Google+

Cortina, assessore: «Dal Fisco azione intimidatoria, senza precedenti»

gennaio 10, 2012 Daniele Ciacci

Il 30 dicembre 80 agenti dell’Agenzia delle Entrate hanno fatto un blitz a Cortina d’Ampezzo controllando bar, negozi, hotel, ristoranti e clienti. Intervista all’assessore al Commercio di Cortina d’Ampezzo Luca Alfonsi: «È stato un intervento massivo, che non ha pari nella storia italiana, hanno danneggiato la nostra economia»

È dal 30 dicembre che Cortina subisce un blitz da parte di 80 ispettori dell’Agenzia delle Entrate. La lotta all’evasione fiscale non si è fermata per le feste e gli agenti hanno messo a soqquadro la Regina delle Dolomiti, dove si concentra il più alto numero di vip del nostro paese. Luca Alfonsi, assessore al Commercio di Cortina d’Ampezzo, racconta a Tempi.it che cosa è successo.

Vi aspettavate un intervento di questa entità?
«No, è stato un intervento massivo, che non ha pari nella storia italiana. Venerdì 30 dicembre si sono presentati circa 80 componenti dell’Agenzia dell’Entrate. Non si sa da dove, probabilmente da Roma. Il Comando della Guardia di Finanza di Cortina non ne sapeva nulla e si è pubblicamente dissociato. Si sono sparsi tra i bar, i ristoranti, gli alberghi e i negozi facendo controlli, chiedendo documenti contabili e controllando il numero degli avventori».

Hanno esagerato?
«Come assessore al Commercio di Cortina non entro nel merito, ma rifiuto il metodo. Questi controlli potevano essere fatti la settimana successiva, evitando disagi per negozianti e clienti. È stata un’azione di disturbo, non di controllo, che non rispetta le aziende e le persone che creano occupazione. Insomma, è stata un’intimidazione che ci ha danneggiato».

Il metodo che contestate è quello della spettacolarizzazione del fatto?
«Sì. Capisco che l’Agenzia delle Entrate voglia fare controlli senza contattare preventivamente, ma la modalità scenografica con cui è stato condotto il blitz, usando un palcoscenico vistoso come quello di Cortina, è un colpo di teatro che chi ha a cuore la correttezza non può vedere come positivo».

L’Agenzia delle Entrate ha trovato delle irregolarità?
«Non ho ancora avuto modo di parlare con tutti i commercianti. Che io sappia, no. In ogni caso, di Cortina bisogna andare fieri. Siamo conosciuti in tutto il mondo. Offre un servizio che non ha pari su tutto l’arco alpino italiano. È giusto che si controlli, salvo non disturbare gli operatori e i clienti. In una pizzeria, i membri dell’Agenzia delle Entrate hanno occupato un tavolo per dodici ore mentre fuori dal locale si creava la coda. Hanno fermato persone sulle piste da sci, chiedendo documenti e le ragioni della loro trasferta a Cortina. Un intervento così nel weekend di san Silvestro è gravemente deleterio per l’economia».

Quindi pensa che abbia ragione Beppe Grillo, quando dice: «Se Equitalia è diventata un bersaglio, bisognerebbe capirne le ragioni oltre che condannare le violenze»?

«No, di Beppe Grillo penso tutto il male possibile. Non sono d’accordo con la pesantezza delle affermazioni del comico. Equitalia fa il suo mestiere. Tuttavia, bisogna che ci sia un rapporto più civile tra contribuente e fisco. Altrimenti, la gente si arrabbia».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

8 Commenti

  1. brambo1962 scrive:

    Per l’economia sono deleteri i “furbetti”.

  2. Enrico Francot scrive:

    credevo tempi un periodico cristiano, non alla famiglia cristiana. mi sono sbaglato. un evasore è un criminale: va stanato. non si può chiedere a un sospetto di reato il suo permesso per perquisirlo. la spettacolarizzazione è un ottimo deterrente, come il tutor sulle autostrade. se cortina va in crisi, al resto d’italia non credo interessi molto. meno moda e più tecnologia farebbe bene all’economia. la germania non ha cortina ma sta meglio di noi.

  3. saturnus scrive:

    Ci si meraviglia se si fanno indagini sulla menzogna e sull’evasione? L’assessore che si lamenta è omonimo (?) di un gioielliere di Cortina così mi dicono: ci sono problemi? Non possiamo desiderare legalità e poi ‘offenderci’ se chi fa il suo dovere per una volta lo fa bene. Certo il metodo utilizzato non è andato con la mano leggera, ma vuol essere un segnale per l’Italia intera. Perchè al mondo d’oggi il ‘furbo’ non si naosconde nemmeno più? Perchè non c’è timore dell’autorità e della punizione secondo legge. Allora ben venga un po’ di severità di comportamento: ci serve!

  4. lectiones scrive:

    Sembra quasi che i macchinoni da 100.000 euro ed oltre, e i miliardari sotto mentite spoglie, siano una scoperta dell’era Monti, uscito in battuta di caccia con gli elefanti e le spingarde per stanare gli evasori “mangia uomini” che fanno stragi di contribuenti onesti e laboriosi. Una caccia alla tigre del FISCO SELVAGGIO con spiegamento di gabellieri armati di notebook a Cortine, covo della pirateria fiscale. Sembra quasi che i macchinoni (da 100.000 ed oltre) siano spuntati come funghi per impollinazione anemofila.
    Si sa da decenni che il parco automobilistico italiano è dotato di automobili di lusso, di gran marca, e dai costi stratosferici. Sarebbe bastata una sbirciatina al PRA per scoprire i proprietari di queste “Ferrari” e avremmo sanato il vulnus mortificante che umilia i contribuenti obbligati all’onestà fiscale.
    No, si sbarca a Cortina. Un’ottantina di cacciatori (gabellieri) delle Dolomiti, si blocca la stagione invernale che offre centinaia di posti di lavoro agli addetti al turismo, si crea il fuggifuggi lasciando alle spalle macerie economiche e disoccupazione diffusa ad ogni livello.
    Non è possibile che una sceneggiata simile, rumorosa, possa essere spacciata per solerzia fiscale, il disastro economico si sarebbe potuto evitare controllando dagli uffici preposti la proprietà costosissima degli oggetti colpiti dall’evasione dei furbastri. Si è preferito il cancan e le sfilate dei gabellieri hanno sconvolto l’andamento turistico nel pieno della stagione proficua e laboriosa.
    Non c’è nessuna difesa degli evasori: si sarebbe preferito una discreta serietà senza clangore e senza esibizione. Ma si sa, siamo il paese ‘e Pulecenelle.
    Celestino Ferraro

  5. maxatwork scrive:

    controlli spettacolari al nord! sempre e solo al nord
    la lombardia evade 12,5 euro ogni 100 dichiarate, il veneto 19,6%
    perchè non fanno controlli a taormina,o a capri ischia costiera amalfitana o in sardegna?
    poi ci sono giornali che ci sguazzano forse non sanno che il must dell’auto è cambiato? non sanno che si puo’ noleggiare? e che quindi
    nel bilancio il costo varia di da 500 a 2000 euro mese a seconda della cilindrata? ma è chiaro conta solo fare spettacolo
    mentre le mafie, le escort/prostitute continueranno ad evadere comunque
    Intensità Evasione
    Lombardia 12,5%
    Emilia Romagna 19,0%
    Veneto 19,6%
    Friuli Venezia Giulia 24,7%
    Lazio 25,0%
    Piemonte 26,1%
    Trentino Alto Adige 26,2%
    Media Italiana 26,4%
    Toscana 27,6%
    Valle d’Aosta 27,6%
    Marche 28,0%
    Abruzzo 30,5%
    Umbria 37,5%
    Liguria 42,3%
    Basilicata 48,4%
    Molise 50,9%
    Sardegna 51,3%
    Puglia 52,0%
    Campania 55,3%
    Sicilia 63,4%
    Calabria 85,3%
    hanno fatto spettacolo, vorrei tanto sapere i nomi dei vip presenti a cortina nel 2010 e vedere se gli stessi erano presenti quest’anno……

  6. maxatwork scrive:

    siamo un paese dove i furbi ed i ladri la fanno sempre franca
    oggi ci svuotano le carceri
    ieri hanno autorizzato i tracciati di spesa
    i redditi dei dipendenti, tartassati, sono ricontrollati dall’ade
    e se tuo padre muore e ti lascia la casa ti conviene venderla
    il livello delle tasse è pauroso, tutto per pagare pensioni e privilegi
    ecco un clamoroso esempio:
    una tipa pensionata, ex-dip.statale,a 54 anni, a matrix dichiara che non bisogna mettere i lavoratori contro ma contestualizzare…….
    è andata in pensione a 54 anni dopo 30 e dopo aver versato, forse,400000 euro di contributi se vivrà fino ad 84 anni ne percepirà lorde 680000 (calcolo teorico eff. su 2200 euro paga mensile lorda 14 mensilità e 43% di versamenti 30+13%-e pensione all’80% dello stipendio lordo)
    ho contestualizzato, e lei, comunque ha fatto un affare

  7. Hughes scrive:

    Prima di “sparare” in bella evidenza il commento dell’assessore, sarebbe meglio sentire anche l’altra campana e chiedere a un rappresentante dell’Agenzia delle Entrate che cos’ha da dire a proposito di quanto successo a Cortina. Inoltre non pensate che sia scandaloso e censurabile, almeno quanto la presunta “spettacolarizzazione” dei controlli, che siano emersi molti casi clamorosi di evasione fiscale? Vogliamo dire che in questa storia i ladri sono due: lo Stato che ci ruba con le tasse più di quanto dovrebbe MA ANCHE chi quelle tasse le evade e crea un ulteriore danno a chi invece le tasse è costretto a pagarle? Perché due pesi e due misure?

  8. maxatwork scrive:

    andare a chiedere cosa? a chi? perchè?
    sono controlli solo per buttare fumo negli occhi
    mi continuo a chiedere
    perchè non sono andati a roma in via condotti
    o a capri,ischia,taormina, forte dei marmi, cota amalfitana,costa smeralda, ecc.

    lo spettacolo
    sempre e solo al nord
    +++++++++++++++

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana