Google+

Quando li faceva Tremonti, tutti si indignavano per i condoni tombali. Ora chiamateli «sanzioni ridotte»

novembre 14, 2013 Francesco Amicone

Quando era il ministro di Berlusconi a giustificare la pratica per incassare soldi per lo Stato, l’indignazione montava. Oggi Repubblica cambia le carte in tavola

Governo Berlusconi II, 10 ottobre 2002, Repubblica: «Ennesimo condono tombale». Governo Berlusconi IV, 12 luglio 2009, Repubblica: «Colpo di spugna sui capitali all’estero». Governo Letta, 14 febbraio  2013: Repubblica: «Formalmente non sarà un condono ma una sanzione (ridotta) dopo una dichiarazione volontaria per chi fino ad oggi ha tenuto dei fondi in un paese che tutela il segreto bancario». Nei fatti è un condono fiscale quello che Agenzia dell’Entrate e governo stanno ultimando con lo scopo di incassare quanto basta per non aggravare ulteriormente il peso del fisco sui contribuenti.

5 MILIARDI, COME SEMPRE. Quando era Giulio Tremonti a giustificare la pratica del condono per incassare soldi per lo Stato, l’indignazione montava: la gran parte dei media definiva i suoi scudi, “beffe”, “ladrocini” nei confronti dei contribuenti onesti. Oggi come allora, però, è con un rientro di capitali dall’estero che lo Stato prevede di incassare 5 miliardi e tasse sulle plusvalenze per circa 300 milioni ogni anno, soprattutto dai capitali in Svizzera. Un’uguaglianza che dimostra come la realtà cambia di nome ma non nei fatti e che alla fine l’unica alternativa dei governi alla tassazione per racimolare miliardi è il condono.

FINE DEL SEGRETO IN SVIZZERA. Il condono non sarà uno scudo fiscale: «Non è prevista tutela dell’anonimato degli italiani che fino ad ora hanno nascosto i loro soldi in Svizzera», assicura Repubblica. È probabile che il prelievo finale sarà attorno al 12 per cento. Il doppio di quello di Tremonti. Condono più rigoroso perché il governo Letta è più bravo di quello Tremonti? Ovviamente no. L’unica differenza fra i condoni di Tremonti e quelli del governo Letta l’ha fatta la Svizzera, dove ormai sembra in via di abolizione il segreto bancario: «Le banche svizzere, a differenza del passato», scrive Repubblica, «non hanno più molto entusiasmo per clienti italiani, tedeschi o britannici in situazione illegale». «Gli arresti per evasione dei banchieri di Ubs negli Stati Uniti, lo stritolamento della secolare banca Wegelin di San Gallo per lo stesso motivo, lo scandalo della lista Falciani della Hsbc di Ginevra spingono gli svizzeri a cambiare».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. francesco taddei scrive:

    tremonti, fini,prodi,…a volte ritornano. non ci libereremo mai de ‘sti parlamentari trente/quarantenni?

  2. Luca scrive:

    Tremonti? Un incapace, tra lui è una macchina calcolatrice c’è poca differenza.
    Non era il ministro di Berlusconi ma di Bossi, è rimasto in sella soltanto grazie al ricatto della Lega sulla tenuta del governo.
    Ridicola la questione della Social Card annunciata in pompa magna, finanziata con zero euro, concessa a meno della metà di quanti prima erano stati illusi, con annunci, lettera e rilascio carta vuota, ridicoli, consegnate 1 milione di carte, attivate solo 600.000 e poi dopo un anno più nulla, abolite. Alla faccia della attenzione agi ultimi.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana