Google+

Caso De Girolamo. La sinistra si riempie la bocca di legalità e stabilità, poi sfascia tutto cavalcando scandali abusivi

gennaio 16, 2014 Luigi Amicone

L’establishment che ha promosso Letta a salvatore della patria ora accetta senza colpo ferire che una parte del suo esecutivo sia aggredita con metodi illegali?

È difficile dar torto a Sallusti quando, nel commentare il caso De Girolamo, incastrata da registrazioni abusive, mostrificata in prima pagina e quindi, nel paese in cui Dio provvede e magistratura comanda, “sottoposta a indagini”, accusa la sinistra di un uso spregiudicato da “usa e getta” dei ministri del “partito alfaniano”. Ma come, l’establishment (da Scalfari a De Bortoli) che ha promosso Letta a ennesimo “salvatore della patria” si ostina a illustrare la “necessità” di un patto di governo che duri per tutto il 2014, e poi, tra una chiacchiera sulla “stabilità” e l’altra sulla “legalità”, accetta senza colpo ferire che quella parte di esecutivo che non risponde a Renzi (che per altro non sta ancora né al governo né in parlamento), sia quotidianamente provocata e addirittura aggredita con metodi illegali? E nessuno (compreso il marito piddino della signora) dice niente?

«Vive con la bocca e non ascolta nessuno». Il verso di un cantautore-poeta (Claudio Chieffo) è la misura di questa classe dirigente. E non parliamo solo dei politici. Parliamo soprattutto del contorno di piccoli uomini e grandi ipocriti. Che da una parte ci raccontano l’ennesimo mito nuovista. Dall’altra continuano a sfasciare qualunque rappresentanza di quell’Italia che non si riconosce nel progressismo analfabeta stile ultimo film di Virzì sulla Brianza.

C’è da aggiungere che Alfano e i suoi non sembrano così ingenui da non aver capito il giochino. Attenti a tirare troppo la corda, avverte il leader di Ncd. «Siamo pronti alle elezioni». Massì, Angelino, se questi insistono nella “doppia morale” forse è meglio che la corda la spezzi tu. E poi vediamo se a maggio vince il “fare” delle balle o l’Italia del “fare” stile Brianza.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. beppe says:

    ecco, appunto, l’unica conclusione ( al dilà della difesa d’ufficio della bella guagliona) : a chi conviene tirare a campare e venire presi a schiaffi tutti i giorni.

  2. andrea says:

    Macchè doppia morale, ipocriti vari, ennesimo mito nuovista e scandali abusivi!
    Se a sinistra sono come la De Gerolamo, Tempi e Sallusti mettano in piazza l’arroganza nell’uso del potere di questi politici e di alcuni magistrati (su questi ultimi lo state facendo) …… bastonateli con le vostre inchieste giornalistiche. Anche se non capisco che cosa vuole affermare Tempi? Che la soluzione politica per l’Italia è Berlusconi e il berlusconismo popolare? Tempi è un ottimo giornale e lo leggo, ma la sua posizione politica non la capisco proprio in questo momento.

  3. mutandeverdi says:

    Caro Amicone, il suo giornale si distingue per l’ accanimento contro la Magistratura che pretende di fare il proprio mestiere e dovere: Giudicare, nell’ ambito delle leggi che il Parlamento gli da.
    Solitamente, succede che, quando un Magistrato si trova a giudicare l’ operato di un Politico o di un potente in generale e si trova a indagarlo, il suo giornale interviene per lesa maestà: la Magistratura invade il campo della Politica.
    Quello che manca sempre nelle vostre considerazioni è: se la Magistratura non dovrebbe invadere il campo della Politica, nemmeno quando i reati sono palesi, vedi voti truccati o mutande verdi, e dato che gli amici dei Politici corrotti si guardano bene dal fare pulizia motu proprio al loro interno, le chiedo: un Cittadino comune, in preda alle difficoltà quotidiane, che assiste sempre più incazzato a tutto ciò, fuorché armarsi di forcone, cosa dovrebbe fare?

  4. luigi lupo says:

    Il titolo dice una cosa e l’articolo un’altra. Qual’è quella sinistra che viene accusata nel titolo? De Bortoli e Scalfari? o il marito del ministro? Bastano loro per definire la sinistra?

    E se poi Amicone si informasse meglio vedrebbe che anche scelta civica ha dei dubbi sull’operato del ministro.

    Altro articolo da quattro meno meno per il direttore. Povera redazione con un simile esempio.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi