Google+

Se è “H.R.C.” l’ultima cosa che ci separa dall’apocalisse, non c’è da star sereni

ottobre 22, 2016 Pier Giacomo Ghirardini

Non è un’impostura da poco annunciare l’avvento di un’era di pace quando si è supportati dai più fanatici poteri antiegualitari di sempre.

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Io sono l’ultima cosa che sta fra voi e l’apocalisse. Questa è la dimessa frase conclusiva di “H.R.C.” in un’intervista rilasciata al New York Times, lo scorso 11 ottobre – segnatevi l’acronimo, perché è così che ci sciropperanno subliminalmente che Hillary è come “J.F.K.”.

Dubito che la Clinton, mentre scolpiva sulla pietra tali parole, volesse proporre una sua esegesi della Seconda lettera ai Tessalonicesi, dove Paolo fa comparire l’enigmatica figura di una potenza, il katechon, qualcuno o qualcosa in grado di trattenere (quid detineat), contenere, frenare l’avanzata e, quindi, l’assalto finale dell’Anticristo, ritardando l’Apocalisse. Che dovrà però togliersi o esser tolto di mezzo (ek mesou genetai, de medio fiat, scrive quasi irritato l’Apostolo delle genti), perché (2,8) «allora l’empio (Anomos, Iniquus) sarà rivelato e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà con lo splendore della sua venuta». Dubito poi che Hillary intendesse cimentarsi con la “teologia politica” sviluppata da Carl Schmitt, sviluppata proprio intorno al concetto di katechon, o chiosare il saggio sorprendentemente lucido di Massimo Cacciari (Il potere che frena), all’argomento dedicato.

Non c’è invece alcun dubbio che la signora voglia affermare che se, il prossimo 8 novembre, Donald Trump vince le elezioni sarà l’apocalisse. Eppure, a ben vedere, è proprio The Donald, così impresentabile, evasore, sessista, sboccato, tutto quel che di peggio volete, che nella sua auto-immolazione parrebbe più congeniale come kathecon, giacché nella sua impotente (goffamente imperdonabile) perorazione sta l’unica verità che ognuno di noi sa: lui, l’analfabeta miliardario, la chiama disaster che, tradotto per i filosofi, è l’anomia di questa globalizzazione, l’esaurimento di qualsiasi nomos ed ethos, che ci porta inevitabilmente alla fine. Certo, è arrivato a dircelo una figura di Trickster tragicamente deturpata di segni vittimari che ne eccitano il linciaggio collettivo. Proprio come il sacro degradato, direbbe Girard, di cui partecipa l’imperium screditato del katechon, destinato ad essere tolto di mezzo, per far largo all’Anticristo.

Ora, ovviamente, non so dirvi se Hillary Clinton è l’Anticristo, ma non è una “impostura” da poco proclamare l’avvento di un’era di pace, sicurezza ed uguaglianza, quando si è supportati dai più fanatici, aggressivi e antiegualitari poteri retroscenici di sempre. E prendere a merluzzi in faccia la seconda potenza nucleare al mondo, sperando di farla franca, non è che ritarda l’apocalisse. Io, comunque, qualche coroncina di rosario, da qui all’8 novembre, la sgranerei – vedete voi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

Gestito da appassionati motociclisti, lo Spidi Store milanese di via Telemaco Signorini 12, mette a disposizione le ultime novità del marchio oltre a un servizio di tute su misura e di installazione di interfoni su caschi. Per festeggiare il suo primo anno di vita il negozio ha organizzato, in occasione di EICMA 2017, una serata all’insegna […]

L'articolo Spidi Store Milano spegne la prima candelina proviene da RED Live.

Tesla la tocca piano… presentando a sorpresa, in occasione dell’unveiling dell’atteso camion a batteria, l’erede dell’ormai storica Tesla Roadster. Una vettura che la Casa americana, con grande morigeratezza, non esita a definire “l’auto più veloce del Pianeta”. Una supercar elettrica che, ancora una volta, spiazza la concorrenza promettendo di ridefinire il concetto di performance a zero […]

L'articolo Tesla Roadster: zitti tutti proviene da RED Live.

Dopo la nuova generazione di Trafic SpaceClass, presentata lo scorso ottobre, Renault torna sull’argomento “business” con il lancio della nuova gamma Executive, studiata per rendere sempre più confortevole e ricca di tecnologia la vita a bordo di chi si sposta per lavoro. La Casa della Losanga dota quindi di contenuti premium tre vetture della sua scuderia, […]

L'articolo Gamma Executive, l’allestimento premium di Renault proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download