Google+

Da 120 anni il Comune fa un dono alla parrocchia per il Patrono. Corte dei conti: «Improprio»

febbraio 15, 2013 Massimo Giardina

Il sindaco di Seregno, Giacinto Mariani, spiega a tempi.it che il suo comune è strozzato dal patto di stabilità, nonostante sia in attivo di 6-7 milioni. «Ora provo vergogna a fare il sindaco».

«Quando ho vinto la prima volta le elezioni nel 2005, per me era un onore fare il sindaco. Ora provo vergona perché contribuisco alle difficoltà e alla chiusura delle nostre aziende» chiosa a tempi.it Giacinto Mariani (nella foto), primo cittadino di Seregno, la seconda città più importante della ricca Brianza dopo Monza.

Mariani, perché ha cambiato idea?
Nel 2005 e nei seguenti anni avevamo le risorse e potevamo disporne negli interessi della città. PotevaMo asfaltare le strade, comprare i giochi per i parchi e soprattutto pagare i fornitori rispetto alla capienza del nostro conto corrente. Ora abbiamo le mani legate e da tre anni a questa parte continuiamo ad avere un avanzo di bilancio tra i 6 e i 7 milioni su un totale di 58 milioni.

Un’azienda privata la riterrebbe un buon manager.
Il problema è che siamo nel pubblico e il principio è ribaltato: i cittadini ci pagano le tasse secondo criteri non stabiliti da noi e noi non possiamo restituire un servizio proporzionato. È un danno alla città. In relazione al patto di stabilità continuiamo a incassare soldi e non eroghiamo servizi: non costruiamo più immobili pubblici, non possiamo fare nulla per la manutenzione delle strade e così via. Però continuiamo a mandare a Roma una marea di soldi.

E voi non avete margini d’intervento.
Non solo, ma abbiamo sempre delle norme che ci impediscono di rispettare altre norme. L’Europa prevede il pagamento entro 60 giorni ai fornitori, ma il patto di stabilità ci impedisce di rispettare la legge. È un’assurdità. Noi, che avremmo i soldi per pagarli, remuneriamo i creditori sempre dopo un anno, mediamente dopo 18 mesi. Ma non finisce qui.

Vada avanti.
Oltre ai vincoli cui accennavo, si aggiungono i controlli. Le racconto un piccolo aneddoto esemplare: i comuni, al contrario del Monte dei Paschi di Siena, sono eccessivamente controllati e nel nostro caso la Corte dei conti ci ha contestato 800 euro che ogni anno diamo alla Parrocchia per la festa patronale della Polizia locale.

A che titolo li date?
Ogni 20 gennaio facciamo un momento commemorativo per il patrono della Polizia municipale, San Sebastiano. Storicamente viene celebrata una Messa nella basilica cittadina dove viene bruciato un pallone e l’amministrazione comunale da 120 anni dona la cera al Prevosto per chiedere la protezione del santo. Per questa Messa il comune ha sempre dato una mancia alla Chiesa, che negli ultimi periodi si aggirava intorno agli 800 euro. Morale: la Corte dei Conti l’ha classificata spesa impropria. Io penso sia giusto controllare i comuni, giusto mettere dei vincoli ma sarebbe anche giusto che chi amministra bene e vanta disponibilità di denaro potesse investirli per i propri cittadini.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Rocco Pier Luigi scrive:

    8000 euro per la cera della chiesa ? Direi che la Corte dei Conti ha fatto più che bene

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana