Google+

C’è una talpa nel cantiere di Chiomonte? I No Tav smentiscono così: se c’è, ha la nostra stima

febbraio 13, 2013 Marco Margrita

Si sospetta che nel cantiere qualcuno aiuti gli attivisti. Ma questi ultimi negano con un comunicato ambiguo

Una “talpa” all’interno del cantiere di Chiomonte. E non quella per scavare il tunnel geognostico. Piuttosto – e una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti – un informatore dei No Tav all’interno del cantiere per la Torino-Lione.

Il sospetto è sorto per le particolari modalità con cui, la sera dell’8 febbraio, è stato portato l’attacco da parte di un centinaio di attivisti. È stato, infatti, danneggiato, per provocare un black-out, uno degli impianti elettrici che non è visibile dall’esterno.

I problemi, la sera dell’8 febbraio, sono cominciati alle 20,57 quando, come ha ricostruito l’inchiesta, si sono spenti tutti i fari della recinzione esterna. Un operaio della ditta Martina Service, andato a verificare il perché dell’anomalia, ha notato che dall’interno del gabbiotto «c’erano delle fiamme che si stavano propagando all’intero del quadro elettrico». Dopo il suo intervento con l’estintore, all’incirca quindici minuti dopo, si sono sentiti esplodere i primi “razzi” lanciati dai manifestanti.

L’ipotesi dell’infiltrato o dell’informatore viene, con sprezzante ironia, respinta dal movimento No Tav. In un comunicato, diffuso in rete, gli oppositori al treno veloce scrivono: «Sembra l’ennesima scusa o stratagemma accampato per nascondere una lacuna-incapacità nell’apparato di protezione e sicurezza del cantiere». Ed aggiungono, che «se vi fosse realmente qualcuno all’interno del cantiere che sostiene la lotta e la resistenza No Tav riceve tutta la nostra stima e il nostro sostegno. Da subito ci rendiamo disponibili a proteggere e a sostenere questa o queste persone e i loro familiari a sostenerli economicamente qualora dovessero subire delle conseguenze e a dar loro tutto il supporto legale del quale possiamo disporre». L’invito all’ipotetica “talpa” è «a recarsi nei nostri presidi No Tav o a contattarci qualora avesse bisogno del nostro aiuto». Insomma, non c’è la talpa, ma… se ci fosse, ben venga.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.