Google+

Crimea, il parlamento ratifica il referendum. Si torna con Mosca

marzo 17, 2014 Chiara Rizzo

Con 88 voti favorevoli su 95 i deputati di Simferopoli hanno sancito il passaggio dall’Ucraina alla Russia, 60 anni dopo la cessione della regione da parte di Kruscev.

Ieri con un plebiscito il referendum in Crimea ha sancito la secessione dall’Ucraina, che oggi è stato ufficialmente ratificato anche dal Parlamento della Crimea a Simferopoli. I deputati hanno votato l’indipendenza e la richiesta di annessione alla Federazione russa durante una seduta straordinaria, con 88 voti favorevoli su 95. Il Parlamento ha anche deciso che da oggi la moneta ufficiale della Repubblica di Crimea sarà il rublo e persino l’ora legale sarà sincronizzata a Mosca e dal 30 marzo le lancette verranno spostate due ore in avanti rispetto a Kiev.

NAZIONALIZZARE I BENI. Il Parlamento inoltre oggi ha votato anche una risoluzione che prevede che le proprietà statali ucraine in Crimea verranno nazionalizzate dalla nuova Repubblica. Le forze dell’ordine e gli enti statali invece rimarranno gli stessi fino a che non sarà varata la nuova Costituzione. Si tratta di una svolta storica: la Crimea è sempre stata una storica regione e Repubblica autonoma in seno alla Russia fino al 1954, anno in cui l’allora presidente dell’Urss Nikita Kruscev decise, a tavolino, di “regalarla” all’Ucraina in segno di riconoscimento. Ieri, di fronte al 96 per cento dei voti favorevoli al ritorno alla Russia, il presidente Vladimir Putin ha accolto la notizia con entusiasmo e ha affermato la volontà di «rispettare la volontà dei crimeani».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Delle monoposto a emissioni zero (245 cv in configurazione gara, per 225 km/h di velocità massima) che si sono sfidate il sabato 14 aprile lungo un tracciato cittadino di circa 2,8 km ricavato nel quartiere Eur, non si è parlato più di tanto, ancorché all’incontro capitolino del venerdì precedente abbia partecipato anche il Direttore del […]

L'articolo Renault: elettriche avanti tutta proviene da RED Live.

La Swift Sport punta a farsi largo tra le hot hatch puntando su un invidiabile bilanciamento tra telaio e meccanica. Anche il rapporto prezzo/dotazione è vincente

L'articolo Prova Suzuki Swift Sport <br> fame di curve proviene da RED Live.

Moto dotate di radar? Presto saranno realtà. Ducati ha in cantiere un ambizioso programma chiamato “Safety Road Map 2025” che prevede lo sviluppo di molti progetti a tema sicurezza, uno dei quali si chiama Ducati ARAS. Primi arrivi nel 2020

L'articolo Ducati ARAS, presto le moto con il radar proviene da RED Live.

Voglia di avventura, di scoprire nuove strade (bianche) in località toscane ricche di fascino. Senza fretta. La prima di tre tappe andrà in scena a Buonconvento il 29 aprile, in occasione della Nova Eroica

L'articolo Gravel Road Series, da aprile a ottobre. Info e iscrizioni proviene da RED Live.

Mini elettrizza la sua Countryman e si getta nel panorama delle ibride plug-in in modo speciale e a tratti unico. Pensate che le auto Ibride non siano ancora mature o non facciano per voi? Leggete la nostra prova su strada, ma siete avvisati: il rischio di ricredersi qui è alto

L'articolo Prova MINI Cooper S E Countryman ALL4 proviene da RED Live.