Google+

Come buttare ‘e carogne fuori dagli stadi senza troppe chiacchiere, tornelli, tessere e distintivi

maggio 11, 2014 Fred Perri

Dopo l’omicidio Raciti ci siamo inventati una serie di regole che hanno reso irritante entrare allo stadio. Ma solo per le famiglie, i fetenti entrano e spadroneggiano come vogliono. Qui ci vuole il polso della Thatcher

Genny ’a carogna, il Pipita, Gastone, il Barone, l’Apache, il Mortadella, Big Jim, il Polpo, il Pupone. Il calcio italiano è pieno di personaggi dai soprannomi più bizzarri ma, ahinoi, non tutti sono gentiluomini e non tutti sono giocatori. Ogni volta che ci scappa il morto o si va vicino a causarlo, ascolto gli stessi discorsi.

Ahimè, di morti dentro e fuori dagli stadi italiani me ne ricordo tanti. Troppi. Purtroppo sono anziano e mi ricordo anche le frasi di circostanza, gli annunci roboanti, le nuove leggi che, esattamente come nel caso delle tasse, ad esempio, colpiscono la gente normale, mai i lestofanti. Dopo l’omicidio dell’ispettore Raciti (il simpatico Genny inneggiava con la sua maglietta al tale ingabbiato per questo) nel 2007 a Catania, si sono inventati i tornelli, le tessere del tifoso, una serie di regole che hanno reso difficoltoso e irritante andare allo stadio per noi comuni, ma tutti ’sti fetenti, invece, entrano e spadroneggiano come vogliono.

Non ho nessuna speranza, non do nessun credito, perciò, alla nuova ondata di promesse del governo italiano, attualmente presieduto da Matteo Renzi. Non si risolve nulla, compagni e amici, non si va da nessuna parte. Del resto gli inglesi, quando hanno deciso di trasformare la Premier League nel gioiello che è adesso, a Downing Street avevano Madama Thatcher. Una che non faceva promesse. Menava direttamente le mani.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Grillo Parlante scrive:

    La “lady di ferro” e l'”omino di burro”.

  2. mike scrive:

    siamo in italia. da noi ogni cosa, giusta o sbagliata che sia, si fa dopo moltissimo tempo. da noi le cose vanno a rilento, a prescindere se sia giusto o no farle.
    perlomeno ci risparmiamo nel breve o medio periodo casini come quello greco.
    entrando nel merito dell’articolo o il pugno di ferro o si abolisce per un anno il campionato. anche se, come qualcuno anni fa mi fece notare, la gente che sfoga le proprie frustrazioni nel calcio dopo potrebbe sfogarle in altri modi. per cui occorrerebbe un po’ di educazione civica nelle scuole e fuori. il che mi pare un’utopia, perché tanto l’italiano medio pensa ed agisce in modo molto egoistico. il problema della monnezza è indicativo a riguardo poiché non esiste solo a napoli. lì è solo più evidente. l’italia è così. ciascuno di noi non va molto oltre il proprio naso. i 4 cazzetti nostri e basta. è il “fatti furbo” o “il mondo è dei furbi”. in pratica credo sia difficile se non impossibile risolvere i casini negli stadi. i casini ci saranno sempre poiché sempre ci saranno i casinari che tutto pensano eccetto che alla partita e a rispettare chi vuole solo vedere la partita.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana