Google+

Consigli per il sesso sicuro omosessuale (anale e orale) a studenti minorenni. Accade in una scuola

aprile 17, 2014 Redazione

Al termine di un incontro sull’omofobia in un istituto di Reggio-Emilia, è stato distribuito un volantino dal linguaggio assai esplicito

«Il preservativo va messo correttamente, premendo il serbatoio che c’è in punta per evitare che rimanga l’aria quando lo si srotola sul cazzo».

«Con il pompino è molto più facile beccarsi altre infezioni, come la clamidia, la gonorrea (scolo), la sifilide o l’herpes».

«Questo è vero soprattutto per i pompini: se usi il condom sempre, ti assicuri la protezione anche dalle varie IST. Se invece fai il pompino senza preservativo, non farti venire in bocca e non ingoiare, perché la concentrazione di virus HIV nello sperma è potenzialmente alta. Se però capita che l’altro ti venga in bocca, sputa lo sperma immediatamente, sciacqua la bocca con semplice acqua tiepida, non usare il collutorio e non correre a lavarti i denti (non irritare le gengive)».

Perdonate il linguaggio, ma si tratta – purtroppo – di citazioni letterali contenute in un opuscolo distribuito in una seconda dell’Istituto Superiore Cattaneo-Dall’Aglio di Castelnovo Monti (Reggio Emilia).
L’episodio è raccontato oggi da La Bussola quotidiana. Al termine di un incontro sul tema dell’omofobia, i cui relatori appartenevano all’Arcigay Bologna, è stato distribuito un pieghevole preparato da salutegay.it. Il titolo è “Safer Sex Hiv e Ingezioni sessualmente Trasmissibili“. Si informa su malattie quali sifilide, Hiv, gonorrea. A proposito di Hiv si ammette che «ci sono alcune ragioni, biologiche (il sesso anale) e statistiche, per cui un uomo che fa sesso con uomini è più vulnerabile, ovvero ha più alte probabilità di essere esposto al virus per via sessuale rispetto ad una persona eterosessuale, ed infinitamente di più rispetto ad una donna lesbica».

Come si vede, l’immagine a corredo del volantino e i consigli sull’utilizzo di acqua, silicone e sex toys sono espliciti. L’opuscolo non è piaciuto ad alcuni genitori dei ragazzi che hanno protestato con la scuola. A quanto pare, esso è stato distribuito agli studenti al termine dell’incontro, in assenza dei professori.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

63 Commenti

  1. Su Connottu scrive:

    Roba da vomito.

  2. mauro scrive:

    Che brutta cosa parlare di sesso sicuro usando il linguaggio dei ragazzi per permettergli di tutelarsi da mts, da censurare il fatto che i ragazzi possano accedere senza falsi moralismi alle informazioni per non avere gravidanze indesiderate. ma vergognatevi di scrivere certi articoli

    • Finn scrive:

      E io che pensavo che i RAGAZZI non potessero avere gravidanze, nè desiderate nè indesiderate 😀
      Sarò rimasto indietro.

    • Cecilia scrive:

      > sesso tra uomini
      > gravidanze indesiderate

      Ma prende in giro o cosa?
      Sul resto evito di commentare, che i Wall of Text tanto non vengono letti quasi mai. Solo sangue cattivo per chi li scrive.

    • Emanuele scrive:

      veramente fantastici gli sforzi che fa per leggere in rosa quello che è nero… Ammiro il suo ottimismo. Non so se augurarmi che lei sia davvero così ingenuo, oppure che ci stia prendendo per i fondelli.

  3. Finn scrive:

    Completamente scoppiati 😀

  4. Alberto scrive:

    Ma che grave parlare di sesso sicuro ai ragazzi, molto meglio che si ammalino di HIV, sifilide, gonorrea, no? Quanto al resto, i rapporti anali sono più a rischio di quelli vaginali che sono a loro volta più a rischio di quelli orali. I target e il peso che viene dato alle precauzioni da adottare è conseguente a ciò: non mi sembra tanto difficile da capire! Fra l’altro immagino che questa campagne nascano anche da una risposta al fatto che, recentemente, c’è una recrudescenza dell’infezione da HIV proprio negli adolescenti (notiziona: gli adolescenti sono sessualmente attivi!). Non ci vedo nulla di strano. Se poi un nudo maschile parziale vi turba tanto… boh… avrete dei problemi.

    • Emanuele scrive:

      anzitutto quando si parla ai ragazzi occorre farlo in modo professionale. Utilizzare un linguaggio scurrile pensando che quello sia il modo migliore per arrivare ai ragazzi sminuisce i ragazzi stessi, è didatticamente sbagliato ed è anche offensivo per chi scrive.
      In secondo luogo, non è che basta una buona intenzione (ammesso e non concesso che tale sia) per giustificare ogni cosa.
      E’ molto grave che si diffonda un manifesto così esplicito. I ragazzi ne sono turbati.
      Ma i gay non erano quelli sensibili? Che fine ha fatto tutta la sensibilità??

      • Alberto scrive:

        Turbati??? Hai mai guardato, che ne so, Striscia la Notizia in prima serata? Presente come sono vestite le veline lì e in molte altre trasmissioni? Senza contare tutto quello che circola sulla rete, ovviamente…

      • Alberto scrive:

        Sulla scurrilità sono d’accordo, ma bisogna ben dire che in giro si sente molto di peggio. E non mi sembra che “c**zo” sia la più volgare delle parole!

  5. Giannino Stoppani scrive:

    Che schifezza!!!

  6. Emanuele scrive:

    ragazzi è inutile che perdiamo tempo a spiegare ai troll gay perché questa roba è inaccettabile in una scuola… è inutile non ci arrivano proprio.
    Per loro tutto ciò che è “gay” è giusto a prescindere.
    Se ci fosse un “kalashnikov gay” sarebbe una cosa meravigliosa da avere in casa, e chi si scandalizza è un servo della Chiesa, e così via.

  7. Piero scrive:

    Se avessi un figlio che frequentasse quella scuola, giuro che denuncerei il dirigente scolastico e chiunque abbia avuto un ruolo in questa cosa indecente.
    PD e SEL, che sono i veri sponsor politici delle lobby lgbt (non c’è da stupirsi, pensando al segreteraio di SEL…), hanno oltrepassato ogni limite tollerabile.

  8. Valerio scrive:

    PER IL SIG. ARTURO TOGLIATTI.

    Scusi se mi permetto, ma ammesso che il problema sia solo quello da lei sollevato, la parola “pompini”, nell’opuscolo dell’Arcygay distribuito a scuola a dei 15enni, c’è eccome. Non una ma due volte. Legga bene. L’aiuto: è nella seconda pagina e destra.
    ..Chi è che si deve vergognare?

    Buona Pasqua di Resurrezione (..ogni riferimento alla sua non è casuale).

  9. Sandro scrive:

    Si tratta di un’istituto superiore, dunque i ragazzi e le ragazze di quell’eta’ sono perfettamente idonei per essere informati sulla prevezione delle malattie sessualmente trasmissibili. Secondo me chi si dovrebbe vergognare sono coloro che criticano queste iniziative, che hanno come unisco scopo quello di cercare di tutelare la salute dei giovani. E poi hanno la faccia tosta di dire che amano il prossimo, che ipocriti bigotti.

    • Su Connottu scrive:

      L’unica cosa positiva è che più si da spago a questa ideologia lgbt e più viene fuori cosa c’è sotto: una fogna.

    • Giannino Stoppani scrive:

      Caro Sandro, non so se nel Wolkenkuckucksheim dove abiti tu come funzioni, ma qui in Italia nei cosiddetti istituti superiori ci si possono trovare anche ragazzini di tredici anni, i quali hanno ancora un pediatra come medico curante.
      (T)rollare meno e studiare di più.

  10. Marco scrive:

    Il pericolo maggiore è mascherare di buoni propositi schifezze del genere senza che peraltro i genitori ne siano informati. Si può fare sana informazione sessuale e prevenzione delle malattie trasmissibili mandando medici e personale esperto, magari usando anche molta delicatezza visto che si parla a minori. Invece si manda l’arcigay a fare “informazione sessuale” e a promuovere la teoria gender senza il beneplacito di genitori e insegnanti. Continuate a giustificare ogni oscenità come se fosse normalità e a inculcare ideologie gender nelle scuole a dei minori che dovrebbero essere tutelati nella loro formazione, allora potremo vedere al qaeda che al liceo promuoverà la sharia e la legge del taglione in questo mondo ideale dove tutto é lecito, dove il sesso é libero e senza limiti di età senza più leggi naturali che lo regolano, dove gli animali contano più degli esseri umani e dove i poveri angeli mai nati vengono usati al pari dello sterco per il riscaldamento e le coltivazioni.

  11. Quercia scrive:

    Attenzione a dare “da mangiare” ai troll. Meglio non considerarli proprio. Tanto appare evidente come non abbiano nessuna voglia di discutere ma solo continuare a sparacchiare i loro slogan ideologici. Riescono perfino, di fronte all’evidenza, negare e accusare gli interlocutori.

    Domanda: ma un’associazione (di qualunque genere sia) può distribuire a degli scolari degli opuscoli in cui si parla di “cazzo” e “pompini”? Dichiararsi contrari ad iniziative simili è qualificabile omofobo? Ovviamente sui media “maggiori” silenzio tombale. Allucinante…

  12. mauro scrive:

    Ignoravo che voi eterosessuali non faceste sesso orale e anale! Il problema non è il linguaggio usato, anche se penso che i ragazzi debbano sempre avere una proprietà di linguaggio adeguata alla situazione in cui si trovano… essere contro all’educazione sessuale non è un problema di omofobia ma di non volere tutetare i ragazzi

    • Su Connottu scrive:

      Mauro ignori anche altre cose, per esempio che quando ci si vuole bene non ci si trasforma necessariamente in maiali.
      Riconosco che nel paragonare questo opuscolo per cerebrolesi a uno strumento di profilassi sanitaria c’è dell’umorismo che potrebbe trovare migliore sfogo.

      • giovanna scrive:

        Su Connottu, sottoscrivo in pieno !
        E questa sarebbe la gente ( ideatori e divulgatori di quella robaccia e commentatori che riescono a scendere persino più in basso ) cui dovremmo permettere il lavaggio del cervello ai nostri figli, se non addirittura cederli loro in cambio di denaro !
        Ogni giorno di più non si stenta a credere alle tragiche testimonianza di chi in questi consessi c’è cresciuto e purtroppo , se tanto mi dà tanto, ne sapremo sempre di più delle belle, prima o poi il pentolone sarà scoperchiato.
        Poveri figli.
        A volte, a leggere questo mare di sconcezze e disumanità , mi butto un po’ giù.
        Ma, come spesso diciamo, non prevalebunt !

      • Toni scrive:

        Bravo , condivido al 100%!

  13. Fiorenza scrive:

    Arturo Togliatti . Questi volantini come al solito si nascondono sotto educazione sessuale ( che comunque dovrebbe essere concertata con i genitori ! Visto che sono minori ) , in realtà sono istigazione all omosessualità . Non so che età ha lei , ma gli adolescenti come i bambini sono facilmente plasmabili e influenzabili …. Se lo ricorda come era lei a quelle etá ? Io si …erano i famosi anni ’70 e molte mie amiche hanno iniziato a fare sesso , non x un loro interesse vero , ma perchè leggendo i giornali e semplici riviste di moda quali “Amica ” , etc trovavano x esempio articoli sui vari metodi contraccettivi , ricordo una rubrica in questo senso a fine rivista ( come oggi le ricette di cucina , …infatti oggi siamo tutti chef ! ) in questo modo …passava alle adolescenti il messaggio subliminale che dovevano fare sesso , la società , la cultura , lo suggeriva …e cosi molte di loro lo hanno fatto per banale curiosità , ma bada bene non propria ma per istigazione , per provare ,spesso con la persona sbagliata , qualcuna ê rimasta in cinta etc…. Qui vedo ripetuta la stessa situazione! Il sesso dovrebbe essere una propria scelta personale e non istigato , ognuno a i suoi tempi e esigenze .Sottolineo che non sono cattolica ne appartengo a nessuna religione , nn sono atea , ma non credo alle religioni ” organizzate ” .

  14. Shiva101 scrive:

    Opuscolo indispensabile.

    Le indicazioni che hanno presentato sono un’ottima e corretta educazione sessuale.

    Dovreste farla anche voi nelle parrocchie.

  15. michele scrive:

    Esiste ancora il reato di corruzione di minorenni ed istigazione a delinquere?

  16. ftax scrive:

    Harward: anche l’uso saltuario dell’ano causa gravi danni al cervello.
    Togliatti ne è la prova…

  17. Alessandro scrive:

    Questo volantino mi ha aperto gli occhi. Fino ad ora credevo che i sostenitori della propaganda omosessualista e anti-famiglia fossero persone in buona fede che purtroppo si fanno portavoce di una ideologia falsa e pericolosa. Invece sono persone corrotte e criminali. Presupporre la buona fede di chi incita i minorenni alla perversione sarebbe ingenuo. Il volantino è fin troppo esplicito. C’è un uomo nudi e si invitano i ragazzini a praticare atti osceni tra di loro.
    Ma poi pensate ad una cosa. Se queste perversioni sono giustificate tra i compagni, tanto più con le compagne, no? Le ragazzine si troveranno succubi delle pulsioni sessuali sregolate e potenzialmente infinite dei compagni maschi.
    Basta col buonismo! Guardiamo il male in faccia. Sono criminali e nemici pubblici. La loro arroganza si è spinta oltre ogni limite. Hanno perso il senso della decenza.

    • pallo scrive:

      @Alessandro e tutti gli altri che si stracciano le vesti: capisco che possano essere volantini un pò “di parte” però sicuramente NON fare educazione sessuale nelle scuole non è una soluzione. Perchè lo stato delega alle associazioni queste attività ? Purtroppo chiudere gli occhi per non vedere (come da morale un pò “cattolica”) non serve a nulla … i ragazzi diventano comunque adulti.
      “Le ragazzine si troveranno succubi delle pulsioni sessuali sregolate e potenzialmente infinite dei compagni maschi” …. ma Lei forse è un pò “lontano” dalla realtà … a 15 anni le ragazzine sono ancora + agressive dei ragazzi, sono loro che vogliono fare “sesso”.
      D’altra parte dopo il “bombardamento” degli ultimi 20 anni: televisioni, moda, etc; lo sdoganamento delle escort la gente che fa soldi senza saper far nulla ma solo per “averla data”, politici/che che si prostituiscono ….. cosa potete pretendere dai ragazzi ? L’ipersessualizzazione e l’abbassamento dell’età per i rapporti sessuali sono dati di fatto che NECESSITANO di corretta educazione nelle scuole !!!!

      • Su Connottu scrive:

        Non so se te ne sei accorto ma stai sdoganando la pedofilia.
        E pensi che io lascio fare “educazione” ai miei figli a gente che ragiona come te?
        La risposta non la scrivo perchè verrei immediatamente bannato,
        ma sono sicuro che riesci a immaginarla.

      • Alessandro scrive:

        @ Pallo

        Ho scritto un un momento di indignazione ma la mia opinione resta la stessa.
        Lei forse non ha letto che i volantini sono stati distribuiti dall’Arcigay fuori dalla scuola e senza il consenso di nessuno. Quindi la scuola non ha delegato proprio nulla. Sono stati loro che in modo prepotente hanno fatto circolare i volantini su un tema delicato come l’educazione sessuale.
        Inoltre, e lo dico come docente e padre di una bambina piccola, l’educazione morale e religiosa dei figli spetta ai genitori. Questo è un principio sancito dalla costituzione e dalla carta dei diritti umani.
        Lei ha dato una descrizione preoccupante della nostra società e ha mostrato come essa proponga modelli fuorvianti. Non posso che condividere.
        Ma secondo lei la soluzione è far circolare volantini non autorizzati dove si usa un linguagggio osceno e si invitano i minorenni a pratiche da postribolo? Non si tratta di far finta che certe cose non esistano. Si tratta di non farli passare come modelli educativi!
        Ma poi sono l’unico che si accorge della pericolosità di trasmettere informazioni di carattere sessuale senza alcuna connotazione morale? Per me quei tizi che hanno fatto questa iniziativa non sono altro che degli adescatori di adolescenti e come tali da perseguire penalmente.

        • pallo scrive:

          @SuConnotu: … vorrei capire dove è l’istigazione alla pedofilia ? E soprattutto vorrei capire cosa del mio ragionamento faccia si che tu debba “stracciarti” le vesti e aggredirmi così !

          @Alessandro: come “delegare” intendevo dire che lo Stato se ne lava le mani perchè sono argomenti spinosi e di difficile gestione vista l’influenza del Vaticano e la ricaduta sui voti, quindi come per l’eutanasia e altri temi “delicati” si parla tanto ma non si fa nulla.
          Capsico anche la tua posizione ma secondo te l’educazione sessuale nelle scuole non serve ? Sul contenuto dei volantini è necessario sicuramente trovare una via di mezzo ma a me pare che fino ad ora la situazione sia sempre stata opposizione ferma del mondo cattolico a qualunque forma di educazione, cioè sempre nel “solco” del non parlarne è meglio ! E’ vero che i figli li devono educare i genitori ma quelli che hanno genitori che non possono o non sono in grado di educarli in tal senso cosa facciamo li lasciamo in balia di YouPorn e Lucigliolo per capire qualcosa ?

  18. Massimiliano Montelatici scrive:

    Embè? Ma io dico MEGLIO COSI’.
    Quando andavo a scuola io le informazioni erano pressocchè ZERO. Ma ragazzi e ragazze facevano ugualmente le stesse cose che si fanno oggi!
    Credete veramente che si possa modificare l’identità sessuale di un adolescente facendo informazione?

    • Su Connottu scrive:

      Eeeehhh?

    • coccio scrive:

      Si, se fatta da associazioni di qualsiasi genere, etero o gay che sia. Nella scuola ci sono già dei docenti che debbono essere preparati anche in queste materie e che debbono trasferire ai ragazzi, soprattutto minori, le conoscenze scientifiche inerenti al tema sessualità, senza alcuna propensione verso l’una o l’altra tendenza sessuale

      • Su Connottu scrive:

        Se fossero veramente diffuse conoscenze scientifiche (p.e. embriologia umana) e non spazzatura ideologica, potrei anche essere d’accordo, anche perchè i ragazzi imparerebbero in modo corretto, e interessante, per esempio:
        – che un uomo nasce, sempre, dall’unione di un maschio e di una femmina
        – che chi uccide un embrione o un feto uccide inequivocabilmente un uomo
        Ma se devo correre il rischio che poi arrivi la stessa dose di escrementi che si son dovuti beccare gli studenti di Reggio Emilia, preferisco un’ora in più di trigonometria, grazie.

        • filomena scrive:

          Ti faccio presente che dire che si ammazzano gli embrioni fa solo confusione ai ragazzi visto che una legge dello stato permette l’interruzione volontaria di gravidanza e che ti piaccia o no ai ragazzi va insegnato il rispetto delle leggi. La morale é facoltativa le leggi no.

          • giovanna scrive:

            Pensa a quanto erano rispettosi delle leggi i tedeschi al tempo del nazismo !
            Quelli erano uomini: le leggi non sono facoltative come la morale, no? !
            Basta chiamare embrione un bambino e doccia una sgasata e siamo a posto !
            Comunque dalle tue parole si capisce bene dove si può arrivare escludendo che ci sia una verità , innata nel cuore dell’uomo.

            • filomena scrive:

              E’ incredibile non avete altri esempi da citare che il nazismo. Basta siete più neanche originali. Gli embrioni per l’ennesima volta lo dico (e non certo solo io) non sono neanche paragonabili a una persona. Sono una persona potenziale.

              • ldg scrive:

                Non è che siccome non lo dici solo tu allora è tutto oro colato eh! È tipico dei regimi totalitari pensarla tutti allo stesso modo. E qui del resto ci sono in sacco di persone che la pensano in maniera diversa da te….
                Comunque sta storia del volantino è la dimostrazione che la scuola è alla deriva totale e che le famiglie devono riprendere il controllo dell’educazione.

              • Ellas scrive:

                Anche tu Filomena sei stata un embrione.
                Allora che dobbiamo fare con quegli embrioni di criceto, cane o topo? Buttarli? Non sono da considerarsi neanche degli animali.

                Filomena è per lo spopolamento mondiale. E vai!

                Il sesso sicuro non è certo quello degli opuscoli lgbt.

              • giovanna scrive:

                Stellino mio, purtroppo per tutti quello che è accaduto durante il nazismo è quello che si richiama più spesso leggendo le tue parole.
                Prova a confutare nel merito, se ci riesci : non erano forse rispettate le leggi ai tempi del nazismo ? Prevalevano sulla coscienza umana , che anela al bene, legge o non legge, e solo così è potuta accadere la tragedia dello sterminio degli ebrei, che non erano considerate persone dalla propaganda nazista, nemmeno potenziali, ma sub-umani.
                Come oggi accade la tragedia dello sterminio dei bambini nel ventre della madre e come in futuro si vorrà imporre in tutto il mondo l’ eutanasia e la compravendita di bambini.

  19. sebastiano calabro` scrive:

    ma non ci sono elementi per denunciare i promotori ed i professori condiscendenti ?

  20. Marino scrive:

    Molto meglio che i vostri figli e le vostre figlie si prendano qualche malattia sessualmente trasmissibile, no? Se lo stato LAICO facesse il suo lavoro e inserisse l’educazione sessuale e sentimentale nelle scuole le associazioni non dovrebbero andare in giro a promuovere il sesso sicuro. Siete degli ipocriti. Date le stime delle persone che hanno contratto malattie sessualmente trasmissibili in Italia invece di fare terrorismo contro le persone GLBT e contro il sesso sicuro! Poi vorrei far notare che il volantino serve a tutte le persone a prescindere dall’orientamento sessuale. Vergogna!

    • blues188 scrive:

      Ma sig. Marco, lei afferma che fare sesso lo ordina il dottore? Se è così ce lo faccia sapere.

      • Marino scrive:

        Io mi chiamo Marino e non Marco. Inoltre le persone, normalmente, hanno una vita sessuale. So che il concetto per gli estremisti è difficile da digerire ma così è. Pensi che hanno una vita sessuale anche moltissimi preti e molte suore!

        • Giannino Stoppani scrive:

          Caro Blues, questi scambiano la pornografia per “educazione sessuale sentimentale” e a chi glielo fa notare rispondono con la solita scarica di pregiudizi anticattolici e con la solita propaganda.
          Non ci far caso.

        • Toni scrive:

          Marino
          Molte persone hanno una vita sessuale ma… ci sono estremisti che l’apparato sessuale lo hanno nella testa e nel cuore. Fanno pornografia, … vuol dire sesso avulso da ogni umanità ed in esso trovano il senso della vita. E’ difficile da digerire ma così è!

  21. mauro scrive:

    Che tristezza tutta questa ipocrisia, l’amore è anche basata sul l’alchimia che deriva da una sintonia sessuale. Non è da maiali farlo e amare il corpo del proprio amato

  22. Conte di Pitigliano scrive:

    Letto da chi ha un’idea di igiene e profilassi, l’opuscolo è egregio e tutto ciò che dice è corretto, anzi indispensabile da sapere, con un’attenzione per le diverse casistiche di una scrupolosità scolastica, direi quasi tomistica, senza alcuna ironia blasfema. Vero è che soltanto l’astinenza garantisce sicuramente di non infettarsi. Un’astinenza che, per chi non vi è vocato, non ha senso. Il che non significa agguantare chi viene prima per strofinarsi un prurito, si possono passare anche anni senza avere alcun partner se non si trova quello giusto. Tuttavia, poiché la realtà quotidiana vede la gente sessualmente attiva, meglio sapere che non sapere, e subito, perché può bastare una sola volta per ipotecare la vita di una persona con un virus. Sono trent’anni che per fortuna si producono opuscoli di questo genere, ad opera degli attivisti gay, e le osservazioni sul turpiloquio mi fanno sorridere. Ne conservo alcuni, l’unica novità che vedo è il lessico… Posso preferire un linguaggio più neutro, ma i ragazzi trovano sempre la maniera di imparare le “male parole” prima del colto linguaggio scientifico. Usare, come nel pudibondo/pruriginoso linguaggio della letteratura positivista ottocentesca, il latino? Oh, mi ricordo quando mi toccava di leggere, nei testi di sessuologia, termini catulliani come “irrumatio”, che ai tempi di Catullo erano a loro volta delle parolacce. Il problema qual’è? Certo non questione di termini: è che i ragazzi non dovrebbero sapere che esistono le pratiche sessuali, così non si sognerebbero di attuarle? Finché esisteranno i corpi, “tesoro, non ti ha spiegato niente la mamma” rimarrà una barzelletta. Quindi trovo riprovevole favorire con la disinformazione la trasmissione delle malattie. Ancora adesso, molti ragazzi hanno le idee confuse, e confusamente praticano sesso, ma non soltanto i ragazzi. I contagi sono ritornati a crescere, soprattutto tra gli eterosessuali, perché “a me non può capitare, è roba da omosessuali”. Incidentalmente, la malattia e la morte come punizione, opurificazione, o espiazione, non vanno né cercate né perseguite. Intanto, salvaguardarsi. Poi, tutto il resto va benissimo: se si ha la fede, affidarsi alla preghiera per combattere la concupiscenza, e comunque aspirare a costruirsi come coppia (etero o gay) ed essere fedeli al partner sono forme di bellezza.

    • Giannino Stoppani scrive:

      A leggere questi fintamente “dotti” commenti sembrerebbe proprio che quella di cogliere ogni occasione per spernacchiare l’insegnamento cristiano sia una specie di funzione biologica da espletare ad ogni costo.
      Infatti, a quelli che debbono obbedire a questo apparentemente irrefrenabile impulso sembra che poco importi esporsi al ridicolo più osceno volendo spacciare la propaganda pornografica per educazione e di argomentare a favore di questa scelleratezza rovesciando carrettate di pregiudizi sulla Chiesa e sui cristiani che oramai farebbero sorridere anche il più brillo degli avventori di una casa del popolo. Poco importa, a questi signori, anche e soprattutto il ridicolo a cui vanno incontro spacciandosi per quelli che la sanno lunga dall’alto della loro inarrivabile cultura ed esperienza, pur essendo abbastanza somari da scrivere nelle loro prolisse concioni un bel “qual’è” con l’apostrofo che fa allegare i denti a tutti i remigini d’Italia.

      • giovanna scrive:

        Caro Giannino, ho letto, in ritardo, il tuo scambio di battute con Bifocale di qualche giorno fa : non c’è lotta, la tua umanità di cristiano salta prepotentemente fuori, anzi voglio dire la tua umanità tout court, ma senz’altro pare che fuori il cristianesimo ci siano passi da gigante da fare per capire cosa vuol dire confrontarsi con il desiderio vero di confrontarsi ed educare i bambini e i giovani, invece di corromperli, di snaturare la profondità cui anelano.
        Questa è gente che ha rinunciato a cercare il bene, a fare qualcosa di grande nella vita, a farsi qualsiasi domanda : si spera solo, per il loro bene e anche per il nostro, che magari confrontandosi con una umanità non azzerata, qualcosa si muova in loro, che nella loro sciattezza umana e conseguente grande infelicità si apra una crepa.
        Questo Conte, per esempio, potrà mai rendersi conto dell’abisso tra le sue ridicolissime parole ( non parlo del modo affettato e ridicolissimo di porgersi, ma proprio del contenuto, vabbè, contenuto, non esageriamo…) di una superficialità agghiacciante, come se veramente tutti gli uomini fossero ridotti come lui , come se a un genitore, come magari sarà capitato a lui, interessi come prima cosa, crescere un animaletto addestrato a non sporcarsi, piuttosto che un UOMO !
        Ho scritto un po’ in fretta, mi perdonerai, Buona Pasqua !

        • Giannino Stoppani scrive:

          Il giorno di Pasqua è quasi finito, ma la Pasqua per noi cristiani dura tutto l’anno.
          Dunque buona Pasqua anche a te Giovanna, e a tutta la tua famiglia.

        • Giannino Stoppani scrive:

          Dimenticavo di far notare che Pitigliano (GR) è nota per un ottimo vino bianco DOC, ma c’è da esser sicuri che non sia quella nobile bevanda la fonte d’ispirazione etilica del nostro conte.
          Si sa, infatti, che in certi circoli ci si serve solo vino in brick della cooperativa rossa.

  23. giuliano scrive:

    ricordo che tutti strillavano sulla dignità delle donne offesa dagli inviti del Cav e sulla morale oltraggiata, e la parola morale era ripetuta in maiuscolo sulle TV, giornali, comitati, cortei ecc.. Ora la pornografia diffusa dalla sinistra viene accettata in silenzio e i mille organismi istituiti a difesa del bambino, del giovane, della educazione, del rispetto elle tradizioni e mille altri che percepiscono stipendi e carriere chiamandosi ONLUS qualcosa non fiatano. Tutti hanno paura dei vermi di sinistra che stanno insozzando questa nazione. Dovrebbero essere messi al muro o con un cappio al collo

  24. Salvo scrive:

    Non c’è niente di + bello che imparare a conoscere la sessualità, e questo va fatto necessariamente ad iniziare dall’adolescenza. Ha ragione Arturo Togliatti.
    Mentre quella signora Giovanna infelice deve avere un cervello troppo piccolo per non capire che la morale è individuale, la legge è sociale. Sarebbe il caso di ricordare che la legge era anche quella per cui l’Inquisizione uccideva chiunque semplicemente non era d’accordo con i dogmi della Chiesa.

    E legge, giusta, è l’accettazione dell’omosessualità, anche fra minorenni (che sono entusiasti dell’iniziativa), come l’Istituto Superiore Cattaneo-Dall’Aglio di Castelnovo Montiscuola sta facendo lodevolmente.
    E di queste scuole in futuro ce ne saranno tante.

    Ah, bella la foto iniziale con cui si apre l’articolo! 😉

    • Giannino Stoppani scrive:

      Caro ennesimo clone del solito maleducato, se è il tuo così “grosso” cervello a fornirti la convinzione che la “morale è individuale” ebbene mio caro tu sei l’ennesima dimostrazione che “le dimensioni non contano.”
      Chissà se ci trovi scritto anche questo nel porno-opuscolo.

    • Toni scrive:

      Ignorate con una visione della sessualità che offenderebbe la spontaneità di un’animale.
      Solo chi non ha idea della morale può sostenere che è individuale e far conto che non si è prossimi (con il proprio fetore o profumo ) ad altri.
      Io non so se altre scuole seguiranno la valente iniziativa (da te estimata), spero di no perché è vergognoso consentire a dei cialtroni diffondere la propria spazzatura e non consentire a nessuno di poter dire a quei minorenni che nullità che rischiano di diventare se vivono seguendo i modelli che gli vogliono ingurgitare.

      • Toni scrive:

        Ignorate con una visione della sessualità che offenderebbe la spontaneità di un animale.
        Solo chi non ha idea della morale può sostenere che è individuale e far conto che non si è prossimi (con il proprio fetore o profumo ) ad altri.
        Io non so se altre scuole seguiranno la valente iniziativa (da te estimata), spero di no perché è vergognoso consentire a dei cialtroni diffondere la propria spazzatura e non consentire a nessuno di poter dire a quei minorenni che nullità che rischiano di diventare se vivono seguendo i modelli che gli vogliono ingurgitare.

  25. tommaso scrive:

    Destra tutta la vita in difesa da leggi shock contro Dio Chiesa Vita Famiglia! Vvb e che Dio ci benedica.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Cittadino, fuoristradista, “agonista”, pratico o “alieno”. Cinque modi d’essere automobilista. Cinque modi d’interpretare SUV e crossover. Ecco 20 modelli che soddisfano ogni gusto e desiderio.

L'articolo SUV e crossover compatte: ecco le migliori 25 proviene da RED Live.

Ebbene sì, è accaduto. Anche il Giaguaro si è spuntato le unghie ed è sceso a compromessi con il downsizing. La rinnovata sportiva F-Type, disponibile in configurazione sia Coupé sia Convertible, verrà dotata di un “piccolo” 4 cilindri 2.0 turbo da 300 cv, destinato ad affiancare i confermati V6 e V8 Supercharged. Turbina twin-scroll Pietra […]

L'articolo Jaguar F-Type 2.0T: la prima volta del 4 cilindri proviene da RED Live.

In mezzo a tante amenità con gli occhi a mandorla, al Salone di Shanghai si possono ammirare anche alcune autentiche perle. Tra queste merita una menzione speciale l’Aston Martin Vantage S Great Britain Edition, una serie speciale tirata in soli cinque esemplari destinati proprio al mercato cinese. Ciascuno sarà venduto a 236.000 sterline, pari a […]

L'articolo Aston Martin Vantage S Great Britain Edition proviene da RED Live.

Fra dieci anni la Formula 1 sarà così. Autonoma? Elettrica? Impersonale? Nulla di tutto questo. Le monoposto di domani (ri)metteranno l’uomo al centro della scena. Ponendogli sotto il sedere quasi 1.400 cv. Parola di Renault che, con la concept R.S. 2027 Vision, svela l’orizzonte della massima serie dell’automobilismo sportivo. Abitacolo chiuso e casco trasparente Svelata […]

L'articolo Renault R.S. 2027 Vision: la Formula 1 del futuro proviene da RED Live.

Metti una mattina uggiosa, lo sguardo un po’ assonato che si posa sul nuovo Honda X-ADV parcheggiato in cortile e i contorni delle immagini che lentamente sfumano. Ecco che all’improvviso l’asfalto urbano muta in sterrato, lo skyline cittadino cede il posto alla vegetazione rigogliosa e alle spiagge dorate della Sardegna, mentre il completo elegante si trasforma in quello da […]

L'articolo Honda X-ADV, tra città e sterrato con Mariano Di Vaio proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana