Google+

Cina in crisi: «Rallenterà rapidamente e senza preavviso»

febbraio 23, 2012 Leone Grotti

Il Wall Street Journal anticipa un rapporto della Banca mondiale sulla crisi economica che minaccia la Cina. Come diceva il docente cinese riportato da tempi.it: «Siamo sull’orlo della bancarotta, ma non possiamo dirlo».

Se la Cina non attuerà profonde riforme, è destinata ad affrontare una dura crisi economica. Lo afferma un rapporto della Banca mondiale che verrà presentato lunedì e che è stato anticipato dal Wall Street Journal (Wsj), secondo cui se la Cina non si muove prontamente, «rallenterà in modo rapido e senza grande preavviso».

Il rapporto, steso in collaborazione con un think tank cinese, critica un’economia guidata dalle imprese statali, finanziate da un sistema bancario che rischia il collasso e dove la competizione non esiste a causa degli aiuti statali che vengono indirizzati solo a certe imprese. Se negli ultimi 10 anni la crescita, secondo fonti ufficiali, della Cina si è attestata intorno al 10 per cento, nel 2012 dovrebbe scendere all’8 per cento, per calare al 6,6 per cento dal 2013 al 2016. Secondo il Wsj, il rapporto potrebbe aiutare Xi Jinping, il presidente designato della Cina, e la nuova Commissione permanente del Politburo, che sarà rinnovata quasi interamente in autunno, ad agire di conseguenza.

Le difficoltà economiche di Pechino non sono però una novità dell’ultima ora. E non si tratta solo della bolla speculativa immobiliare che, secondo un docente cinese dell’università Tsinghua di Pechino, «è la più grande bolla del secolo ed è appena scoppiata». Secondo Larry Lang, docente di Studi finanziari presso l’Università cinese di Hong Kong e noto opinionista della televisione nazionale della Cina continentale, «l’economia cinese è sull’orlo della bancarotta, le nostre province hanno i conti simili a quelli della Grecia. Ma, secondo i canoni di questo sistema politico, non abbiamo il permesso di dire la verità».

Pechino ufficialmente cresce del 9 per cento, anche se si pensa che la crescita reale si attesti al 6 per cento, e il rapporto deficit/Pil è pari al 180% (quello italiano è 120%). Nel 2011 la Borsa di Shanghai ha perso in totale il 22 per cento e secondo dati della Banca del popolo cinese, i ricchi miliardari hanno portato fuori dal paese ogni mese per tutto il 2011 150 miliardi di yuan (oltre 16 miliardi di euro). Senza contare che il debito reale di Pechino dovrebbe aggirarsi intorno ai 36 mila miliardi di yuan (circa 4 mila miliardi di euro).

E non c’è da stupirsi che la Cina presenti tutti questi problemi. La forza economica del Dragone non rispecchia il benessere dei cinesi, anzi, è costruita a scapito e sulle spalle degli abitanti, come spiegano dei semplici numeri esposti da un importante analista finanziario che vive a Pechino: «Qui si usa dire che tutto in Cina è enorme, ma se lo dividi per la popolazione totale diventa piccolo piccolo. La Cina produce il 20 per cento del Pil mondiale, ma la gente comune non gode dello sviluppo del paese. Nonostante questa sia la seconda potenza economica dietro gli Stati Uniti, secondo i dati del Fmi, il Pil pro capite è pari a 7.500 dollari l’anno, il 94esimo del mondo, contro i 46 mila degli Stati Uniti o i 27 mila dell’Italia».
twitter: @LeoneGrotti

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana