Google+

Ciancimino Jr accusato di ripulire in Romania il tesoro del padre

ottobre 4, 2012 Redazione

Massimo Ciancimino è indagato per riciclaggio in un’indagine della Dda di Roma. «Sono sorpreso la procura di Palermo aveva chiesto l’archiviazione»

Nuovi guai per Massimo Ciancimino, forse il più famoso dei famosi testimoni “chiave” nelle inchieste palermitane del pm Ingroia. Dopo essere stato denunciato per calunnia e detenzione di esplosivi, Ciancimino Jr risulta ora indagato anche per riciclaggio nell’ambito di un’indagine condotta dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Roma sulla discarica di Glina, Romania, la più grande d’Europa.

Ciancimino Jr, lo stesso uomo che con le sue “rivelazioni” e “papelli” ha dato l’avvio all’indagine della procura di Palermo sfociata nel processo sulla presunta trattativa “stato-mafia”, è accusato di aver gestito la discarica rumena per tramite un suo prestanome. Il sospetto è che il business rumeno gli servisse per “polverizzare” e “ripulire” i 100 milioni di euro del “tesoro” attribuito al padre Vito, ex sindaco e boss di Palermo.

I carabinieri del Noe, guidati dal colonnello Sergio De Caprio, l’ex capitano Ultimo autore dell’arresto di Totò Riina, hanno avviato diverse perquisizioni a Lucca e in altre città italiane. L’operazione, in corso anche in località europee, mira a individuare persone e società riconducibili a Ciancimino stesso e a recuperare i beni derivanti dai traffici illeciti del padre. Compresa la vendita della discarica valutata oltre 100 milioni di euro. L’inchiesta della Procura di Roma, coordinata dal procuratore capo Giuseppe Pignatone e dai sostituti Delia Cardia e Antonietta Picardi, riguarda anche altri personaggi implicati per conto e negli interessi della mafia corleonese. Oltre a Ciancimino sono indagate altre otto persone: Raffaele Valente, Sergio Pileri, Romano Tronci, Claudio Imbriani, Santa Sidoti, Nunzio Rizzi, Gabrio Caraffini e Victor Dombrovschi.

«Sono sorpreso di quest’ennesima perquisizione – ha dichiarato Ciancimino Jr – relativa a una vicenda su cui sta già indagando la procura di Palermo. Non capisco su quali basi i pm romani abbiano la competenza sull’inchiesta». In realtà le indagini dei pm palermitani erano sfociate qualche mese orsono nella richiesta di archiviazione. Ma l’istanza era stata rigettata dal gip che aveva chiesto ai pm di approfondire alcuni spunti investigativi.

Ora la procura di Roma mette a segno un punto che infastidisce il “testimone”. Che protesta la propria innocenza e dichiara: «Questa cosa accade a 20 giorni dall’inizio del processo sulla trattativa Stato-mafia, spero solo di riuscire a deporre, i tentativi di delegittimarmi saranno molti». Nel corso della perquisizione gli investigatori hanno sequestrato il cellulare di Ciancimino Jr e il pc del figlio di sei anni.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana