Google+

«Davvero dovremo fare campagna elettorale sotto l’ombrellone?»

maggio 25, 2017 Giuseppe Alberto Falci

Chiacchiere tra i divanetti di Montecitorio dove i deputati si interrogano su legge elettorale e futuro. Le mosse di Berlusconi e quelle di Renzi

camera-deputati-ansa

In un Capitale blindata per la visita di Donald Trump la politica del palazzo non si schioda dalla legge elettorale. E resta avvolta dalla nuvola del modello proporzionale alla tedesca.

Transatlantico di Montecitorio, ore 11 di mercoledì mattina. Peones terrorizzati dal voto anticipato. In un divanetto siedono un ex parlamentare e un deputato Pd. Entrambi si domandano: «Come andrà a finire? Ma davvero saremo costretti a una campagna elettorale sotto l’ombrellone?». Gli azzurri sono fiduciosi. «In fondo – ride sotto i baffi un fedelissimo del Cavaliere – fino a qualche settimane fa eravamo esclusi dal dibattito. Un colpo di genio del presidente Berlusconi ci ha rimesso in pista».

Renato Brunetta, capogruppo a Montecitorio, si confronta con Francesco Paolo Sisto e Roberto Occhiuto, il duo forzista che sta disegnando gli emendamenti della mediazione con i democratici. Occhiuto confessa: «Il treno va avanti». Raccontano che Gianni Letta sia attivissimo e in continuo contatto con Maria Elena Boschi e Luca Lotti. Dalle parti azzurre il ragionamento che si fa è il seguente: «Per noi il modello tedesco va benissimo. E non poniamo alcun diktat sulle soglie di sbarramento. A Berlusconi non gli interessa nulla di quel 5 per cento. Semmai è Renzi a volerlo per annientare Bersani e D’Alema».

E allora le luci si spostano sul Pd. All’ora di pranzo Lorenzo Guerini incontra Luigi Zanda, presidente dei senatori del Pd. I due passeggiano a pochi passi dal Senato. Al centro della passeggiata i numeri del sistema tedesco a Palazzo Madama. Nel frattempo a Montecitorio Ettore Rosato, capogruppo Pd, parla con Alfredo D’Attorre, e cerca di capire se Sinistra italiana sia disponibile ad appoggiare il sistema di voto che piace a Pd e Fi.

Un raggiante Dario Franceschini, il primo ad aprire a un accordo con Silvio Berlusconi, si materializza per il question time e sfugge ai cronisti. Di certo c’è che all’interno del girone dei renzianissimi serpeggia una certa preoccupazione. «Il nostro elettorato – confessa un quadro del Pd – potrebbe non capire l’accordo con Berlusconi». Ma c’è di più: «Siamo sicuri che Berlusconi rispetti i patti?» Replica un forzista che si trova qualche metro più in là: «Il presidente Berlusconi ha sempre rispettato i patti. Confida in Mattarella, il quale non consentirà di tornare alle urne prima della scadenza naturale». Il tedesco Sì, ma il voto anticipato No.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

Sino a pochi anni fa parlare di auto a guida autonoma era credibile quanto prevedere lo sbarco degli alieni sulla Terra o aderire alla religione dei pastafariani che, per inciso, credono in un creatore sovrannaturale somigliante agli spaghetti con le polpette. Questo almeno sino a ieri, dato che oggi, con l’immissione sul mercato delle prime […]

L'articolo Guida autonoma: quanto ne sai? proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download