Google+

Con Kaladze e Shevchenko il Milan scende in campo. Anche in politica

ottobre 5, 2012 Emmanuele Michela

L’ex-terzino campione d’Europa è stato eletto al parlamento di Tbilisi, ultimo della lista di rossoneri impegnati in politica. Da Shevchenko a Galli, da Weah a Rivera, ecco i volti che da San Siro sono passati alla vita elettorale.

Zanna Bianca ce l’ha fatta, il suo “Sogno georgiano” può avere inizio. Scrollatosi di dosso le accuse di coinvolgimento negli scandali estivi del calcioscommesse, Kakha Kaladze è stato eletto al parlamento di Tbilisi per il partito di Ivanishvili “Georgia democratica”, gruppo che ha sconfitto l’uscente Saakashvili. «Lo sport è sempre stato la mia vita, ho giocato partite indimenticabili, derby e finali di Champions… ma l’emozione che provo adesso non ha paragoni, è in gioco il futuro del Paese», è stato l’elettrizzato commento di Kaladze, vero idolo per i tifosi georgiani, che per 5 volte l’hanno scelto come miglior giocatore della propria nazione e due volte l’hanno visto sollevare la Champions League. Strana sorte quella che accomuna Kakha ad un suo vecchio compagno, Andrij Shevchenko. Amici di vecchia data, fin dai tempi delle cavalcate europee della Dynamo Kiev, entrambi dopo aver appeso le scarpe al chiodo stanno abbracciando la strada della politica.

ELEZIONI A OTTOBRE. L’annuncio di Sheva era stato seguito anche da diverse polemiche: era solo lo scorso giugno quando l’attaccante siglava l’ultima doppietta con la sua nazionale contro la Svezia, negli Europei casalinghi. Poi la svolta della candidatura con il partito “Avanti Ucraina”, da tanti però visto come lista fiancheggiatrice dell’attuale presidente Yanukovich, mossa solo per rubare voti all’opposizione di Julia Tymoshenko. L’ex-bomber del Milan si è difeso, ma la sua candidatura sorprende solo in parte l’Ucraina, un Paese dove spesso sport e politica sono andati a braccetto. Basti pensare al nome che, ben prima di Sheva, ha scritto pagine di storia del calcio di queste terre: Oleg Blochin, Pallone d’Oro nel ’75 e attuale tecnico della Nazionale e della Dynamo Kiev. Per diversi anni è stato in quota al partito social-democratico Hromada, oltre ad aver sempre tenuto calde le sue simpatie per il partito Comunista di cui, diceva in un’intervista, non ha mai stracciato la tessera dopo la fine dell’Urss. Altro volto noto è quello di Vitali Klitshcko, pugile di 41 anni, 3 volte campione del mondo tra i pesi massimi: tratti marcatamente caucasici, nasone schiacciato dai pugni, più di una volta la sua faccia è apparsa sulla piazza politica ucraina, e per le elezioni del prossimo 28 ottobre è in lista col partito UDAR, terza forza del Paese, dato nei giorni scorsi all’11% dei voti.

PARTITO ROSSONERO. Kaladze, Sheva… La conclusione viene a galla da sola: oltre ad essere stato la fucina di tanti campioni, il Milan ha dato i natali anche a diversi politici. Anni fa fu George Weah a tentare la strada delle elezioni, candidandosi a presidente del suo Paese, la Liberia. Era il 2005, e il “Re Leone” ottenne poco meno del 30% di preferenze, venendo però sconfitto al ballottaggio da Johnson-Sirleaf. Nel 2009 invece al portierone Giovanni Galli, in forza al Milan di fine anni Ottanta, fu affidato il compito di sfilare dal sedere di Matteo Renzi la poltrona di sindaco di Firenze, senza però riuscirvi. Ma l’esempio più famoso resta quello di Gianni Rivera, nome sul quale non serve spendere parole di spiegazione calcistica: 4 legislature da onorevole, passando dalla Democrazia Cristiana al centrosinistra di Prodi, ricoprendo per 5 anni anche la carica di Sottosegretario alla Difesa (un bomber come lui?).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana