Google+

Caro Beppe Grillo, gli italiani non sono solo quelli del “vaffa”. Li ha visti quelli della Colletta alimentare?

dicembre 2, 2013 Giuditta Boscagli

C’è tanta gente che non ha mai smesso, in questi anni di crisi, di essere al servizio degli altri: lei che ha così tanta visibilità, provi a girarsi e ad indicare loro il sole, invece dell’ombra che esso produce?

Gentile signor Grillo, questo weekend migliaia di persone hanno partecipato come volontari alla Colletta alimentare; migliaia al suo raduno a Genova.

Ieri ho visto bambini, giovani, adulti e anziani dare tempo ed energie per raccogliere gli alimenti e moltissimi altri donare, chi generosissimamente, chi magari solo mezzo chilo di pasta, non potendosi permettere di più.
Ho visto anche alcuni rifiutare un volantino, innervosirsi per la richiesta, essere profondamente sospettosi su come e dove sarebbero finiti tutti quegli alimenti.

Credo che alcuni di coloro che erano in piazza oggi, ieri fossero nei supermercati a darsi da fare, ad aiutare il grandioso gesto di solidarietà che la colletta alimentare è ormai da 17 anni.
Ascoltandola oggi, però, mi sono accorta ancora una volta del grandissimo seguito che lei ha e che quel che dice non spinge in questa direzione, ma ad essere sempre sospettosi, arrabbiati, recriminatori: con le sue parole non aiuta a rimboccarsi le maniche e mettersi al servizio, ma contribuisce a creare quel clima per cui si DEVE inevitabilmente pensare che l’altro sia un nemico, che ci sia ovunque un raggiro, che non ci si può fidare di un bambino di 5 anni che, felice, tende un volantino.

Chi, ieri, è andato via senza donare è uscito dal supermercato triste, così come incattivito e triste è chiunque passa le giornate a mettere in rassegna le malefatte altrui.

C’è tanta gente che invece non ha mai smesso, in questi anni di crisi, di essere all’opera, di essere al servizio degli altri: lei che ha così tanta visibilità, così tanto pubblico che pende dalle sue labbra provi a girarsi e ad indicare loro il sole, invece dell’ombra che esso produce… allora, e solo allora, lei inizierà a costruire davvero e non a distruggere… e chi la segue inizierà a scoprirsi lieto e pieno di speranza invece che innervosito e incattivito verso tutto e tutti.

È una strada meravigliosa e ricca di soddisfazione… non posso che augurarla anche a lei!

Cordiali saluti e buon lavoro,
Giuditta

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. michele scrive:

    la colletta alimentare E’ la giustizia sociale, cioà la giustizia – o meglio la carità – che nasce dalla società! ho paura di una “giustizia” imposta dall’alto, rischia di trasformarsi in costrizione delle libertà, violenza, in una parola:tirannia.
    usiamo invece la nostra libertà per gesti come questo, senza invocare interventi del “dio stato”….e davvero vedremo la vera giustizia.

    • Alocin scrive:

      I grillini non sono italiani ma parassiti infatti non capiscono nemmeno quale è la differenza tra il reddito di cittadinanza che loro vogliono e il reddito minimo garantito che è altro.

      In Italia il dibattito politico sul tema è caratterizzato da una certa confusione terminologica: le due espressioni “reddito minimo garantito” e “reddito di cittadinanza” vengono usate come sinonimi, ma la differenza è sostanziale. “Il reddito di cittadinanza è una forma universalistica di sostegno del reddito garantita dallo Stato a qualunque cittadino maggiorenne, sia che lavori o che non lavori, sia che in passato abbia lavorato sia che non lo abbia mai fatto. Che, quindi, viene assicurata vita natural durante ad ogni individuo a prescindere dalla sua disponibilità a lavorare”. (Parassiti)
      Cosa diversa è il reddito minimo garantito, cui ha diritto “chi ha lavorato ed ha perso il lavoro, e che è agganciato agli ammortizzatori sociali”. Non solo: il Rmg è limitato nel tempo e condizionato alla disponibilità del beneficiario di accettare un’offerta di lavoro o a partecipare a programmi di formazione finalizzati al suo reinserimento nel mercato.(Persone che hanno bisogno)

      Grazie a tutti i volontari che hanno partecipato alla raccolta della COLLETTA ALIMENTARE che in silenzio, senza urlare vaffa, hanno contribuito ad aiutare nel concreto la gente bisognosa la gente che ha fame.
      GRAZIE GRAZIE GRAZIE

    • Teofilo scrive:

      Lo aveva già chiarito T.S.Eliot. “Per uscire dal buio di dentro e di fuori vogliono costruire sistemi tanto perfetti dove nessuno abbia la necessità di essere buono (cfr)”. Grazie per la grande testimonianza della colletta!

  2. Paolo scrive:

    Che articolo di basso livello.. Il movimento e i grillini lottano proprio contro chi ci ha portato alla rovina !

    • Alocin scrive:

      L’Italia ha bisogno di gente che si rimbocca le maniche non di gente (egoista e parassita) che lotta per niente.

    • mike scrive:

      paolo credo che sia vero proprio il contrario. ci hanno impoverito per 20 anni poi tirano fuori grillo ed il M5S. la cosa incredibile è che molti ancora credono che sia una cosa venuta dal basso, anche se la mente è Casaleggio che è uno molto ricco. già questo dovrebbe bastare.
      poi aggiungo questo (anche se con rammarico poiché non mi piace parlare troppo di quell’argomento): nel 2008 l’islanda era in piena recessione/crisi, nel 2010 ha legalizzato le nozze gay, nel 2012 è uscita dalla crisi. così funziona. altro esempio: la spagna pareva non fosse in crisi come altri paesi, o forse se ne parlava meno. sta di fatto che nel 2012 vince rajoj, che in campagna elettorale affermò di abolire le nozze gay legali in spagna dal 2005. nello stesso 2012 la spagna, così ho letto, piomba in piena recessione/crisi. e rajoj inizia ad essere indagato. come da noi qualcuno del pdl. così funziona. se da noi legalizzano le nozze gay dopo l’economia torna a fiorire (=ce la fanno andare bene).

      • mike scrive:

        in parole povere il M5S, a parte la recita di essere per il popolo e cioè di farci uscire daslla crisi, aveva come unico VERO SCOPO legalizzare nozze gay, adozioni gay ed eutanasia. se ci riuscivano dopo si l’economia migliorava ma solo perché ormai lo scopo era raggiunto e l’europa non aveva più interesse a crearci problemi economici (per far arrabbiare la gente).

  3. Silvia scrive:

    E invece di criminalizzare i Grillini perché non li coinvolgete nel vostro progetto operativo per uscire dalla crisi? O pensare che la colletta soddisfi il bisogno dell’Italia e dell’Europa? O pensate che i cristiani dei primi secoli lasciassero che gli schiavi tirassero a campare, tanto loro caritativa la avevano già fatta? Ma un guizzo di libertà in quello che scrivete mai???

    • Laura scrive:

      Condivido pienamente la posizione dell’articolista.
      Basta navigare su internet per notare questa istigazione al linciaggio che spaventa, oltretutto le notizie sulle quali si erige un castello di accuse spesso sono sfacciatamente false o disonestamente rielaborate.
      E il gregge segue belando questi astuti maestri che manipolano il malessere e la sofferenza dei più fragili.
      Niente di nuovo sotto il sole!
      Eppure sono convinta che noi ne verremo fuori da questa crisi, nonostante i cattivi maestri, nonostante le risse e l’incompetenza di molti politici, nonostante lo strisciante clima di violenza e calunnia che diviene connotato evidente della nostra società, nonostante l’incredibile statalismo che paralizza il nostro paese e ci penalizza con costi difficilmente superabili.
      Ne verremo fuori per la creatività e inventiva degli italiani, per la forza solidale che ancora hanno le nostre famiglie, per la Chiesa che da sempre sostiene i più poveri (ma avete un’idea di quante persone morirebbero di fame o di freddo se non ci fosse e non ci fossero i volontari ?).
      Ne verremo fuori grazie alla gente che prega.
      Malgrado tutto.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana