Google+

Che cosa hanno da insegnarci gli “eroi” barboni di Manchester

giugno 8, 2017 Walter Veltroni

Ci sembra una persona eroica chi fa una cosa normale e non ci stupiamo più se invece le persone mostrano indifferenza, cinismo, spietatezza

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – «Avevano bisogno di aiuto, mi piace pensare che qualcuno avrebbe aiutato me se ne avessi avuto bisogno». Sono le parole pronunciate da uno dei soccorritori che si sono prodigati durante la tragedia di Manchester. Ha tolto le schegge delle bombe dal corpo delle bambine che si erano messe il vestitino migliore per il concerto di una loro beniamina, le ha portate verso l’uscita e le ambulanze. Immediatamente è stato definito dai media “un eroe”. Forse ha semplicemente fatto quello che sarebbe stato inumano non fare. Non so se quell’uomo sia un eroe ma è certo che se qualcuno, davanti a dei bambini sanguinanti, potendo aiutarli non lo facesse sarebbe, lui sì certamente, una bestia.

È che il mondo si è messo a testa in giù. E ci sembra un eroe chi fa una cosa normale e non ci stupiamo più se invece le persone mostrano indifferenza, cinismo, spietatezza. Abbiamo voluto giustiziare sistematicamente i valori più profondi, quelli dell’umanità, barattati con manciate di voti e con barili di odio. Per questo quell’uomo ci appare un eroe, mentre è semplicemente un essere umano che non si è dimenticato di esserlo.

Ha fatto scalpore che questo “eroe” fosse un senzatetto, un homeless. Perché si pensa che chi è ai margini del vivere comune sia stato, dalla durezza della vita, deprivato di generosità e reso cattivo. Come in certa iconografia, al confine con il razzismo sociale. Invece, guarda un po’, è un homeless che aiuta gli altri, che dice che non si può lasciare un bambino sanguinante senza soccorso.
Dovremmo imparare che il mondo è migliore di come viene rappresentato. Che i seminatori di odio sono una minoranza rumorosa e che solo la fragilità degli apparati comunicativi finisce col trasformare tutto questo in un boato e in un virtuale senso comune. La maggioranza delle persone è consapevole che l’homo homini lupus è la fine della vita possibile. Un homeless lo sa. Molti politici demagoghi dovrebbero impararlo.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.