Google+

Cina: troppi suicidi, un milione di robot sostituiranno gli operai della Foxconn

agosto 8, 2011 Redazione

La Foxconn, una delle maggiori fornitrici di Apple, è tragicamente nota per l’ondata di suicidi tra i suoi operai. Ora l’azienda ha deciso di avviare un programma di robotizzazione: un milione di macchine sostituiranno la manodopera, azzerando malattie, scioperi e diritti dei lavoratori in un colpo solo

Sembra l’avverarsi di una profezia fantascientifica, invece è realtà. Protagonista la Foxconn, grande produttore a livello mondiale nel campo dell’informatica e dei dispositivi elettronici, che ha deciso di rendere automatizzate le proprie fabbriche attraverso l´introduzione di una serie di robot. Ad annunciarlo Terry Gou, fondatore e attuale presidente della multinazionale taiwanese che in Cina, il quale ha comunicato di voler introdurre circa 300 mila robot l’anno nelle aziende del gruppo, per migliorare le proprie catene di montaggio. Gli investimenti riguarderanno soprattutto gli stabilimenti che si occupano di produrre per conto della Apple Mac, iPhone e iPadFoxconn conta 1,2 milioni di dipendenti: lo scopo è quello di ridurre i costi di produzione e aumentarne l’efficienza. La manodopera cinese, infatti, non è più a basso costo come una volta, quando le aziende sfruttavano chi migrava dalle provincie più povere alle grandi città industrializzate. Negli ultimi anni, il costo del lavoro in Cina è cresciuto e anche Foxconn ha reagito alle pressioni delle autorità aumentando i salari del 30-40%, mentre un aumento di un altro 20-30% è previsto per il 2013. 

 

 

Inoltre la Foxconn è tristemente nota per il gran numero di suicidi che hanno coinvolto i suoi operai: quattordici casi nel solo stabilimento cinese di Shenzenche hanno aperto scenari desolanti sulle condizioni lavorative che i dipendenti erano costretti a sopportare. Lo scandalo aveva portato a una serie di indagini interne, a una difesa d’ufficio del capo di Apple Steve Jobs e soprattutto a un modulo fatto firmare dagli operai dalla Foxconn: l’impegno a non commettere suicidio. Per questa ragione l’azienda ha pensato di sostituire gli esseri umani con i remissivi, silenziosi e infaticabili robot che non sciopereranno, non si ammaleranno, non avranno problemi di orario e non chiederanno mai un aumento di stipendio. Per non parlare degli scioperi. La manodopera verrà quindi sostituita con un milione di robot entro il 2014Un piano senza precedenti e un cambiamento, se non epocale, certamente simbolico: per la prima volta il costo del lavoro non sarebbe più inferiore al costo del capitale, vale a dire alle spese di costruzione e mantenimento delle macchine.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download