Google+

Una croce alta 36 metri nel Mississippi. Il sindaco si oppone

settembre 5, 2013 Elisabetta Longo

A Brandon, il pastore vuole innalzare una croce alta come un palazzo di 11 piani. Un progetto approvato dal dipartimento dei trasporti, ma osteggiato dal primo cittadino

Vietato innalzare croci, per lo meno quelle alte 36 metri. Succede in Mississippi, nella cittadina di Brandon, dove il parroco della chiesa battista ha in progetto di ergere una croce di dimensioni monumentali. E il sindaco del paese non è d’accordo.

SULL’AUTOSTRADA. Tutto è cominciato quando il pastore Scott Thomas ha voluto aderire al progetto dell’associazione “Crossesacross America” (croci in giro per l’America), che si occupa di innalzare croci nei vari stati americani. La croce sarebbe stata eretta vicino alla sua chiesa, proprio dove scorre una delle arterie automobilistiche più frequentate dello stato del Mississippi, la Interstate 20. Il luogo era quindi ideale, perché tutti gli automobilisti di passaggio avrebbero potuto vederla. Il progetto era già stato approvato dalla Federal Aviation Administration e dal dipartimento dei trasporti del Mississippi, quand’ecco arrivare il rifiuto del sindaco Butch Lee.

RIFIUTI. Inizialmente il sindaco aveva detto di non poter accettare il progetto a causa dell’elevata altezza. «L’edificio più alto della città è di 20 metri di altezza, questa croce è molto più alta. Il corrispondente di un palazzo a 11 piani», ha detto il primo cittadino. Poi però a Fox News ha ribadito un altro concetto: «Cosa succederebbe se anche i musulmani della città, o i buddhisti, mi chiedessero di poter costruire un loro “segno” simbolico?». Tuttavia la decisione di approvare in via definitiva il progetto non spetta solo al sindaco, ma a tutto il consiglio comunale.

ISPIRAZIONE. Nel frattempo il pastore Thomas continua a predicare virtualmente sulla pagina Facebook. Ha organizzato una petizione, e già oltre 3 mila persone hanno aderito all’iniziativa. «Ben 92 mila persone al giorno passano su quel tratto dell’Interstate 20. Tutte quelle persone hanno bisogno di speranza, e di ispirazione», ha ribadito a Fox News.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Una Chevrolet così potente non la si era mai vista. Del resto, mai una Corvette di serie si era spinta tanto in là. La nuova ZR1 promette di scrivere un inedito capitolo della storia della Casa americana. Attesa sul mercato dalla primavera del 2018, la sportiva a stelle e strisce vede il V8 6.2 sovralimentato […]

L'articolo Chevrolet Corvette ZR1 2018: lo show dei record proviene da RED Live.

Il Ciclocross moderno ha poco a che vedere con ciò a cui eravamo abituati: percorsi più tecnici e veloci hanno portato a un cambiamento nelle attitudini dei biker, che devono essere assecondate da biciclette altrettanto evolute. Canyon ha progettato la nuova Inflite CF SLX con in mente proprio queste rinnovate esigenze e l’ha dotata di […]

L'articolo Canyon Inflite CF SLX proviene da RED Live.

Anche se ottima ventilazione, aerazione, visiera amovibile e comfort sono aspetti molto importanti in un casco da bici, la differenza reale la fa la capacità di proteggere… Bontrager ha scelto di affidare la nostra sicurezza alle mani, o meglio, alla tecnologia di MIPS, dotando il nuovo Quantum del MIPS Brain Protection System, che a oggi rappresenta […]

L'articolo Bontrager Quantum MIPS, nuova sicurezza proviene da RED Live.

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download