Google+

C’era una volta in America di nuovo al cinema (e noi abbiamo un déjà-vu)

ottobre 12, 2012 Paola D'Antuono

Il capolavoro di Sergio Leone di nuovo al cinema il 18 ottobre, con 26 minuti inediti. Un’idea ormai ricorrente per rimpolpare le sofferenti casse delle nostre sale.

Cosa fare quando non si hanno nuove idee? L’esperienza insegna. Basta mettere mano alla vecchia opera con qualche ritoccatina qui e là, qualche aggiunta, una sapiente operazione di marketing e di restyling e il gioco è fatto. Chissà se al buon Sergio Leone questo discorso sarebbe piaciuto o no. Purtroppo non lo sapremo mai, intanto il 18 ottobre al cinema torna il suo ultimo film, C’era una volta in America. Il capolavoro del maestro prematuramente scomparso è stato presentato all’ultimo Festival di Cannes in una versione restaurata ed estesa, con 26 minuti di scene inedite, per un totale di 4 ore e 19 minuti. Sei blocchi di scene, che la Cineteca di Bologna ha meticolosamente inserito all’interno del film utilizzando la sceneggiatura e i fotogrammi in testa e in coda alle scene inedite per individuare la scena esatta.

DEJA-VU. Un’iniziativa bellissima, non c’è che dire, che sicuramente verrà premiata al botteghino, ma è solo l’ultima di una serie di eventi simili che come scopo hanno quello di rimpolpare le casse sofferenti dei cinema italiani. Titanic, E.T., La bella e la bestia, il film dei Beatles Magical Mistery Tour, i Blues Brothers, Nemo, Il re leone, negli ultimi mesi i grandi classici della cinematografica disneyana e mainstream sono tornati in sala, anche per un solo giorno, con i pretesti più diversi, il restauro, l’aggiunta del 3D, le scene inedite, gli anniversari di uscita, le morti e le nascite degli attori, nuovi doppiaggi. Facile poi prevedere che, all’uscita dalla sala, gli spettatori finiscano con l’esclamare quella frase che gli autori degli anni 2000 detestano tanto: «Certo che il cinema di una volta…».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Martin Rua scrive:

    Trovo fuori luogo il tenore di questo articolo per un capolavoro come C’era una volta in America. Non mi pare che gli eredi di Sergio Leone abbiano bisogno di far cassa, né tanto meno la Regency film.
    Ma si sa, criticare è lo sport nazionale di noi italiani.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana