Google+

Castellammare ostaggio della camorra, persino il santo patrono si ferma sotto casa del boss

gennaio 20, 2012 Chiara Sirianni

È accaduto per il secondo anno consecutivo a Castellammare di Stabia (Napoli). La statua del santo del paese si ferma sotto il balcone del boss che con un cenno della mano blocca la processione e lancia un bacio al patrono. Riproponiamo un’intervista di Peppe Rinaldi al sindaco Luigi Bobbio, che si è sfilato il tricolore per non cedere al ricatto della camorra

Per la seconda volta il boss mafioso Renato Raffone ha puntato il dito dal suo balcone, fermando la processione di San Catello, patrono di Castellammare di Stabia. Raffone, soprannominato “battifreddo”, è un affiliato al clan D’Alessandro che sta scontando una pesante pena detentiva (ai domiciliari, a causa delle precarie condizioni di salute). Si è sporto dal balcone, ha fatto un cenno con la mano e il corteo a rallentato fino a fermarsi. Poi ha lanciato un bacio verso la statua del santo, e la processione è proseguita. Un episodio che lo scorso anno aveva spinto il sindaco Luigi Bobbio (ex pm della Dda) ad abbandonare il corteo religioso e, quest’anno, a ricorrere alla polizia per concordare con l’Arcivescovo un percorso che impedisse “l’inchino “dei portatori della statua di San Catello al boss.

«La cosa era preordinata» ha spiegato il primo cittadino pidiellino, che sconcertato si è sfilato il tricolore e ritirato il gonfalone, seguito dagli assessori. Il protocollo prevede una sola sosta, davanti alla Cappella di Santa Fara. Per evitare che la cerimonia si trasformasse in un gesto di asservimento alla camorra, Bobbio aveva persino ordinato controlli antimafia sui portatori della statua del santo patrono. È stato tutto inutile e c’è chi persino chi gli ha urlato “vergogna”. Nel link a lato riproponiamo un articolo di Peppe Rinaldi (pubblicato sul n.47 di Tempi) sulla tesissima situazione di Castellammare, che contiene un’intervista all’inflessibile sindaco convinto che la camorra non si combatta «con le marce per la legalità, i convegni, i cortei» ma con i fatti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi