Google+

Caso Sea, la giunta Pisapia rifiuta 30 milioni

maggio 4, 2012 Daniele Ciacci

Dopo la risposta di Tabacci alle dieci domande di Masseroli, Sea e Palazzo Marino fanno ancora parlare di sé.

La battaglia della Sea si è spostata sullo scivoloso terreno di quanto distribuire agli azionisti. La società che gestisce in toto gli scali di Malpensa e di Linate ha approvato in un’assemblea il bilancio del 2011: 55,9 milioni di euro, di cui 17, 74 verrano distribuiti in dividendi agli azionisti. L’azienda, di prassi, chiede che gli utili vengano reinvestiti a vantaggio della società stessa. Richiesta ragionevole anche per la F2i, il fondo che ha acquisito il 29,75 per cento di Sea.

Ma non tutti sono sulla stessa lunghezza d’onda. Basilio Rizzo, presidente del Consiglio comunale e azionista di minoranza, chiede: il Comune di Milano incassi l’intero utile. Palazzo Marino, socio di maggioranza di Sea, si mette di traverso: il Comune prenda solo il 32 per cento degli utili, il resto rimanga in società. La proposta è stata però bocciata dall’ad di F2i, Vito Gamberale. Insomma, non se ne viene a una, e all’interno della stessa Sea posizioni contrastanti minano la stabilità dell’azienda. Bruno Tabacci, assessore al Bilancio, non getta la spugna e cerca una mediazione. «È comprensibile la richiesta di F2i, ma il Comune non può essere impiccato ai dividenti. Bisogna avere bilanci equilibrati che prescindano dai dividendi». E prosegue: «Il Comune non ha fatto una battaglia per avere tutti i dividendi». Carlo Masseroli, capogruppo del Pdl, commenta al Corriere della Sera Milano: «Le casse di Palazzo Marino non godono di grande salute: 30 milioni in meno significano 30 milioni in più di tasse. E se i dividendi verranno distribuiti l’anno prossimo F2i avrà una percentuale maggiore. A chi giova? Ho presentato un’interrogazione e aspetto una risposta».

All’ennesima interrogazione sullo stesso argomento dopo quella di marzo, ospitata su questo stesso sito, Tabacci preferisce una replica indiretta: «Per il 2012 non ci sarà nessuna ulteriore addizionale sull’Irpef e l’aliquota Imu sulla prima casa resterà del 4 per cento». Ma sul futuro di Sea rimangono comunque perplessità. O vendita, o collocamento in Borsa. Delle due, l’una. E l’assessore comunale non nega la sua predilezione per la prima opzione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana