistiche note.
                Wilkinson, Leland. “Statistical methods in psychology journals: Guidelines and explanations.” American psychologist 54.8 (1999): 594.
                Hildebrand, David K. Statistical thinking for behavioral scientists. Brooks/Cole, 1986.
                Quindi quando lei dice che tale pratica non produce risultati scientificamente validi, mente”
                Da ciò si deduce che costui non solo non risponde nel merito pur credendo forse in buona fede di farlo citando pinco pallino (con tutto il rispetto, eh?), ma letteralmente non sa di cosa si sta parlando.
                Comunque sul fatto che la pratica sia generalizzata non ho dubbi, visto che gli autorevoli studi la usano praticamente tutti.
                E sul fatto che tale pratica abbia proprietà statistiche note (e quali?), idem.
                Il punto dirimente, direi, è se tali proprietà statistiche siano note anche a costui!

                • MicheleL scrive:

                  Guardi mio vecchio Sig. Stoppani dalla mitraglietta facile, che il Pinco Pallino è lei. Io ho fatto nomi e cognomi di stimati ricercatori che hanno pubblicato dettagliate ricerche. Se ne trova di altrettanto autorevoli da citare a sostengo delle sue, di idee, me lo faccia sapere.

                  • Toni scrive:

                    Ritento

                    Caro MicheleL, l’essere bugiardo , non paga, e presenta l’inconveniente di non farti credibile testimone. Un consiglio: se vuoi il bene dei tuoi “autorevoli” parlane male … in questo modo forse diventano “autorevoli”. :-)

                    • MicheleL scrive:

                      Toni lei non è nemmeno bugiardo, si è costruito in mondo tutto suo e assurdo, il cui a colpi di Gomblotti e macroscopiche incongruenze si mette l’anima in pace e cerca di far quadrare la sua visione anacronistica e improbabile delle cose.

                      Certo che se venissi qui a sparare a zero su chiunque non sia allineato alla sua ideologia sarei il suo paladino a prescindere da quante contraddizioni io abbia o abbia avuto. Sarei Adinolfi :)

                    • Toni scrive:

                      Io non sparo a zero su niente. Sei tu che hai il talento di fare tutto da solo e la cecità di non te ne accorgere dato che sei sommerso dal tuo ego.

                      Sgonfiarti è facile, incredibilmente facile, e pure divertente. Mi basta quello che dici.

                      I tuoi post, analizzati, sono pieni dii nulla che speri dii riempire con un ricorso spasmodico alla parola “autorevole”. Quello su Rind, in particolare, è la dimostrazione di come si può essere vicini allo zero assoluto per il puro amore di ubbidienza cieca. Sei un amico dei pedofili “sani”. Io no

                      In ogni caso come tutti posso sbagliare, ma non mento sapendo di mentire. Cosa, questa, che fai tu.

                    • MicheleL scrive:

                      Ma sì, la comunità scientifica è nulla, l’APA è nulla, la AAP è nulla. I fari della conoscenza moderna sono lo psichiatra da comizi Gandolfini, il giocatore d’azzardo Adinolfi e gli esperti di ufologia come Pennetta.

                      L’amico dei pedofili è lei, che infatti ne condivide la deformata interpretazione di studi rigorosi, rivolti ad esperti e chiaramente spiegati in senso divulgativo con la chiara presa di posizione dell’APA verso la pedofilia. E’ lei che fa un favore ai pedofili.

                      L’unica cosa che si sgonfia è l’elio del palloni della propaganda ideologica e pare che a lei abbia dato alla testa.

                    • Toni scrive:

                      Una nova “chicca”:
                      “L’amico dei pedofili è lei, che infatti ne condivide la deformata interpretazione di studi rigorosi, rivolti ad esperti e chiaramente spiegati in senso divulgativo con la chiara presa di posizione dell’APA verso la pedofilia. E’ lei che fa un favore ai pedofili.”

                      Rigoroso come con le “chicche” che denunci tu per calunniare. Imbroglione PROVATO. Dammi il tuo indirizzo, te spedisco che sei un bugiardo … poi mi denunci.

                      Cosa interpreto imbecille che sei prono ai comunicati ufficiali e riporti le volgari scuse difronte al manifesto appoggio che è stato ben compreso da tutti compreso da pervertiti che hanno festeggiato. Imbecille al quadrato che possa essere sana la “fantasia pedofila” tu lo sostieni, non io. Vergognati… per te è sano adottare una bambino e disordinato come sei coesiste la legittimità desiderare sessualmente un bambino. Neanche un cane ti farei adottare, Neppure un gatto, Neanche un topo.

                  • Giannino Stoppani scrive:

                    Lo vedi che non sai di neanche di cosa tratto?
                    Io sto parlando della impossibilità di generalizzare i risultati di studi fatti su campioni di convenienza, non della solita mappazza degli studi farlocchi dove attivisti gay chiedono a altri attivisti gay quanto è bello fare i genitori gay.
                    Ma tu lo sai che vuol dire “generalizzare”?

                    • MicheleL scrive:

                      Adesso sta a vedere che mi metto a discutere di metodologia negli studi sociologici con lei, io che sono un incompetente e lei che è…Beh, lasciamo stare :)

  4. lucillo scrive:

    Quindi non è vero che tutti i media nazionali danno spazio solo alle posizioni pro ed oscurano i cattotradizionalisti.

    • Toni scrive:

      Domanda 1: Come hai fatto questa raffinata deduzione?
      Domanda di riserva: Come puoi mentire con tanta raffinatezza?

    • Susanna Rolli scrive:

      Quando leggo “cattotradizionalisti” penso immediatamente, istintivamente ai “CATTO-COTTI-COMU-PROGRESSISTI”….

      • Toni scrive:

        Cara Susanna
        La tradizione è un elemento costitutivo del cattolicesimo. Basta prendere il Nuovo Testamento per rendersene conto. Dire cattotradizionalisti è l’intento, neppure tanto subdolo, di inserire un tratto di estremismo che consenta di fare un associazione di comodo con l’integralismo islamico. Per me, addirittura sognano un attentato dinamitardo fatto da “integralisti cattolici”. Desiderio spasmodico che ha trovato espressione (se ricordi gli articoli su Repubblica) all’indomani dell’attentati compiuti nel 2011 in Svezia da Breivik .
        Mi chiedevo cosa dovrebbe diventare la Chiesa per farli felici. La migliore risposta l’ho avuta l’atro ieri discutendo, con garbo e civile pacatezza, con un grande intellettuale, esperto APA APP e LIPU , il quale mi sottolineava che se la Chiesa cambiasse (fosse più aperta) lui , benché non sgranerebbe rosari, non gli dispiacerebbe diventare fedele. Ecco, ripercorrendo tutte le discussioni passate che ho fatto, ho visto così la Chiesa dei loro sogni : dovrebbe preti sposati (ovviamente matrimoni possono essere omo ed etero) e donne prete (anche esse sposate come detto) , vescovi e papesse. Cambiare i paramenti e farli griffati, pure sopra al ginocchio. L’ora di religione non avrebbe problemi se si integrasse con un rapporto convenzionato con associazioni gay. Sposare i gay con rito colorato, liturgie che recepiscono le direttive ONU e APA ed omelie che tengono conto e recepiscono gli ultimi progressi scientifici (inclusa la “sana” fantasia pedofilia).

        • Toni scrive:

          dovrebbe avere* preti sposati

        • MicheleL scrive:

          Giannino Stoppani
          11 febbraio 2016 alle 16:14
          Non c’è problema. I nostri nonni hanno imbracciato il mitra per difendere questi principi di civiltà, lo faremo anche noi.
          Leggi di Più: Perché non si parla più della legge sull’omofobia | Tempi.it
          Sta a vedere che adesso le vittime di Breivik se la sono voluta…Ma lei è fuori di testa!

          I protestanti ordinano preti sposati da anni e non mi pare che siano peggiori di quello cattolici. Quanto alla discriminazione delle donne, continua sfuggirmene il motivo. Cosa ci sarebbe di assurdo in una Papessa? Dio non parla alle donne?
          Le scarpette Prada in Vaticano sono state sdoganate da tempo…

          Quanto alla pedofilia, lei ha un chiodo fisso. E per parlare di una cosa bisogna immaginarsela…Comunque l’APA ha una posizione di cui lei curiosamente si dimentica:
          “l’abuso sessuale dei minori è dannoso e sbagliato e gli studi non sono in alcun modo una giustificazione della pedofilia” e “ogni interpretazione politica deve essere evitata”.
          Può leggersi tutta la dichiarazione cercando Sara Martin, APA Monitor staff.

          • Toni scrive:

            Penoso e triste tipico del calunniatore vocazionale:

            Sul mitra: Scandalizza al pervertito compratore di bambini, sostenitore della giusta e sana pedofilia, che i principi di liberta e civiltà si difendono con il mitra.

            I protestanti hanno tradito la Chiesa ed hanno tradito Cristo, che invitava all’unità, e si sono frantumati in 50.000 pezzettini.
            Le donne Cristo non le ha scelto come apostoli… non so il perché, nessuno l sa di preciso. Non c’è teologicamente nulla che possa spiegarli. ma di Sicuro ha fatto della Sua Santa Madre quanto di meglio l’umanità potesse aver. Per il resto la Chiesa nonostante i limiti che può avere nei confronti delle donne riconosce in loro una dignità che quelli come te (compratori di uteri e di ovuli a sbafo) neppure si sogna .

            Sulla pedofilia non è una mia fissa , ma un grido .: Solo pervertiti possono pensare che avere desideri essuali su bambini di 2-3-4-5-6-7 ed essere sani. E solo pervertiti infami possono sostenere con un ignobile studio (sia tecnicamente che metologicamente ) ritenere di averlo “provato” . E solo un lecchino servile e cortigiano può sostenere che quello studio, data la “coomplessità” tecnica lo possono leggere e capire solo chi ha una laurea in psicologia menre gli “altri” dovrebbero astenersi dal farlo.

            PS:l dichiazione si Sarina è un presa per i fondelli. Adatta a te.

          • Toni scrive:

            Carissimo
            Tre post ho in moderazione. pazienza… non farti prendere dall’ansia.

          • Giannino Stoppani scrive:

            Confermando in pieno il fatto del “mitra” come estrema ratio per difendere le libertà costituzionali (anche se trovo il fucile d’assalto più adatto), ti faccio notare che pure nell’ambito della Chiesa Cattolica si ordinano sacerdoti degli uomini sposati.
            Quindi anche oggi hai ragliato.
            Ti ricordo anche che sei stato tu a scrivere la seguente frase:
            “L’essenzialità di una madre è un pregiudizio”.
            La cosa comica è che tu non ti rendi minimamente conto che questa agghiacciante mezza riga ha il potere di annichilire agli occhi o agli orecchi di ogni essere senziente, tutti gli autorevoli studi del menga che tu e tutti i tuoi autorevoli complici potrete mai cucinare.

            • lucillo scrive:

              Giovannino/Giovanna
              ti stanno saltando i nervi
              attento a non sbagliar mira col tuo fucile!
              rischi di ammazzare con fuoco amico

              • Toni scrive:

                Ho un post per te dove rispondo alla tua ironia e dove spiego il “Lo decidi tu? Imbroglione” sotto. Ma mi moderano troppo.

              • Giannino Stoppani scrive:

                Non mi pare tu ti debba preoccupare più di tanto, perché nel caso disgraziato in cui ci fosse un conflitto con in ballo le libertà fondamentali garantite dalla Costituzione della Repubblica Italiana, tu ti infischieresti dei principi e andresti senza indugio dalla parte del più forte.
                E più il forte è carogna e meglio ti ci trovi insieme, perché chi vuol negare la libertà di coscienza per questioni di pizzicore rettale, ha l’animo del kapò.

                • Toni scrive:

                  In caso ci fosse un conflitto con in ballo le “libertà fondamentali garantite dalla Costituzione della Repubblica Italiana” lui pur di salvarsi si venderebbe tutti “i concetti antropologici” che ha vicino ” compreso il “pregiudizio” che non “cambierebbe con nessun altro genitore al mondo”

                  Leggi di Più: Perché non si parla più della legge sull’omofobia | Tempi.it
                  Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

              • Toni scrive:

                Caro Lucillo

                Non so a Giannino, di cui invidio l’ironia, ma ti assicuro che a me quando il volgare calunniatore insiste con il mitra mi indispone più degli attacchi che rivolge a me (per i quali me ne infischio) .
                Tempo addietro io riportavo in una discussione la seguente frase di Gandhi : “La mia fede nella nonviolenza è una forza estremamente attiva. Non lascia posto alla viltà e neppure alla debolezza. Vi è speranza che il violento diventi un giorno nonviolento, ma per il vile non ve n’è alcuna. Perciò ho detto più volte che se non sappiamo difendere noi stessi, le nostre donne e i nostri luoghi di culto con la forza della sofferenza, vale a dire con la nonviolenza, dobbiamo almeno, se siamo uomini, essere capaci di difendere tutto questo combattendo.”
                “Rischierei mille volte la violenza piuttosto che la distruzione di tutto un popolo.”

                Allora MicheleL (nel proseguo ImbroglioneL) mi rispose in questo modo :

                “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA . Nego la violenza come metodo primario, quella stessa violenza verbale che lei riserva agli avversari quando capisce di avere torto.
                NON VEDO CONTRADDIZIONE tra le parole di Ghandi e le idee che ho espresso.”

                Carissimo Lucillo,
                tralasciando la parte dove lui si scaglia contro di me (a ragione o a torto… forse a ragione… ma non è questo il punto) ti faccio notare che l’ImbroglioneL ha la stessa posizione di Giannino il quale per difendere la LIBERTA e CIVILTA’ non può che abbracciare il mitra (tranne che l’ImbroglioneL cronico per difendere quei valori userebbe la fionda o l’astuccio della penna con il pallino di carta) .

              • giovanna scrive:

                Pensa, Lucillo che fa una battuta su una questione tra micheleL e giannino, la roba del “fucile ” !!!!
                Lucillo ridotto a nick d’appoggio di micheleL !
                Non resisti , senza nick d’apoggio, eh, trollona !!!
                Basta con queste troll-firme, trollona o ti bocciano all’esame finale dei super-troll !!!

                E anche insinuare che Giovanna e Giannino siano la stessa persona, non è una troll-firma coi fiocchi ?
                Non tutti hanno bisogno di imbrogliare le carte, di mistificare, di molestare il prossimo come fai tu, super-trollona !
                Sei ridicolissima, povera, e il peggio è che manco te ne accorgi !

            • MicheleL scrive:

              E chi decide quando la ratio è estrema? Un estremista come lei? Si vergogni, assassino.

              • Giannino Stoppani scrive:

                Ti conviene chiedere scusa immediatamente.

                • MicheleL scrive:

                  Giannino Stoppani
                  11 febbraio 2016 alle 16:14
                  Non c’è problema. I nostri nonni hanno imbracciato il mitra per difendere questi principi di civiltà, lo faremo anche noi.
                  Leggi di Più: Perché non si parla più della legge sull’omofobia | Tempi.it

                  • Toni scrive:

                    Giannino Stoppani
                    11 febbraio 2016 alle 16:14
                    Non c’è problema. I nostri nonni hanno imbracciato il mitra per difendere questi principi di civiltà, lo faremo anche noi.

                    Leggi di Più: Sanremo e Ddl Cirinnà. «Conformisti» | Tempi.it
                    Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

                    MicheleL
                    20 novembre 2015 alle 19:02

                    “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA .

                    Leggi di Più: Hadjadj: «Riscopriamo virilità del cristianesimo» | Tempi.it
                    Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

                    PS: a quale forza ti riferivi? al braccio di ferro? al tiro di sputo?

                  • Toni scrive:

                    Dimostrazione scientifica dei tratti di MicheleL versione imbroglione.

                    Capitolo 1
                    Per screditare un post di Stoppani che citando estensivamente un articolo di Enzo Pennetta manda al macero 80 rotoli di carta igienica autorevoli risponde:
                    “E cosa ha pubblicato Enzo Pennetta per fare questa disamina? Un articolo sul creazionismo (una “teoria” che sostiene). O sugli EXTRATERRESTRI??
                    Extraterrestri – di Enzo Pennetta e Gianluca Marletta – edito da Rubbettino nel 2011 Un chicca”

                    Leggi di Più: «Il Ddl Cirinnà è inaccettabile» | Tempi.it
                    Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

                    Screditare Pennetta in questo caso significa di aver visionato il libro sugli Extraterrestri, giudicandolo una “chicca” ed affibiargli il ruolo dell’ufologo.

                    Capitolo 2

                    Ma il libro di di Enzo Pennetta Extraterrestri – di Enzo Pennetta e Gianluca Marletta – edito da Rubbettino nel 2011 non è per fissati avvistatori di UFO ma , contrariamente, a quanto ritiene l’oggetto della nostra osservazione scientifica riguarda : “Il MITO degli extraterrestri e l’attesa “messianica” che si addensa intorno alla figura dell’Alieno fanno ormai stabilmente parte dell’immaginario dell’uomo contemporaneo. Pochissimi, tuttavia, sospettano quali legami vi siano fra questo mito – APPARENTEMRNTE connotato in chiave scientifica e tecnologica – e le correnti più ambigue e nebulose dell’occultismo moderno. In questo saggio si ricostruiscono le radici “occulte” e ignorate del mito extraterrestre, attraverso i suoi legami con lo spiritismo ottocentesco, la nascita del contattismo, la mediazione di singolari personaggi a cavallo tra scienza e magia, il ruolo del cinema, l’affermazione dell'”archeologia spaziale” e dell'”interpretazione extraterrestre” dei Libri Sacri; con sullo sfondo la realtà, tanto ambigua quanto evanescente, dei cosiddetti “fenomeni UFO”. Tutti elementi, questi, caratterizzanti un MITO che è anche una delle più incredibili quanto riuscite parodie moderne della religione.” (da Amazon).

                    Conclusioni:
                    Mi sembra un esperimento riuscito e verificabile a tutte le latitudini

                    • Giannino Stoppani scrive:

                      Fantastico Toni!

                    • MicheleL scrive:

                      Ah, perchè adesso che ha chiarito l’imponenza ufologica del lavoro di Pennetta è tutto un altro andare 😀

                      Ma mi faccia il piacere!

                    • Toni scrive:

                      MicheleL
                      20 novembre 2015 alle 19:02

                      “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA .

                      Leggi di Più: Hadjadj: «Riscopriamo virilità del cristianesimo» | Tempi.it
                      Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

                      PS: a quale forza ti riferivi? al braccio di ferro? al tiro di sputo? o…forse sei un cavaliere jedi (“la forza sia con me!!!”)

                      :-) che spasso

                    • Toni scrive:

                      MicheleL

                      Grazie… mi offri materiale per una ulteriore analisi : reazione di un imbroglione provato:

                      La reazione iniziale è sminuire l’accaduto ( “Ah, perchè adesso che ha chiarito l’imponenza ufologica del lavoro di Pennetta è tutto un altro andare”) in secondo luogo fa l’ironico-indignato (con faccina sorridente e un ” Ma mi faccia il piacere!”) che lascia in lui i retrogusto di essere furbo e una persona per bene e civile.

                      Tipico dell’imbroglione cronico cialtronesco

                      L’ulteriore reazione è strabiliante…. ma esporrò al prossimo conatoL

                    • MicheleL scrive:

                      Prego Toni :) Mi dia pure dell’imbroglione e del falso, io non conto nulla. Io riporto pareri e li contestualizzo, come contestualizzo Pennetta. Chiunque poi può verificare, come fa Andrea UDT per poi restare con il cerino in mano non avendo più nulla da dire.

                    • Toni scrive:

                      Io ti do dell’imbroglione e del falso perché lo sei. E se sei imbroglione e falso legittimi il ritenere che riporti e contestualizzi imbrogli e falsità.
                      L’essere bugiardo porta all’accettazione di norme e regole del codice dei bugiardi.

                    • MicheleL scrive:

                      Una perla Toni, “sì perchè di sì” :)

                      Toni, 11/02/2016
                      “Non dai sufficenti elementi di valutazione sulla serietà di ciò che credi”.
                      In: Perché non si parla più della legge sull’omofobia | Tempi.it

                  • Giannino Stoppani scrive:

                    Comunque io rimango dell’opinione che per costui era meglio ricredersi chiedere scusa.
                    Dando di “assassino” a chi si ripropone di seguire le orme degli avi che hanno difeso la libertà con le armi, egli è diventato di fatto impresentabile anche per chi non lo conosce.
                    Ho idea che pure gli attivisti veri se potessero lo farebbero interdire.
                    Fa più danni lui che Lo Giudice, che per compiacere il proprio narcisismo (!) con un’intervista alle Iene ha mandato in vacca una campagna intera basata sulla menzogna che la Stepchild paraponzi “non c’entra nulla” con l’utero in affitto…

                    • MicheleL scrive:

                      Giannino Stoppani
                      11 febbraio 2016 alle 16:14
                      Non c’è problema. I nostri nonni hanno imbracciato il mitra per difendere questi principi di civiltà, lo faremo anche noi.
                      Leggi di Più: Perché non si parla più della legge sull’omofobia | Tempi.it

                    • Toni scrive:

                      MicheleL (scusa l’avevo collocato sopra)
                      20 novembre 2015 alle 19:02

                      “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA .

                      Leggi di Più: Hadjadj: «Riscopriamo virilità del cristianesimo» | Tempi.it
                      Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

                      PS: a quale forza ti riferivi? al braccio di ferro? al tiro di sputo? o…forse sei un cavaliere jedi (“la forza sia con me!!!”)

                      :-) che spasso

                    • MicheleL scrive:

                      Alle forze dell’ordine e all’esercito, con tutte le tutele istituzionali ad essi legate.

                    • Giannino Stoppani scrive:

                      I militari dell’esercito e gli appartenenti alle forze dell’ordine hanno pronunciato lo stesso mio giuramento di fedeltà alla Costituzione, e quindi se tu e i tuoi compari davvero oserete tentare di conculcare le libertà fondamentali che essa prevede, sarà difficile che potrete contare sul loro appoggio.
                      A meno che coi quattrini di Soros e compagni di Merenda Bildenberg non facciate un bel golpe stile repubblica delle banane…

                    • Toni scrive:

                      Disse il saggio istruendo l’allievo su chi spetta difendere libertà e civiltà:
                      “Alle forze dell’ordine e all’esercito, con tutte le tutele istituzionali ad essi legate.”

                      L’allievo con fame di conoscenza chiese:
                      “E se le forze dell’ordine e l’esercito creano regimi come in sudamerica”

                      Il saggio con sguardo severo e benevolo (un saggio sa farlo) gli rispose:
                      “Abbiamo le schiere del gay pride, armati di tanga, latex e frustini, paillette e cotillon … nulla può vincere”

                      PS: :-) …. come dicevo, mi basta quello che scrivi

              • Toni scrive:

                Lo decidi tu? Imbroglione

              • Toni scrive:

                Assassino?

                “Lo stampi e lo spedisca. Ci penserà la magistratura. Lei non ci arriva a capire che non si può calunniare le persone…. ”

                Che essere…..

                • Giannino Stoppani scrive:

                  Confesso che sono curioso di leggere la tiritera con la quale questo bel tomo ci spiegherà che manifestare l’intento di onorare il giuramento di difendere la Costituzione e la Patria da chi ne minaccia l’integrità e i principi fondamentali per costui equivale ad essere “assassini” (o “terroristi” come diceva l’altro giorno).
                  E che quindi i nostri nonni partigiani, soldati, marinai e avieri che imbracciarono le armi per aiutare gli alleati a liberare l’Italia dal totalitarismo nazifascista furono anch’essi degli “assassini”, paragonabili, nell’intento omicida, alle brigate rosse e simili.
                  Continuo a pensare che secondo me gli conviene chiedere scusa.

                  • Giannino Stoppani scrive:

                    Ah, già. Ma dell’ordinazione sacerdotale di sposati nell’ambito della Chiesa Cattolica che mi dici?
                    Trovato nulla su wikipedia?

              • giovanna scrive:

                Ah, bella questa, cara trollona MIcheleL, allora chiami i partigiani “assassini ” ?
                Ma piantala, che quando prendi questi puntigli sei ancora più ridicola di quanto sei ridicola in genere.
                Quanto la potrai tirare in lungo con questa scemenza ?
                Ormai, esauriti nella vergogna gli 80studi80, DOVEVI attaccarti a qualcos’altri per continuare a sfogarti trollando !

                Scusa, Giannino, ma tu veramente credi che micheleL sia un omosessuale o un gay ?
                Non è né uno , né l’altro, è una poveraccia che interpreta dei personaggi, non gliene importa nulla né dei gay, né, tantomeno, degli omosessuali….non le dare la soddisfazione di pensare che sia quello che dice.

                • Giannino Stoppani scrive:

                  Ne abbiamo già trattato, mi pare.
                  Comunque rimanere ognuno nelle proprie convinzioni se non altro ci consente di frazionare il rischio.

          • Toni scrive:

            La moderazione mi tratta male, ma nei post che forse pubblicheranno mi mi era sfuggita la solita tua perla da vigliacco:

            “Sta a vedere che adesso le vittime di Breivik se la sono voluta…Ma lei è fuori di testa!”

            Ma imbecille , come puoi interpretare quello che ho scritto in questo modo? Lo vuoi cristiano? Allora mi spieghi come mai ha dichiarato che non faceva parte della chiesa luterana, dove si era stato battezzato, perché la vedeva venduta al multiculturalismo. Perché contro la fede cattolica perché l’accusava che si era venduta all’Islamismo? Perché era massonico, con simpatie pagane-nordiche . Come fai ad attribuiree certe cose…come…. non lo capisco…. forse …dico forse … perché così come lo scorpione per natura punge la mano che lo salva … tu calunni :-)

          • Toni scrive:

            Ritento
            Penoso e triste

            Sul mitra: Scandalizza al pervertito compratore di bambini, sostenitore della giusta e sana pedofilia, che i principi di liberta e civiltà si difendono con il mitra.

            I protestanti hanno abbandonato la Chiesa ed hanno così tradito Cristo, che pregava il padre perché fossimo uno come Lui ed il Padre, non l’hanno fatto e si sono frantumati in 50.000 pezzettini.

            Le donne, Cristo, non le ha scelto come apostoli… non so il perché, nessuno lo sa di preciso. Era trasgressivo, rispetto all’epoca e, a mio avviso, anche rispetto ad oggi . Non c’è teologicamente nulla che possa spiegarlo, Sicuro c’è che Dio ha innalzato la Sua Santa Madre più di ogni altro essere umano. Per il resto la Chiesa nonostante i limiti che può avere nei confronti delle donne (perché li ha ) riconosce in loro una dignità che i nuovi schiavisti (compratori di uteri e di ovuli a sbafo) neppure si sognano nonostante il celarsi dietro finte difese.

            Sulla pedofilia non è una mia fissa, ma un grido: Solo pervertiti possono pensare che avere desideri sessuali su bambini di 2-3-4-5-6-7 ed essere sani. E solo pervertiti al quadrato possono sostenere con un ignobile studio (sia tecnicamente che metodologicamente) ritenere di averlo “provato” tale sana normalità. E solo un servile e cortigiano può sostenere che quello studio, data la “complessità” (paraponzipò) tecnica lo possono leggere e capire solo chi ha una laurea in psicologia mentre gli “altri” dovrebbero astenersi dal farlo.

            Poi se da questo trai altri :-) armadi… fai pure, ma sappi che sono io che ti voglio ridotto così.

            PS: La dichiazione si Sarina APA è un presa per i fondelli. Adatta a te.

            • MicheleL scrive:

              Giannino Stoppani
              11 febbraio 2016 alle 16:14
              Non c’è problema. I nostri nonni hanno imbracciato il mitra per difendere questi principi di civiltà, lo faremo anche noi.
              Leggi di Più: Perché non si parla più della legge sull’omofobia | Tempi.it

              Spariamo anche ai protestanti?

              Tante chiacchiere, ma resta il fatto che in ambito religioso, un abito di potere, le donne non contano nulla. Con ovvi riflessi sulla società.

              Lo studio di Rind et al è criticatissimo e criticabilissimo. Cade in seno ad una letteratura che mira a curare, comprendendo l’entità del danno. Ha analizzato e riassunto 59 studi sugli abusi per farne un sunto che valutasse l’entità del danno, così che si possa gestire in modo ottimale la vittima dell’abuso. L’APA non ha fatto altro che dire che ogni ricercatore deve essere libero di fare la sua ricerca finché è metodologicamente corretta, non commentando l’articolo ma chiarendo comunque che

              “l’abuso sessuale dei minori è dannoso e sbagliato e gli studi non sono in alcun modo una giustificazione della pedofilia” e “ogni interpretazione politica deve essere evitata”.
              Può leggersi tutta la dichiarazione cercando Sara Martin, APA Monitor staff.

              La parola “clinico”, ovvero relativo ad una patologia, ricorre nello studio 67 volte. E’ stato citato in oltre altri 1000 articoli e 500 di questi riguardano specificamente la terapia psicologica.

              Ecco le conclusioni:

              “Infine, è importante considerare le implicazioni di questo studio per le posizioni morali e giuridiche riguardo agli abusi su minori. Se è vero che illiceità in materia sessuale non implica nocività (cfr Money, 1979), allora è anche vero che la mancanza di nocività non implica la mancanza di illiceità.
              I codici morali di una società per quanto riguarda il comportamento sessuale non devono essere, e spesso non sono stati, il frutto di considerazioni di nocività psicologica o salute (cfr Finkelhor , 1984). Allo stesso modo, i codici legali possono essere, e sono stati spesso, sconnessi da tali considerazioni (cfr Kinsey et al., 1948).
              In questo senso, i risultati di questo studio non implicano che le definizioni morali o giuridiche debbano essere riviste riguardo ai comportamenti attualmente classificati come abusi su minori e che tali considerazioni debbano essere abbandonate o anche alterate. Gli attuali risultati sono rilevanti per morale e posizioni giuridiche SOLO NELLA MISURA UN CUI QUESTE POSIZIONI SI BASANO SULLA PRESUNZIONE DI UN DANNO PSICOLOGICO.”

              • Toni scrive:

                Ti ho risposto

                • Toni scrive:

                  Ma ritento
                  Disse il MicheleL
                  20 novembre 2015 alle 19:02
                  “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA .

                  NON VEDO CONTRADDIZIONE tra le parole di Ghandi e le idee che ho espresso.”

                  (le parole di Gandhi erano: ho detto più volte che se non sappiamo difendere noi stessi, le nostre donne e i nostri luoghi di culto con la forza della sofferenza, vale a dire con la nonviolenza, dobbiamo almeno, se siamo uomini, essere capaci di difendere tutto questo combattendo.”)

                  Per approfondimenti:
                  Leggi di Più: Hadjadj: «Riscopriamo virilità del cristianesimo» | Tempi.it
                  ——–
                  Dire che bisogna sparare ai protestanti in base a quello ce ho scritto (la loro frantumazione per disubbidienza a Dio) è un tuo solito atto disonesto. Come puoi fare un tonfo logico di queste dimensioni? I protestanti sono nostri fratelli sviati… ma nostri fratelli. Minacciano libertà e civiltà?

                  Sullo studio Rind stai dicendo queste scialbe banalita da almeno un mese facendo non solo il finto tonto ma anche lo spocchioso sostenendo che lo studio deve riservato a psicologi di un certo calibro …. insomma meravigliosa gente come te . Uno studio banale che raccoglie come elementi di prova, a sostegno di mancati danni ai bambini, dati fondati su MANCATI CONTATTI FISICI tra adulti e bambini. Come sostenere che la droga fa poco male basandosi su gente che la droga non l’ha assunta.

                  Il fatto che lo giri sulle implicanze giuridiche ti ho già detto che è solo un modo di deviare il discorso. Il punto è che si è legittimata, anche giuridicamente , una propaganda pro pedofila in nome di una sana pedofilia (che ricordo: è fatta di fantasie sessuali su bambini pre-puberali )che darà frutti nel tempo (secondo un percorso che tu conosci). Come puoi condannare una persona che è sana è propaganda una apertura ad una sessualità responsabile e consapevole con bimbi consenzienti. Frutti già in maturazione: per questo in Olanda si può avere un partito pedofilo, per questo associazioni pedofile rivendicano il diritto per liberare i bambini in nome di una sana sessualità consenziente tra adulti bambini. Per questo in Giappone prolifera una stampa vergognosa fondata su fantasie indicibili (nulla da dire?) . Per questo si è avuto in Germania un ministro iscritta ad una associazione para-massonica che aveva tra i suoi obbiettivi la “liberazione” (pedo) dei bambini (ne hai sentito parlare?).
                  Sono premesse che lasciano pochi dubbi su l’obbiettivo finale.
                  Tu hai ragioni per non riconoscere questo perché il tuo misero castello di carta è fondato sul presupposto dell’APA (che ha pubblicato lo studio riconoscendogli autorevolezza nel metodo condotto) è una fatina gentile e buono che non persegue fini ideologici, malleabile alle forze di pressione che vanno per la maggiore rimodulando il concetto di “sanità mentale”. Purtroppo con Rind ha perso la maschera, con tutta la faccia.

                  W Galasi (vero gay e non baro)

                  • Toni scrive:

                    e* propaganda

                    dell’APA … è una fatina gentile e buona*

                  • MicheleL scrive:

                    Cito Gandi anche io e ci vediamo al tramonto con due rivoltelle? La violenza si usa per difendersi, non per imporre un sistema religioso-domatico.

                    Lo studio di Rind non legittima nulla. Non dovrebbe nemmeno essere letto da non esperti.

                    Cos’è che non capisce di
                    “In questo senso, i risultati di questo studio non implicano che le definizioni morali o giuridiche debbano essere riviste riguardo ai comportamenti attualmente classificati come abusi su minori e che tali considerazioni debbano essere abbandonate o anche alterate. Gli attuali risultati sono rilevanti per morale e posizioni giuridiche SOLO NELLA MISURA UN CUI QUESTE POSIZIONI SI BASANO SULLA PRESUNZIONE DI UN DANNO PSICOLOGICO.”
                    ?

                    E di

                    “l’abuso sessuale dei minori è dannoso e sbagliato e gli studi non sono in alcun modo una giustificazione della pedofilia” e “ogni interpretazione politica deve essere evitata”.
                    Sara Martin, APA Monitor staff.
                    ?

                    Tutto il resto è il suo solito Gomblotto. Dove sono i dati su un aumento di crimini pedofili in Olanda, in Germani e in Giappone (dove certa pubblicazione oscena è diffusa da quando esistono i fumetti)? Di cosa stiamo parlando?

                    Quanto le piacerebbe che io fossi Galasi, eh? E invece no, se la deve vedere con me, che non gliene lascio passare una :)

                    • Toni scrive:

                      Mon riesci ad andare lontano con l’ironia. Tu hai commentato le parole di Gandhi.

                      Disse il MicheleL
                      20 novembre 2015 alle 19:02
                      “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA .

                      NON VEDO CONTRADDIZIONE tra le parole di Ghandi e le idee che ho espresso.”
                      (le parole di Gandhi erano: ho detto più volte che se non sappiamo difendere noi stessi, le nostre donne e i nostri luoghi di culto con la forza della sofferenza, vale a dire con la nonviolenza, dobbiamo almeno, se siamo uomini, essere capaci di difendere tutto questo combattendo.”)

                      Per approfondimenti:
                      Leggi di Più: Hadjadj: «Riscopriamo virilità del cristianesimo» | Tempi.it

                      Lo studio di Rind lo devi commentare tu?…. mister “chicca” bocca della verità?

                      Di cosa stiamo parlando? Dei pedofili che difendi tu. Per me è schifoso anche chi desidera lo schifo. Per te no

                      Galasi è più vero di te… tu sei una parodia che mi diletta. Resta con me, dato che vuoi farti del male, … per te ho tutto il tempo che vuoi.

                    • Toni scrive:

                      Come al solito esprimi inconsistenza ai limiti del nulla. Non pretendo da te altro , non spero altro, essendo un fantozziano impiegato arcobaleno.
                      Non hai detto nulla tranne che riportare servilmente ignobili giustificazioni ed esprimere l’incapacità di pensiero autonomo.

                      Infatti chiami “gomblotti” i “fatti ” come ti ho riportato : Olanda si può avere un partito pedofilo (un fatto), per questo associazioni pedofile rivendicano il diritto per liberare i bambini in nome di una sana sessualità consenziente tra adulti bambini (un fatto… chiedolo all’ILGA). In Giappone prolifera una stampa vergognosa fondata su fantasie indicibili (un fatto) . Per questo si è avuto in Germania un ministro iscritta ad una associazione para-massonica che aveva tra i suoi obbiettivi la “liberazione” (pedo) dei bambini (un fatto).

                      Ma tu sei un amico e sostenitore della “sana” pedofilia…. che aspettarsi?

                    • MicheleL scrive:

                      Le ho ri-risposto perchè ha bisogno di rileggere tutto da capo. Nel frattempo che attendo la redazione, le ripongo la domanda: dove sono i dati sugli abusi di Germania, Olanda e Giappone e come sono rispetto a quelli Italiani?

                  • MicheleL scrive:

                    Sulla violenza veda sotto, mi pare che le prema.

                    Sulla pedofilia capisca che l’amico del nambla è lei. Lei che ne accetta la scellerata e assurda interpretazione di un testo che non è stato scritto per un pubblico impreparato scientificamente e culturalmente (come lei e il nambla). Lei che per fare un torto all’APA consegnerebbe una giustificazione al nambla.

                    D’alta parte solo un disonesto con problemi di pedofilia o altro condizionamento mentale potrebbe ignorare la chiara precisazione con sui si conclude lo studio di Rind et al e la ancora più chiara -perchè divulgativa- presa di posizione dell’APA.

                    Solo un disonesto che vuole distruggere l’APA per la sua colpa di non accettare la censura e l’oscurantismo e di usare metodi chiari, dibattibili e verificabili che evidenziano tutta la vacuità delle posizione dei suoi oppositori (Regnerus e Sullins le vostre punte di diamante…).
                    Infatti lei poi millanta una crescita della pedofilia in Germania, in Olanda o in Giappone, ma questi eventi non risultano nonostante la stampa oscena in Giappone sia diffusa da decenni. E intanto in Italia gli scandali delle violenze sui minori sono frequenti, anche in quell’ambiente che si propone come modello di virtù…Quanto meno strano. No?

                • Toni scrive:

                  Avevo riproposto con alcune varianti. Ma ho visto ora la pubblicazione. puntualizzo solo che:

                  Disse il MicheleL
                  20 novembre 2015 alle 19:02
                  “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA .

                  NON VEDO CONTRADDIZIONE tra le parole di Ghandi e le idee che ho espresso.”
                  (le parole di Gandhi erano: ho detto più volte che se non sappiamo difendere noi stessi, le nostre donne e i nostri luoghi di culto con la forza della sofferenza, vale a dire con la nonviolenza, dobbiamo almeno, se siamo uomini, essere capaci di difendere tutto questo combattendo.”)

                  Per approfondimenti:
                  Leggi di Più: Hadjadj: «Riscopriamo virilità del cristianesimo» | Tempi.it

                  ——–
                  Dire che bisogna sparare ai protestanti in base a quello ce ho scritto (la loro frantumazione per disubbidienza a Dio) è un tuo solito atto disonesto. Come puoi fare un tonfo logico di queste dimensioni? I protestanti sono nostri fratelli sviati… ma nostri fratelli. Minacciano libertà e civiltà?

                  • MicheleL scrive:

                    La minaccia alla civiltà è un concetto molto lasco. In base a quello può piantare una pallottola in fronte a chiunque.

                    • Toni scrive:

                      Chi ha scritto di sparare una pallottola in fronte a chiunque?

                      “IO NON SONO CONTRARIO ALL’USO DELLA FORZA .

                      NON VEDO CONTRADDIZIONE tra le parole di Ghandi e le idee che ho espresso.”
                      (le parole di Gandhi erano: ho detto più volte che se non sappiamo difendere noi stessi, le nostre donne e i nostri luoghi di culto con la forza della sofferenza, vale a dire con la nonviolenza, dobbiamo almeno, se siamo uomini, essere capaci di difendere tutto questo combattendo.”)

                      Per approfondimenti:
                      Leggi di Più: Hadjadj: «Riscopriamo virilità del cristianesimo» | Tempi.it

                    • MicheleL scrive:

                      C’è differenza tra uso della forza e abuso della violenza. Saprebbe spiegarmi la differenza, lei che la evoca con tanta convinzione?

                      E no, non è uso quando la usa lei e abuso quando la usano gli altri, perchè sospetto che con i chiari di luna che la caratterizzano potrebbe sembrarle una verità assoluta…

        • Susanna Rolli scrive:

          Bello i paramenti sopra il ginocchio! magari con un calzino sempre abbinabile al multicolor ( intramontabile il bianco, va su tutto) …Ma dimentichi, carissimo Toni che più Toni non ce n’è, di citare le musiche: bando ad organi e violini, e via alle musichine con sottofondi newageani.
          Bella una Chiesa così!, io ci dormirei pure dentro!

      • lucillo scrive:

        Non ti riconosci nella definizione di cattolica e tradizionalista?
        cattolica progressista?
        laica tradizionalista?
        neo-animista?
        pseudo-cottimista?
        bigotto-comunista?
        istantiva-immanentista?
        Le altre non so, ma illuminami tu.

        • Toni scrive:

          Dici a me?

        • giovanna scrive:

          Trollona, qui Lucillo e c, con questi aggettivi rivolti a Susanna non fai ridere.
          Sei arida, noiosa e pesante.
          Ci provi, a far ridere, ma l’ironia non è delle tue corde.
          Quando il Padreterno l’ha distribuita, tu eri a spuzzettare sul web.

        • Susanna Rolli scrive:

          Col tempo, vengo da un’influenza over 39, attendo riassestamento neuroni.

        • Susanna Rolli scrive:

          @ Lucillo

          Direi piuttosto:
          nostalgica-presente (Malika Ayane). Tanto per rimanere in clima sanremese.

  5. Giulia scrive:

    1) Una volta per tutte, e mi rivolgo a chi ha commentato l’articolo: l’utero in affitto NON É CONTEMPLATO dal ddl Cirinnà. NON E’ CONTEMPLATO. Quindi, come lo é ora, non sarà legale in italia fino a quando (se accadrà) si metterà in discussione. Quindi é inutile parlarne. “Si però poi magari…..”. No. Le leggi non si fanno sul “magari”. Se NON é previsto, NON é previsto.
    2) Parlate di “lottare”. Ora, storicamente (visto che le tradizioni sono importanti? 😉 ) nelle grandi battaglie per i diritti hanno vinto coloro che li richiedevano o chi remava contro? Parlo di diritti, non di privilegi.
    3) Cosa cambia a voi se GLI ALTRI godono di diritti che prima non avevano, ma che voi avete GIÀ? Cosa vi toglie? Mette in discussione quanto amiate la vostra famiglia? Vi sentite meno importanti di prima di fronte allo Stato? Avete paura…di cosa? Spiegatemi, non lo capisco.
    4) Siete mai stati sfiorati dall’idea che il “conformismo” di cui parlate non sia invece un’idea (giusta) condivisa da molte persone? Da quando in qua se tante persone hanno un’opinione comune diventa conformismo? Se la mettete su questo piano allora anche i vostri numeri (matematicamente dimostrati inferiori alle cifre che tanto millantate) del Family Day possono essere visti come “una persona ha avuto un’idea, tutti gli altri lo hanno seguito per moda”. Ah no. Ora sono cittadini che credono in quel che fanno, vero? Lancio un’ulteriore provocazione: chi di voi va a messa la domenica, ci va perché é convinto di quel che fa o va “per moda”? Io non sono credente, non vado a messa, ma non mi sento minimamente offesa o limitata nelle mie libertà se so che altri lo fanno. Anzi, sono molto contenta per chi va, se dopo l’ora e mezza di messa si sente più felice/in pace con se stesso.
    Perché voi, se pur non volete usufruire delle unioni civili, pretendete che nessuno possa averne diritto?

    Cordialmente,
    Una cittadina italiana in attesa che lo Stato riconosca il suo “esistere” ed elargisca giusto giusto quel paio di diritti che altri cittadini europei simili a lei hanno già da anni.

    • Giannino Stoppani scrive:

      A questo punto lo hanno capito anche i sassi che codesta è una balla puerile.
      Anche se l’utero in affitto non è contemplato con la Cirinnà lo si vuole sdoganare in maniera surrettizia, visto che consente di regolarizzare una situazione frutto di un atto illecito in Italia e in tanta parte di mondo.
      E fatela finita di insultare l’intelligenza degli altri, ché se voi non ne avete non è colpa loro.

      • MicheleL scrive:

        Finocchiaro: Mozione per messa a bando maternità surrogata a livello internazionale.

        Unioni civili, Renzi: “Giusta battaglia all’utero in affitto. Ora si voti”

      • Giulia scrive:

        Fermo restando che la pratica rimane non legale, per qualsiasi tipo di coppia, non le sembra discriminazione che “nel caso” una coppia eterosessuale possa legittimarla e una omosessuale no? Perché se lei sostiene questo é la sua opinione e come tale la rispetto, pur non essendo d’accordo, ma mi é parso di cogliere che sottinteso nelle parole di molti (ripeto, magari non é il suo caso, nell’evenienza mi scusi) che l’utero in affitto é “un crimine” ma vabbé, se la coppia é eterosessuale meno peggio dai.
        E come ho risposto alla signora sotto questi bambini, in ogni caso, esistono già. Senza diritti, ma esistono, respirano, giocano, piangono come gli altri.
        Ah, e mi pare di non essere nel torto nell’affermare che chi offende, accusando la controparte di mancanza di intelligenza, non sono io 😉

        • Michele scrive:

          Anche le coppie etero qualora arrivassero in Italia con un marmocchio appena fatto rischiano l’incriminazione per alterazione dello stato civile. Però taluni tribunali (recentissimo il caso di quello dei minori di Firenze), nel nome del “supremo interesse del bambino”, soprassiedono sul reato e lasciano il bambino coi “genitori”.
          Con gli stessi argomenti si legittima l’utero in affitto per gli etero e per gli omo.

        • giovanna scrive:

          Scusa, Giulia, ce l’hai con me ? No, perché nel caso non ti ho affatto accusato di mancanza di intelligenza, ma di credere che chi difende i bambini e le donne povere del mondo da questi soprusi sia del tutto scemo.
          Altrimenti, tu e altri non continuereste ad insistere col ritornello che la cirinnà non c’entra nulla con l’utero in affitto e continuare a mostrare immagini di compratori di bambini che affermano di non vedere l’ora che la cirinnà sani il loro investimento.
          E pure ci credi scemi se possiamo credere un solo istante che la cirinnà difenda i bambini che ci sono già, perché i bambini che ci sono già verrebbero comunque affidati al compagno dell’acquirente, come già accade…no, dei bambini non vi importa un fico secco, sono uno status symbol, sono merce da comprare…cosa può interessare ad un compratore di bambini se non difendere l’investimento….del bambino se ne frega dall’inizio.
          Sì, ci credi scemi, che tu sia non sia la trollona ( credo che tu lo sia…una persona normale avrebbe chiesto spiegazioni o fatto una battuta…una persona normale… poi c’è quel “cordialmente ” che scappa sempre e solo agli horror-nick della trollona…occhio , e anche le faccine del tutto fuori luogo in una discussione che sembrerebbe toccare la propria vita…invece sono solo chiacchiere al vento, non sentite e non personali ).
          Ciao, trollona, qui “giulia”.
          Cordialmente :-) :-) :-)

          Ma che gusto ci proverai a scivere migliaia di volte la stessa sbobba ( di cui ti interessa meno di zero ) e ricevere migliaia di volte le stesse risposte ?
          Mah, qui andiamo sullo psycho, non c’è dubbio e/o forse su una solitudine infinita.
          Che pena.

          • Giulia scrive:

            @ Giovanna
            Mi sa che sa che psycho qui non sono io 😂 (e si, metto una faccina perché mi va, perché sono dotata di AUROIRONIA, perché data l’età forse so come si usano meglio di voi (colpo di scena!) perché sono stufa di deprimermi per gente come voi…E perché non ho bisogno di giustificare l’utilizzo di faccine.)
            E no, non mi riferivo a lei per “l’accusa di mancanza di intelligenza”! Era in risposta al commento del signor Stoppani e alla sua frase conclusiva. Che, comunque, ha esposto il suo punto di vista anche interessante con più rispetto di quello che ha fatto lei accusandomi di personalità multiple.
            E… again no, io scrivo esclusivamente sotto questo nome, non sono un troll, e immaginare che persone diverse siano la stessa persona e scrivano con stili completamente diversi é davvero fantasioso. O meglio, io posso parlare per me, poi non so se altri utenti usino più pseudonimi.
            E no, ognuno ha la propria sacrosanta opinione, ma per favore non mi venga a dire lei quali argomenti mi stanno a cuore. Perché quello lo so IO. Esatto, io esisto, lo sa questo, signora Giovanna?
            Last but not least…per onestà intellettuale non attribuitemi interventi non miei scritti in passato, perché non mento se dico che é il primo articolo che ho letto su questa testata giornalistica.
            Per il resto…pace e bene. Ognuno per la propria strada. Dopo questo tentativo di dialogo torno nella mia tana (l’ha detto lei che sono un troll, ma mi ritengo piuttosto di gentile aspetto e non ho gradito l’epiteto. Magari un elfo la prossima volta? Disclaimer: ironia. So cosa é un troll nel gergo informatico) ed evito di farmi ulteriormente del male leggendo alcuni commenti. Perché, come lei NON immagina, ho altro da fare.

            • Giannino Stoppani scrive:

              “AUROIRONIA”

              • Giannino Stoppani scrive:

                E scusa tanto se della tua dimestichezza col mezzo elettronico (specie col famoso correttore automatico “inglese”) mi permetto di dubitare del tuo acume, ma non vedo cos’altro si possa fare con chi nega l’evidenza.

                • Giulia scrive:

                  Punta il dito contro un typo (ok, é un refuso, non me ne sono accorta) e non si accorge che forse per lo stesso motivo di autocorrettore nella sua frase non si comprende se dubita della mia dimestichezza con il mezzo elettronico, del mio acume, o di entrambi.

                  • giovanna scrive:

                    Trollona, qui “giulia”, la prossima volta ti consiglio un più consueto “tu” da web-etichetta, dato anche che ti sei presentata come “gggiovane ” !

                    Mamma mia, non ti metterai a puntare i piedi come quando ti sei presentata come “riccardo” , il gay diciottenne che dimostrava 68 anni per come lo facevi parlare, da vecchia carampana vetero-femminista d’antan ?

                    Su, trollona, non scartare l’enigmistica a priori, ti darebbe più soddisfazione senz’altro, con tutto l’acume di cui disponi e che sprechi a man bassa trollando !

                  • Giannino Stoppani scrive:

                    Ma io non l’ho mica scritto di esser un “ggiovane” con tanta “ggiovanile” confidenza col mezzo elettronico, sai?!
                    Mentre te, ahimè, sì.
                    E per di più l’hai pure scritto nello stesso post di “AUROIRONIA”
                    Comunque stai sereno che io dubito sia della tua dimestichezza col correttore automatico in inglese, che del tuo acume.
                    E per favore non chiamare “tentativo di dialogo” l’ennesima riproposizione del solito slogan “la Cirinnà non c’entra nulla con l’utero in affitto”, ché Elton John, Lo Giudice e dicono prossimamente Vendola, il figliolo non l’hanno trovato di certo sotto un cavolo verzotto, anzi meglio, sotto un finocchio zaffiro.

            • giovanna scrive:

              Ma pensa, questa “giulia” che capita qui per la PRIMA volta e già cita i famosissimi stili diversi della trollona e dice che è STUFA di deprimersi con gente come NOI !

              Curioso, veramente curioso, soprattutto per una che afferma di leggere, non solo scrivere, QUI per la PRIMA volta !!!

              Chissà , cara “giulia” se manterrai la promessa di togliere le tende…la stessa promessa , con lo stesso piglio e con le stesse parole identiche, l’hai fatta come “bob”, come “riccardo”, come ” samuele” e non so più con quanti altri horror-nick con cui sei stata beccata e il giorno dopo vai di nuovo col trollaggio spinto !
              Incrociamo le dita !

              Ciao trollona, cordialmente ! :-) :-) :-)
              ( non ti crucciare, si capisce che proprio non hai la capacità di vedere l’effetto ridicolissimo che fai, con questi ridicolissimi “stili diversi” e poi usando le faccine a sproposito e mettendo quel ridicolissimo “cordialmente” come troll-firma , per non parlare di quel ridicolissimo “lei” che usi ogni volta che tiri fuori un horror-nick nuovo ! )

              • giovanna scrive:

                Che poi, trollona, andare a tirare fuori la storia di altri interventi a nome “giulia”, che nessuno ti ha rinfacciato, mentre te li avevo rinfacciati quando ti eri presentata come “bob” !!!
                E anche con altri horror-nick…, ma come ti viene in mente di straparlare così, sono in imbarazzo per te in quanto troll, su , piantala, sei penosa…c’è anche un’etichetta del troll da rispettare !
                Va bene trollare, trollare, trollare fino allo sfinimento…ma non si può farsi beccare così’ , c’è una professionalità del troll !

    • Luca P. scrive:

      “Cosa cambia a voi se GLI ALTRI godono di diritti che prima non avevano, ma che voi avete GIÀ?”
      A me personalmente non cambia nulla … ma a quei bambini che hanno un diritto naturale di avere una figura materna ed una paterna cambia molto.

      • marina scrive:

        Esatto! Qui si parla sempre dei diritti di tutti, tranne di quelli dei bambini di avere, per quanto possibile, un padre e una madre. Nessuno ha diritto ad avere un figlio, nessuno.E’ puro egoismo e se anche nella Cirinnà non si parla di utero in affitto, è evidente a tutti che è lì che si va a parare. Già qualcuno lo fa illegalmente, vogliamo aggiungere errore ad errore? Ma che ragionamento è? Sono io che non capisco! Inoltre, è insopportabile il condizionamento dei media di questi giorni, i nastrini di Sanremo poi sono stati vergognosi, come il bombardamento in atto su tutti i canali televisivi. La maggioranza degli italiani NON vuole la stepchild, ma sui media sembra il contrario. Sui social chi esprime le proprie idee riceve insulti pesantissimi e molto volgari, a dimostrazione del livello di civiltà e responsabilità di tanti sostenitori di una legge immorale e pericolosa.
        Tutti ad esaltare un cantante miliardario che si è comprato due figli….. ma in che mondo siamo?
        Mi dispiace il tono duro, ma davvero non se ne può più.

        • lucillo scrive:

          Maggioranza?
          e allora fate un referendum
          ma stavolta la campagna del non-voto per conquistare una finta vittoria non funziona: non vi potete imbarcare gli indifferenti a tutto, i residenti all’estero, i malati, gli indecisi…
          Prego, accomodatevi

          • Giannino Stoppani scrive:

            Stai sereno che se questo pastrocchio di legge ottiene nonostante tutto il visto della Corte Costituzionale, allora puoi scommettere che anche il referendum sarà considerato inammissibile.

    • giovanna scrive:

      Scusa, Giulia, allora perché, se l’utero in affitto non c’entra niente con la Cirinnà, la sponsorizzano accanitamente, più che accanitamente, le coppie gay che hanno comprato un figlio all’estero, affermando che non aspettano altro che sia riconosciuto il loro abuso ai danni del bimbo ?
      In che senso tu sei una cittadina italiana che aspetta che lo Stato riconosca i suoi diritti ?
      Intendi il diritto di far credere ad un bambino che la sua mamma o il suo papà sono un “concetto antropologico ” ?
      A volte, ho veramente il dubbio che ci considerate un pochino scemi, noi che difendiamo i bambini e le donne da queste violenze.
      Spero che tu, Giulia, non sia la trollona, che non avrei tempo da perdere.

      • Giannino Stoppani scrive:

        Anche i condoni edilizi o fiscali servono a sanare abusi che ci sono già, ma ogni volta che si prospetta un provvedimento di questo genere quelli stessi che ripetono come un mantra lo slogan che “l’utero in affitto non c’entra nulla eccetera” si mettono a strepitare che coi condoni di fatto si favorisce l’illegalità.

      • andrea udt scrive:

        Le scrivo al volo: due genitori omo possono essere buoni genitori. Ma il rischio che si corre e’ enorme, ed è tutto a carico dei figli.

        Perché lo capisce anche lei che da adulti consapevoli la domanda “chi sono io, quali le mie origini, chi il mio padre nella carne e mia madre nella carne” torna prepotente.

        E i contraccolpi possono essere enormi.

        Capisce anche lei che la complementarietà uomo donna e’ una ricchezza in più e non sta a noi adulti la possibilità di privarli di questo a tavolino.

        C’è poi una ineludibile questione etica e di diritto, riguarda se la vita si possa comprare e il diritto di conoscere le proprie origini.

        Mi creda, non le voglio togliere diritti, non voglio che i figli arcobaleno siano figli di un Dio minore.

        Che si cerchino altre strade, anche alla luce del fatto che già la legislazione vigente sui minori l’interesse del minore e’ sempre prevalente.

        Ma per i motivi che ho (troppo) sinteticamente esposto il matrimonio egualitario con un altro nome di convenienza non è accettabile.

        E se lei non si conforma al pensiero facile, sbrigativo e dominante sa che le ragioni ragionevoli forti per opporsi ci sono.

        Se commenterà ancora avrò la possibilità di spiegarmi più dettagliatamente.

        Ciao Giulia.

        • Luca scrive:

          Contraccolpi?
          Beh, sì, il rischio c’è. Soprattutto se a quel bambino nessuno ha mai spiegato che concetti come “origini” e “sangue” attengono a quell’ancestrale bisogno di identificazione tribale che la società civile s’è lasciata ufficialmente alle spalle da secoli.

          • Giannino Stoppani scrive:

            Sarebbe meglio tu non evocassi immagini di quello che certa gente ama tanto collocare “dietro le spalle”…

          • Toni scrive:

            Luca
            In vero la società si è lasciata alle spalle uno stato orgiastico che caratterizzava i primitivi raggruppamenti umani (Erich Fromm- Anatomia della distruttività umana) . L’emergere dell’umanità con lo scoprire il senso della famiglia ha consentitodi passare da uno stato selvaggio, pre-sociale alla costruzioni di civiltà (Lévi-Strauss). Per cui quello che assistiamo oggi, nei nuovi barbari dalle sembianze civili, è un percorso inverso, di involuzione . Cosa questa che è possibile anche con un uso distorto di strumenti democratici, in quanto non esente da condizionamenti di poteri sistemici.
            ti puntualizzo inoltre che non c’è contraddizione neppure tra una società, come quella odierna, altamente tecnologica che vede la componente umana degradata dal punto di vista dei sentimenti volontà e ragione (un “tutto fa brodo” che corrisponde a tutto è “pregiudizio” o un “relativo concetto antropologico”).

            • Giannino Stoppani scrive:

              Caro Toni, dato che sei in vena di citazioni cinefile, mi sembra il caso di fare una risata, e non volendo dar ulteriormente da fare al moderatore, mi limito a suggerirti di cercare un video con la seguente chiave: “Johnny Stecchino assassino”…
              Poi mi fai sapere se la risposta ti pare “a tono”…

        • giovanna scrive:

          Ma tu, Andrea UDT, ci credi che esista una tal “giulia” ?
          Non vedi che non ha alcuna partecipazione emotiva, è tutta uno slogan, mette le faccine a sproposito, in un argomento che dovrebbe essere serissimo per lei….dai, è solo un ennesimo fake della trollona…
          C’era un periodo , l’anno scorso, che sembrava ci fosse una vera invasione di gay, maschi o femmine, ognuno con la loro bella storiella inventata, poi per un periodo aveva smesso…ora vedo che ricomincia…fidati, ne compariranno altri a ripetere a pappagallo le storielle di gay con figli, senza figli, che hanno le battute a scuola o al lavoro, che soffrono indicibilmente, ma mettono le faccine !

          • andrea udt scrive:

            Non so..

            Ma che ci siano attivisti prezzolati che che scrivono qui ci credo.

            Ne ho avuto conferma oggi: tutta la sezione informativa sulla GPA e’ sparita dal sito arcobaleno. Compreso il passo in cui si parlava di co-quadri-parenting (coppia omo che collabora con coppia lesbica per fare figli). Era scritta da Giantorsio Tommaso, uno che ha figli grazie alla GPA.

            Sono convinto che gli attivisti LGBT scrivano e in qualche modo monitorano tutti i siti in cui queste tematiche sono trattate ed è possibile commentare.

            • giovanna scrive:

              Davvero , Andrea ?
              Roba da matti !
              Sì, questi attivisti compratori di bambini leggono qui e in passato lo stesso Giartosio che citi tu aveva provato a scrivere sui commenti ,piagnucolando a tutto spiano, vittimista piagnucolone alla Galasi ( ma quanto possono piagnucolare queti attivisti gay ??? ) ritirandosi in pochissimo, non riuscendo a sostenere la discussione .
              Anche Giuseppina La Delfa che cresce due bambini, uno suo , uno della compagna, non dicendo loro chi è figlio di chi o qualcosa del genere ( entrambi hanno un’allergia che impedisce loro di scrivere, e forse nemmeno di pensare, le parole MADRE e PADRE, che loro vietano di pronunciare, a seconda del sesso , ai loro figli comprati ) ha fatto uno o due interventi e se l’è data a gambe in un amen.

              Dunque, è plausibile che monitorino uno dei pochissimi spazi non conformisti alla loro protervia.
              Mi ricordo pure che la delfa scrisse alcune delle frasi carissime alla trollona….fatevene una ragione, la storia è dalla nostra parte, siete una minoranza, nessuno ci impedirà di fare quello che vogliamo fare di madri, padri e figli.

              Ma micheleL, nino, giulia, lucillo, pallo e bob e compagnia cantante sono totalmente distaccati, mostrano solo un bisogno estremo di trollare, di ripetere sempre le stesse cose a macchinetta, di attaccarsi a qualsiasi cosa pur di sfogare la frustrazione e , d’altra parte, la trollona è stata colta in fallo più volte a trollare con horror-nick in contemporanea e , in più, l’ha ammesso lei stessa come xyzwk.
              Se riesci, dai un’occhiata agli interventi qui del Giartosio e della Delfa : il tenore è diversissimo, l’ideologia è la stessa, come pure la violenza insita in quell’ideologia mostruosa, ma sono lontani mille miglia dall’indifferenza e aridità della trollona.
              Indifferenza e aridità che non sono colmate da faccine e punti esclamativi di cui la trollona abusa.
              Comunque, alla fine, la trollona , raccattando l’immondizia del web, avrebbe pure una sua utilità, dandoci il pretesto di sbugiardare e svergognare le tesi lgbt , di evidenziare ancora l’inconsistenza umana e culturale e scientifica di certi loschi figuri, che qui non ci vengono di sicuro : ne fa le veci la trollona, pensa come sono messi !
              Però, questo fatto che dal sito arcobaleno hanno tolto la sezione informativa sulla GPA…bella gente, gente sincera, non fumosa, non in cattiva fede…non c’è dubbio…
              Bravo, Andrea, hai fatto centro : per merito tuo il tutto rimane comunque nero su bianco sul web.

              • andrea udt scrive:

                ho salvato la pagina. quella cosa della co-genitorialità distribuita era troppo sfacciata, ero sicuro che prima o poi l’avrebbero tolta.

                e non mi stupirebbe se cambiassero il codice etico, il riferimento diretto e brutale alla retribuzione delle gestanti e delle ovodonatrici è troppo… …ma è quello che pensano veramente. Però un merito MicheleL lo ha avuto: mi ha talmente rotto le scatole, lui gli studi e rigidissima esclusione del lucro che mi sono informato sul serio.

                sempre su Tommaso Giartosio e Gianfranco Goretti, famiglie arcobaleno, intervistati più volte in TV (vedi puntata il testimone, MTV, Pif):

                intervista su “unacittà.it”, titolo: “io ho due papà” (solo alcune chicche, ma è tutta da leggere: ti fa capire cosa vogliono VERAMENTE)

                sull’utero in affitto:
                ————————

                domanda: Complessivamente è un impegno economico molto gravoso….

                Tommaso: Sì, perché poi ci sono grosse spese mediche, soprattutto negli Usa, spese legali, compensi d’agenzia. Però non è una scelta solo per super ricchi. C’è chi fa un mutuo… Certo non è per tutti e questa è un’ingiustizia. Idealmente, secondo me, dovrebbe essere una cosa sostenuta dallo Stato, dalla mutua, ma so di parlare di sogni.
                ————————–

                capito? vuole l’utero in affitto mutuabile.

                gender e dintorni:
                ———————–

                Gianfranco: ….Diamo sempre la colpa agli insegnanti, alla scuola che non capisce, però bisognerebbe anche mettersi nell’ottica di chi improvvisamente si ritrova con bambini con due mamme o due papà e magari non sa niente di tecniche di fecondazione assistita, non sa niente di che cos’è l’omosessualità, non sa affatto se un bambino possa vivere bene con due mamma o due papà. Non basta un colloquio, bisogna fare un lavoro più continuativo e non troppo invasivo, perché vanno capiti e rispettati i tempi…
                Per esempio, le maestre di nostro figlio hanno improvvisamente reagito dicendo: “Ok, non si dice più la parola mamma”, cioè hanno abolito la parola mamma! ….
                ——————————————–

                Capito Giovanna? per farli contenti le maestre hanno ABOLITO la parola mamma.

                E comunque grazie ancora MicheleL, grazie per aver insistito e convinto a informarmi!

                • MicheleL scrive:

                  Poteva fare a meno di cercare, lei già aveva deciso. Perchè a lei basta un caso per fare norma.

                  Ovviamente a lei non interessa se ci sono donne disinteressate e maestre che fanno bene il loro lavoro, a lei basta il caso eclatante.

                  • Toni scrive:

                    Ciao imbroglione, compratore di uteri e supporter scientifico della sana fantasia pedofila. Neppure un cane x te

                  • andrea udt scrive:

                    Abolire la parola “mamma” non e’ fare bene la maestra.

                    Negare la realtà è essere buoni insegnanti?
                    Abolire la parola mamma non è nemmeno educazione e sensibilità, e’ solo ideologia untuosa, melliflua e vigliacca perché un bambino non può sapere che gli si sta rifilando una emerita sola.

                    Caffè ☕?

                    • giovanna scrive:

                      Caro Andrea, se inviti insieme micheleL, nino, giulia, pallo e lucillo, risparmi sul caffè !
                      Sia perché sono la stessa persona, ma soprattutto perché la trollona non verrà mai, mai e poi mai a nessun appuntamento, come non è stata in grado di scrivere l’articolo firmato promesso al direttore.
                      Buttare un patrimonio di anni e anni, di giorni e notti, di settimane e mesi di trollaggio spinto ?
                      Sia mai !
                      Che poi, poverina, anche volendo, non credo sia autonoma negli spostamenti, forse nemmeno può uscire da sola dalla sua cameretta .

                    • Giulia scrive:

                      Senta Giovanna, anzi senti, dato che preferisci il tu (io nella vita reale come su internet utilizzo il lei quando non conosco l’età/la professione/l’importanza di una persona, come forma di rispetto, ma non ho problemi a dare del tu)…
                      Hai ragione. Hai ragione perché non so le altre persone che hai citato, ma io il caffé in effetti non lo bevo.
                      E a questo punto mi sembra inutile dirti che non so di cosa tu stia parlando di articoli e nickname (horror? Che vuol dire?) Perché tanto non ci credi…
                      Ma, domanda che mi é venuta ora: dato che citi questi nomi (qualcuno che ha commentato questa pagina e altri che non so chi siano) non ti pare che “chi c’ é sempre” sia tu?
                      Quindi boh, come vuoi. Ognuno se la racconta a suo modo.

                    • giovanna scrive:

                      Ma che buffo, una tizia, come sta “giulia” che giura e spergiura di capitare qui per la prima volta , che sa che IO ci sono SEMPRE !
                      Comunque, come tutte le altre volte, con le stesse precise modalità, sbatti la porta e due secondi dopo, via che si ricomincia a trollare !
                      Ma non ti importava tantissimo dell’argomento ?
                      Vedo che l’hai completamente abbandonato , manco hai risposto nel merito !
                      Curioso !
                      Mentre sotto l’articolo di Farina mette l’ennesima troll-firma coi fiocchi e controfiocchi !
                      Ma tanto, non te ne rendi manco conto, ti rimbalza tutto.
                      A volte fai pure tenerezza in questo non avere affatto la percezione dell’effetto ridicol-psycho che fai.
                      Cordialmente ! :-)

                      Sul “cordialmente ” mi sei caduta un sacco di volte….te l’immagini una ragazza vera che conclude con “cordialmente ” ?
                      Manco fosse una vecchia carampana femminista !
                      Però, carino l’uso del “boh” per dare l’effetto ggiovane, cara trollona…certo, un po’ macchiettistico…ma non è nemmeno facile far finta di essere ggiovane studiando i ggiovani sul web e non vedendo un giovane da vicino da decenni !

                      Però un pochino mi spiace, mi sembra di sparare sulla Croce Rossa…perché non abbandoni tutta questa commedia, trollona e provi ad essere te stessa , ad intervenire come te stessa ?
                      Non sei così orrida ed impresentabile come ti vedi, ne sono certa.

                    • giovanna scrive:

                      L’ultima cosa, cara “giulia” : perché al secondo intervento hai fatto la battuta che tu sei giovane e noi non lo siamo ? Come fai a saperlo , se sei qui per la prima volta in vita tua e non abbiamo nemmeno lontanamente accennato a questioni attinenti all’anagrafe ?
                      Trollona, oggi, come troll, hai sbarellato alla grandissima…ripigliati.

                    • MicheleL scrive:

                      Nessuno vuole abolire nulla e sa bene pure che la necessità è quella di avere due genitori, come evidenziano gli studi e la realtà delle famiglie omo-genitoriali, vagliati da pediatri e psicologi. Nelle scuole si insegnerebbe solo che il mondo è bello perchè vario.
                      Quelli che vogliono abolire dei genitori e impedire che i loro figli nascano sono quelli che dicono che i cattivi vogliono mangiare i bambini e le mamme.
                      Mi scriva, così magari in privato si renderà conto certi slogan vanno bene nell’arena politica ma non aggiungono nulla alla discussione.

                • giovanna scrive:

                  Giuseppina La Delfa, rimbrottò una giornalista, qualche anno fa, su vanity fair, perché si era permessa di usare la parola “padre” rispetto a situazioni di bambini cresciuti da due lesbiche : col ditino alzato, le disse che in quei casi non si poteva dire “padre”, perché quei bambini non avevano un padre ( al massimo un donatore di sperma ) bensì due madri.
                  Persino la giornalista , piuttosto a favore del gender, rimase esterrefatta di tanta protervia .
                  Sono fatti così.
                  E non parlo delle persone omosessuali, ma degli attivisti gay.

      • Michele scrive:

        Oh certamente esistono già, così come esistono già tante altre situazioni (ed in una popolazione di 60 milioni non è difficile che siano più di 500-600) dove c’è il genitore A che ha un figlio con il genitore B non pervenuto, e dove il figlio è cresciuto e riconosce al pari di genitori figure come amici o parenti del genitore A. Ora, se l’interesse supremo del bambino è quello che conta, perché non dare la possibilità di riconoscere come legalmente genitori anche costoro? Se veramente ci interessa il bambino la maglia dei possibili adottanti si allarga parecchio.

        Invece il presentimento fortissimo è che quel che conta è la legittimazione della coppia gay, legittimazione ancora più forte davanti alla società se in mezzo c’è anche la “tutela” dei bambini.

        • pallo scrive:

          @Michele. esiste già una legge in proposito è del 1983 (quando forse le leggi si facevano senza tanti strobazzamenti da entrambi gli schieramenti). Permette l’adozione, in casi particolari, adirittura a single sempre con l’unica motivazione del bene del bambino, io conosco almeno due persone che ne hanno usufruito. (art. 44 della legge n. 184/83).

          @Stoppani. Gli abusi edilizi sono “abusi” che violano una legge esistente, poi qualche politico ne aprofitta e fa un condono per fare cassa e prendere voti. Invece i bambini esistono e NON sono ABUSI quindi sarebbe utile provare a regolamnetare la situzione piuttosto che nascondere la testa sotto la sabbia

          • Toni scrive:

            Pallo

            Ricorrere all’utero in affitto viola una legge esistente e la ‘stepchild adoption’ è una sanatoria per chi ha fatto ricorso a questa pratica. Sorprende come si possa saltare questo elementare verità. L’abuso non sono certo i bambini, non possono essere loro, l’abuso è l’acquisto di essere umani e la privazione di un bambino di un padre o di una madre.

            “E la verità è che le leggi dello Stato non possono ignorare le leggi della Natura. Non possono falsare con l’ambiguità delle parole «genitori» e «coniugi» le Leggi della Vita. Lo Stato non può consegnare un bambino, cioè una creatura indifesa e ignara, a genitori coi quali egli vivrà credendo che si nasce da due babbi o due mamme non da un babbo e una mamma. E a chi ricatta con la storia dei bambini senza cibo o senza casa (storia che oltretutto non regge in quanto la nostra società abbonda di coppie normali e pronte ad adottarli) rispondo: un bambino non è un cane o un gatto da nutrire e basta, alloggiare e basta. E’ un essere umano, un cittadino, con diritti inalienabili. Ben più inalienabili dei diritti o presunti diritti di due omosessuali con le smanie materne o paterne. E il primo di questi diritti è sapere come si nasce sul nostro pianeta, come funziona la Vita nella nostra specie. Cosa più che possibile con una madre senza marito. Del tutto impossibile con due «genitori» del medesimo sesso”. Oriana Fallaci

            • marina scrive:

              Oriana Fallaci era una grande, davvero, nonostante i suoi tanti contrasti. Lucida, razionale e molto umana.

              La discussione della legge Cirinnà è stata rimandata di una settimana. Perchè non si organizza una settimana di preghiera affinchè venga affossata una legge così incivile e dalle conseguenze incalcolabili? E’ troppo chiederlo al papa, purtroppo, ma qualche vescovo/ prelato/ sacerdote/ o non so chi può lanciare l’iniziativa? Ovvio che ognuno può fare autonomamente, ma le preghiere di tanti possono fare un miracolo. Credo sia ora di agire.

        • Palllo scrive:

          @Michele. esiste già una legge in proposito è del 1983 (quando forse le leggi si facevano senza tanti strobazzamenti da entrambi gli schieramenti). Permette l’adozione, in casi particolari, adirittura a single sempre con l’unica motivazione del bene del bambino, io conosco almeno due persone che ne hanno usufruito. (art. 44 della legge n. 184/83).

          @Stoppani. Gli abusi edilizi sono “abusi” che violano una legge esistente, poi qualche politico ne aprofitta e fa un condono per fare cassa e prendere voti. Invece i bambini esistono e NON sono ABUSI quindi sarebbe utile provare a regolamnetare la situzione piuttosto che nascondere la testa sotto la sabbia

          • giovanna scrive:

            E com’è, trollona, che , come “PALLO ” ( capitato non si sa come , in fondo ad una discussione vecchia di quasi due giorni ? :-) mah ! ) ad una questione posta a ” GIULIA ” ???
            Trollona, ma non potevi rispondere come “giulia ” ?
            Che sarebbe cambiato ?
            Io la psiche di questa poretta non la capisco proprio !!!

            Forse, è una conferma della mia tesi : l’ideologia è solo un pretesto per trollare, trollare, trollare e il continuo cambio di nick, anche 5 o 6 o 7 nella stessa discussione aumenta il godimento del trollare.
            Ma quanto è divertente , un divertimento, uno spasso !
            Che pena.

          • Giannino Stoppani scrive:

            Anche i capannoni abusivi “esistono” e del loro accatastamento si possono dire cose perfettamente sovrapponibili a quelle che si dicono dell’adozione dei figli dell’utero in affitto.
            Gli slogan propagandistici che contano sulla doppia morale trinariciuta degli attivisti da decubito, te li puoi stioccare dove ben sai.

            • Pallo scrive:

              @Giovanna, non capisco xchè hai queste manie di persecuzione !? Io non c’entro nulla con i tuoi troll, posto solo ogni tanto xchè non ho molto tempo per seguire le varie discussioni.

              @Stoppani, i capannoni “abusivi” sono stati fatti infrangendo una legge esistente, i bambini nella maggior parte dei casi no. Poi vedila come vuoi tu.

              ciao

              • giovanna scrive:

                Senti, trollona, qui “pallo”, non ho né tempo né voglia di scrivere tutti i motivi , tantissimi, nuovi ( giusto uno : il fatto che hai risposto ad una questione posta a giulia, in pieno trollona-style ) e vecchi, che ti identificano come trollona….ti dico solo di piantarla e di discutere con una sola faccia, cioè lealmente, lasciando perdere imbrogli, mistificazioni, invenzioni ….faccio conto che tu sia in grado di farlo, ma si sa che non è nelle tue disponibilità attuali il non mentire, il non stalkerare, il non molestare.
                Per te, trollona, il trollaggio è tutta la vita, la tua vita si riduce a quello e perciò credi che rinunciare a trollare sia rinunciare a vivere.
                Ma non è così.
                Scusa, avrei una famiglia con cui fare pranzo.

    • Sebastiano scrive:

      “…l’utero in affitto NON É CONTEMPLATO dal ddl Cirinnà. NON E’ CONTEMPLATO…”

      Infatti è già dato per scontato. Chiedi a Lo Giudice.

  6. Luigi scrive:

    Siete proprio sicuri di voler d
    Sapere cosa ne pensa la gente che paga il canone e che si vede trattata così? Poi non meravigliatevi se dovete censurare i post….

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Per la prima volta nella propria storia, Tiguan adotta un “piccolo” 1.6 TDI da 115 cv. Un motore prodigo di coppia, in grado di muovere la SUV tedesca con sufficiente brio a fronte di consumi contenuti e di un prezzo d’attacco di 26.500 euro. Ricca dotazione di serie.

Migliorare si può: i grandi dello sport lo hanno dimostrato e raccontato nel corso di una serata milanese in cui si è dato spazio anche al progetto di solidarietà Bimbingamba.

Il primo Suv di casa Škoda ha appena visto la luce ma fa già la voce grossa. Tre motorizzazioni benzina e Diesel, trazione 4x4, cambio automatico a doppia frizione, spazi interni da riferimento, prezzi da 23.950 euro. Arriverà a dicembre

Il design si ispira alla MT-10 ma la facilità e il gusto di guida restano quelli di sempre, al prezzo decisamente concorrenziale di 8.990 euro f.c. In vendita da dicembre

Ecco le nostre proposte per il fine settimana. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana