Google+

Cosa sappiamo finora dell’attentato a San Pietroburgo

aprile 4, 2017 Redazione

Un ordigno è esploso tra due stazioni della metro. Al momento si contano 14 morti. Le parole di Putin e le piste investigative

Ieri verso l’ora di pranzo è esplosa una bomba nella stazione della metropolitana di San Pietrooburgo (Russia). Al momento si contano 14 morti e una quarantina di feriti, ma il bilancio è provvisorio. Secondo gli inquirenti un secondo ordigno, riempito con schegge e chiodi, non sarebbe esploso e si tratterebbe di un attentato terroristico. Vi sono dei sospetti su un ventenne kirgiso.
La bomba è esplosa tra le fermate di Tekhnologicheskiy Institut e Sennaya Ploshad. È grazie all’abilità del conducente se il numero delle vittime non è maggiore. Dopo l’esplosione, infatti, egli non ha fermato il convoglio fino all’arrivo in stazione, permettendo così alle persone di evacuare.

L’ATTENTATORE. In un primo momento l’attentatore era stato identificato in una persona con barba e cappello nero che, però, poi si è recato alla polizia per proclamare la sua innocenza. Ora i sospetti si concentrano invece su un giovane 23enne con occhiali, cappello blu e parka rosso.

PUTIN. In città ieri c’era il presidente russo Vladimir Putin, che in serata si è recato sul luogo dell’attacco e deponendo una corona di fiori in onore delle vittime. Putin ha detto che «non è chiaro ancora quali siano le cause, le stiamo vagliando tutte, incluso il terrorismo. Voglio esprimere il mio più sincero rammarico ai parenti delle vittime. Ho già parlato con i capi dei servizi, il direttore del Fsb. I corpi di polizia e servizi speciali sono al lavoro, faranno di tutto al fine di individuare le cause dell’incidente, per dare una valutazione completa di quello che è successo». Il presidente russo ha ricevuto attestati di solidarietà da tutto il mondo compreso quello del suo omologo statunitense Donald Trump. I due avrebbero convenuto che «il terrorismo è un male che deve essere combattuto congiuntamente».

PISTE INVESTIGATIVE. Al momento non ci sono rivendicazioni, anche se molti analisti propendono nell’indicare nella pista islamista la più probabile sorgente dell’attentato, visto anche l’impegno della Russia in Siria a fianco del presidente Bashar al Assad. Non va dimenticato che da anni Putin è in guerra con i separatisti ceceni e che negli ultimi anni obiettivi sensibili russi sono stati colpiti da gruppi islamisti provenienti dal Caucaso settentrionale. Nel 2004 nella metropolitana di Mosca ci furono due attentati che uccisero in totale 51 persone, mentre nel 2010 due donne legate al separatismo ceceno si fecero esplodere uccidendo 40 persone. Nel 2011, inoltre, un attentatore suicida uccise 37 persone all’aeroporto Domodedovo di Mosca.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se l’elettrico costituisce il futuro della mobilità, la tecnologia ibrida plug-in è figlia del presente. Rappresenta infatti la massima espressione del compromesso tra propulsione tradizionale e a zero emissioni. Un’auto ibrida plug-in non è altro, del resto, che un’auto ibrida, quindi dotata di un powertrain composto dall’interazione tra due motori – il primo a combustione […]

L'articolo Hyundai Ioniq Plug-in: praticamente astemia proviene da RED Live.

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana