Google+

Cina, vendere i propri figli o comprarli con l’utero in affitto? «È un business come un altro, cambia solo il prodotto»

settembre 25, 2014 Leone Grotti

A Pechino non si usano giri di parole: per avere un bambino bastano 500 mila euro ma «basta aggiungere qualche migliaio di yuan e si può anche scegliere il prezzo: possiamo produrre sia bambini che bambine»

«La maternità surrogata è uguale a ogni altro business, è solo che al posto dei prodotti ci sono i bambini». Così un’agenzia cinese che illegalmente garantisce bambini a coppie di genitori ha definito l’utero in affitto. I prezzi variano da 500 mila a un milione di yuan (cioè da 63 mila a 125 mila euro) «ma basta aggiungere qualche migliaio di yuan e si può anche scegliere il prezzo», dichiara il signor Liu, che gestisce un’azienda a Pechino.

COMPRAVENDITA. Queste dichiarazioni e altre sono state riportate da due giornalisti dell’agenzia statale Xinhua, che fingendosi clienti hanno indagato il mondo della maternità surrogata in Cina. I bambini si vendono e si comprano. La legge non è un problema, la polizia viene ben oliata: «Anche la polizia non osa intervenire qui. Possiamo produrre sia bambini che bambine».

PRODURRE BAMBINI. La parola usata è proprio “produrre”: in Cina, dove lo scellerato regime comunista ha fatto tabula rasa dei più comuni valori umani lasciando spazio solo alla corsa al denaro e all’arricchimento, non si preoccupano di nascondere la verità con parole dolci. In Occidente si parla di “maternità surrogata”, “gestazione mediante altri”, “concepimento assistito”. Qui di “produzione”: paga e torna a prendere la merce tra nove mesi.

MADRI SFRUTTATE. Le madri accettano di essere sfruttate per 190 mila yuan, «abortiscono sempre» se il feto è malformato e se a causa di complicazioni rimangono sterili «si sistema tutto con 50 mila yuan». L’agenzia di Liu gestisce 300 contratti ogni anno e tutto viene fatto «in ospedali pubblici con medici e infermiere».

FIGLI VENDUTI. Il reportage non ha fatto molto rumore in Cina, al contrario della notizia della condanna a tre anni di carcere di una coppia del Guangdong, che ha venduto il terzo figlio per 80 mila yuan. La madre è state definita «senza cuore» dai giornali. Lei ha provato a difendersi dicendo che non avevano i soldi per mantenerlo e che la legge del figlio unico, se pur parzialmente allentata, creava loro problemi.

DOV’È LA DIFFERENZA? Il loro caso non è l’unico di questo genere: la Cina è famosa per l’abbandono di bambini. Nell’ottobre del 2013 una coppia di Shanghai ha venduto la figlia per comprare, tra le altre cose, un iPhone della Apple. A febbraio due genitori di Hengyang sono stati arrestati per aver dato via tre dei loro sei bambini negli ultimi cinque anni. A dicembre, un uomo è stato incarcerato a Chengdu per aver ceduto suo figlio di quattro mesi e usato i soldi per partecipare a un talent show. In tutti questi casi il pubblico, in Cina come in Occidente, si è indignato: ma l’unica differenza con la maternità surrogata è il prezzo.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. recarlos79 says:

    anche nel paese democratico per eccellenza, gli usa, l’utero in affitto è un business.

    • Sebastiano says:

      Certo che lo è, e mica solo in USA ma dappertutto. Solo in certe menti di ineffabili creduloni è un “gesto di ammmore”.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi