Google+

Cina, tre anni e mezzo di carcere all’autista che investì la bambina

settembre 6, 2012 Chiara Sirianni

Le immagini della sua morte avevano fatto il giro del mondo: il tragico incidente, la piccola a terra inerme, tra l’indifferenza di tanti passanti.

L’incidente era stato ripreso da una telecamera di sorveglianza. Il terribile video era circolato in rete suscitando lo sdegno internazionale: le immagini mostrano la piccola Yue Yue investita, davanti al negozio di famiglia, prima da un furgone, poi da un camion, e quindi lasciata sull’asfalto in una pozza di sangue, come se fosse un gatto. Almeno 18 persone le passano accanto e la ignorano, solo dopo lunghi interminabili minuti una donna si avvicina e le presta assistenza. Dopo un anno, la sentenza: il camionista è stato condannato a tre anni e mezzo di reclusione. Lo ha annunciato un portavoce della procura di Foshan’s Nanhai, nella provincia meridionale di Guangdong. La bambina era morta dopo una settimana di coma, in seguito alle gravi ferite riportate, e la Cina si era interrogata sulla decadenza morale della sua società.

QUANTO DEVO PAGARE? Sempre più spesso i cittadini si astengono dall’aiutare un ferito. Nemmeno due mesi dopo è toccato a Xiong Haoke, cinque anni, che stava andando a scuola nel villaggio di Yunfeng, nella provincia dello Sichuan. Il bambino è stato travolto dal camion di Ao Young, 35 anni, che non si è limitato a investirlo. Secondo quanto ha riferito un testimone, il camionista sarebbe tornato indietro ripassando sul corpo del piccolo. Motivo? Non era in grado di pagare le spese ospedaliere. Le prime parole che ha pronunciato quando è sceso dalla cabina sono state: «Quanto devo pagare?». È seguita una discussione di ore con i familiari della vittima, per concordare la cifra del risarcimento.

SISTEMA GIUDIZIARIO. Sembra caduto nel nulla l’appello dell’artista di fama internazionale Ai Weiwei, famoso dissidente del paese asiatico, che aveva invitato il mondo «a guardare da vicino il sistema giudiziario cinese». Wei Wei a luglio di quest’anno è stato multato per evasione fiscale per un totale di due milioni di euro: per molti un’operazione del governo di Pechino volta a “punire” l’artista per le sue dichiarazioni anti-regime. E da gennaio 2013 verrà introdotta una nuova interpretazione del Codice penale: in base a quanto stabilito dalla Corte Suprema, i giudici potranno sospendere fino a un anno gli avvocati in caso di «violazioni» non meglio specificate. Numerose le proteste per quello che sembra a tutti gli effetti l’ennesimo sopruso del regime nelle aule dei tribunali.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download