Google+

Venerano la Costituzione ma sono pronti a calpestarla per annientare il “nemico”

settembre 16, 2013 Luigi Amicone

Lo Stato di diritto non c’è più. E non a causa di Berlusconi, ma a causa delle violazioni sistematiche e patenti della Costituzione e dello Stato di diritto

«Ascolta: lo sappiamo/ sei nostro nemico. Perciò ti vogliamo/ mettere al muro. Ma in considerazione dei tuoi meriti/ e delle buone qualità/ a un muro buono, e fucilarti con/ palle buone di fucili buoni e seppellirti con/ una buona vanga in una buona terra». Purtroppo siamo rimasti a questi versi di Bertolt Brecht, il cantore di Stalin che nelle scuole italiane si fa ancora passare per poeta di alta e pura idealità.

Ciò che egli decantava in versi per i nemici del “Padre dei popoli”, è ancora qui. Vale per Berlusconi. Ma circola anche nelle petizioni che gridano al rispetto della Costituzione mentre chi tali petizioni indice manifesta il plateale, arrogante, livido, disprezzo del parlamento e di ogni organo di democrazia che non sia un tribunale. Si arrampicano su per i tetti, ma la gatta in calore non freme per la Carta, frutto di una guerra di liberazione dal fascismo (che i vecchi ricordano somigliava tanto a certe scene di inusitata ottusità e parole violente che si sentono oggigiorno) e dell’incontro-compromesso tra grandi forze popolari. La gatta freme nel senso rancoroso e astioso per l’avversario politico.

Ha ragione Ostellino. Lo Stato di diritto non c’è più. E non a causa di Berlusconi, ma a causa delle violazioni sistematiche e patenti della Costituzione e dello Stato di diritto a cui non fa più caso nessuno. Gli stessi che imbracciano la Costituzione come fucile, predicano la violenza in Val Susa, il diritto all’“azione diretta”, la tranquilla torsione delle sentenze in funzione politica. Personaggi alla Erri De Luca, vecchio reduce degli anni di piombo e povero scrittore allampanato (anche su quotidiani cattolici), sono l’emblema di questa deriva da Germania al tempo di Weimar.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

18 Commenti

  1. giuliano says:

    il partito di ladri e mafiosi di cui parla il sig Sarti è certamente il PD

    • Emanuele says:

      No, mi riferivo in questo caso al PDL…dell’Utri ti dice nulla?

      • giuliano says:

        dell’Utri mi dice solo che un altro caso di giustizia fasulla operata dai vermi rossi. Penati, Vendola, Fassino abbiamo una banca e Mps non ti dicono nulla caro Emanuele in mala fede ??

        • Emanuele says:

          Dove sono le prove della malafede dei giudici? Perché a sto punto per te gli unici giudici buoni sono quelli che assolvono.
          Comunque non ho citato il PD perché si sta parlando di berlusconi ma è ovvio che di mezzo ci siano anche loro, che poi PD e PDL come abbiamo visto sono lo stesso partito.

          • giuliano says:

            amico mio (si fa per dire) e dove sono le prove che incastrano Berlusconi ?? i giudici (si fa per dire) ha detto che l’unica prova è “Non poteva non sapere”, e questo in Italia non è un reato. Ora non sto parlando del PD afferma, ma è curioso che sul PD tutti tengano la bocca chiusa, ma anche gli occhi

            • Emanuele says:

              Hai letto la sentenza? Si è vero sul PD si parla di meno ma non per questo li ritengo candiditi e innocenti ma tutto questo è colpa di chi li vota!

  2. giuliano says:

    quanti passi indietro si chiedono a Berlusconi. Lo aveva già fatto dietro richiesta del compagno Napolitano per far posto a Monti, ma il sig Francesco Amico non aveva apprezzato. Ora il sig Francesco vorrebbe che Berlusconi esulti per una sentenza fasulla di 3° grado assieme agli altri replicanti comunisti Lambertucci e Sarti

    • omac says:

      Sig Giuliano non sono un “verme rosso” se lei ritiene che b. sia vittima di un complotto avrà le sue ragioni
      Ma il fatto che sia un M-A-S-S-O-N-E le dice nulla? no? Allora si legga i piani della benemerita Loggia P2
      Chiamato se non sbaglio piano rinascita, e lo confronti con le cose fatte sino ad ora,poi si potrà intavolare un discorso serio

  3. giuliano says:

    Ilva connection

    Dunque, almeno a quanto posso osservare, funziona così, immancabilmente. Prima sguinzagliano i magistrati, i quali bloccano aziende e produzioni. Poi, quando i proprietari di aziende e produzioni medesime devono ammettere che i soldi sono finiti e che quindi i dipendenti rischiano il posto, allora invocano con prepotenza e supponenza la mano pubblica che “salvi gli operai”, ossia li carichi sulle spalle della collettività. Domanda: ma con questa sinistra, l’Italia dove pretende di andare?

  4. auser says:

    condannato in 3° grado con un giudizio fasullo fatto da giudici comunisti, così come nel 1° e 2° grado

  5. giuliano says:

    i terroristi rossi in Val di Susa incendiano la ditta di un industriale che collabora nella costruzione della TAV e
    1) nessun magistrato li incrimina
    2) nessuna TV si scandalizza
    3) nessun verme rosso che scrive qui dice nulla
    certamente il partito dei mafiosi e dei ladri e degli assassini di cui parla Sarti è all’opera. Ovvero il suo partito il PD

  6. nik says:

    Ullala, vermi rossi e via dicendo..che linguaggio forbito e, indicativo del fatto che anzi che un avversario si vede un nemico. A parte il linguaggio, noto da alcuni commenti che in Italia vige il comunismo realizzato, bene posso tornare a mangiar bambini…

  7. giancarlo says:

    … per il PD le regole e le leggi si applicano solo se fanno comodo … al PD …

  8. candido says:

    Interventi come quelli di giuliano, ma se ne trovano tanti simili anche su Il Giornale e Libero, mostrano molto bene il livello intellettivo e intellettuale di tanti “moderati” seguaci del Partito del’ Amore.
    Credo che convenga sopratutto ai pochi moderati e liberali ormai rimasti nel PDL o FI fare piazza pulita di tali personaggi.
    Costerebbe di meno regalargli la tessera dello stadio dove possano fare l’ unica cosa che sono in grado di fare: urlare e imprecare contro qualcuno.
    Magari leggere questi commenti potrebbe far capire a certe anime candide tipo Lupi, come mai la base di Centrosinistra, col PDL non ci vuole avere niente a che fare.

    • gmtubini says:

      Forse sarà meglio che tu eviti di ragionare del “livello intellettivo e culturale” altrui, così che non si faccia caso più di tanto a quello tuo.

      • candido says:

        Se stai con quelli che si esprimono con “vermi rossi” sono problemi tuoi e di chi ti sta vicino.

        • Gmtubini says:

          Io sono monogamo e sto solo con mia moglie.
          Io mi sono limitato cristianamente ad invitarti a non giudicare “il livello intellettivo e culturale” della gente se vuoi che non si faccia caso al tuo.
          Tanto più che anche dalla parte che è assetata del sangue di Berlusconi certe “cadute di stile” le si possono riscontrare con grande facilità.
          O no?

  9. candido says:

    Lascerei perdere il “cristianamente” per argomenti di questo livello.
    Qui si parla di personaggi che , dal’ alto delle loro bassezze, si permettono di apostrofare quelli che non la pensano come loro: vermi rossi.
    Immagino che tra i “vermi rossi” ci siano anche Napolitano, Letta, Bersani, Renzi, e mi immagino che quelli giusti siano invece Berlusconi, Santanchè, Capezzone Gasparri, … da qualche settimana, poi, perfino quel mangiapreti (Vaticano = Taleban), antiproibizionista, abortista, eutanasista, di Pannella!

    Bè, rispetto ai tanti giuliani che bazzicano dalle vostre parti, il mio livelli intellettivo e intellettuale (tu hai aggiunto culturale) è l’ Everest.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

Gestito da appassionati motociclisti, lo Spidi Store milanese di via Telemaco Signorini 12, mette a disposizione le ultime novità del marchio oltre a un servizio di tute su misura e di installazione di interfoni su caschi. Per festeggiare il suo primo anno di vita il negozio ha organizzato, in occasione di EICMA 2017, una serata all’insegna […]

L'articolo Spidi Store Milano spegne la prima candelina proviene da RED Live.

Tesla la tocca piano… presentando a sorpresa, in occasione dell’unveiling dell’atteso camion a batteria, l’erede dell’ormai storica Tesla Roadster. Una vettura che la Casa americana, con grande morigeratezza, non esita a definire “l’auto più veloce del Pianeta”. Una supercar elettrica che, ancora una volta, spiazza la concorrenza promettendo di ridefinire il concetto di performance a zero […]

L'articolo Tesla Roadster: zitti tutti proviene da RED Live.

Dopo la nuova generazione di Trafic SpaceClass, presentata lo scorso ottobre, Renault torna sull’argomento “business” con il lancio della nuova gamma Executive, studiata per rendere sempre più confortevole e ricca di tecnologia la vita a bordo di chi si sposta per lavoro. La Casa della Losanga dota quindi di contenuti premium tre vetture della sua scuderia, […]

L'articolo Gamma Executive, l’allestimento premium di Renault proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download