Google+

“Caritas Libano ha aiutato più di 20.000 rifugiati siriani”

settembre 21, 2012 Redazione

Il presidente padre Simon Faddoul commenta le tragiche condizioni di vita del popolo siriano e il forte impatto che la visita del Papa ha avuto sull’intero Paese

tratto da ZENIT.org – Il tema centrale della visita di Benedetto XVI in Libano è stato portare pace alle persone le cui vite sono state, e continuano ad essere distrutte, da conflitti e violenze. Durante la sua visita, il Papa ha ribadito più volte la sua vicinanza al popolo della Siria, e alle migliaia di persone che hanno attraversato il confine per cercare rifugio.

La Caritas Libano è stata fondata 36 anni fa e fa parte della famiglia di Caritas Internationalis, l’agenzia vaticana progettata per aiutare milioni di persone in tutto il mondo che si trovano in difficoltà.

In un’intervista alla Radio Vaticana, Padre Simon Faddoul, presidente di Caritas Libano, ha parlato dell’impatto della visita del Papa nel Paese. “Quando l’aereo doveva ancora atterrare – ha detto – già si vedeva che il clima era cambiato: eravamo sempre più uniti e vicini”.

Credo, ha proseguito, che “il Santo Padre, con questa visita, abbia voluto unire tutto il paese”. Soprattutto, padre Faddoul ha sottolineato il fatto che migliaia di persone di religioni diverse e provenienti da tutto il paese erano presenti: “Questo è un grande risultato” ha detto.

Il sacerdote ha poi dichiarato che il Papa “ha sempre seminato una forte speranza nel cuore e nella mente”, in particolare in quelle dei giovani. Nell’incontro a Bkeké, infatti, “il cielo si è aperto, e l’ho sentito personalmente” ha affermato, aggiungendo: “Lì c’erano cristiani, musulmani e gente di tutti i tipi. Ho avuto la sensazione che fosse qualcosa di simile alla Pentecoste”.

In qualità di presidente di Caritas Libano, padre Faddoul ha inoltre parlato delle numerose difficoltà degli ultimi 16 mesi causate dalla ondata di profughi dalla Siria, concentrate inizialmente nelle zone del nord, e ora si sono diffusi in tutto il paese, che “vengono perché vogliono e devono trovare un rifugio”.

Molti rifugiati, ha spiegato il religioso, “sono andati a cercare i loro parenti o conoscenti nel paese perché non c’è un luogo che accolga gli emigrati siriani. La costruzione di questo dipende da una decisione del governo del Libano”.

Il dubbio, ha soggiunto, viene dal fatto che “i campi costruiti per i palestinesi nel 1948 sono ancora attivi fino ad oggi”. La paura è quindi “di dare alla gente l’idea che i campi dureranno solo il tempo necessario, o diventeranno una soluzione permanente”.

Padre Faddoul ha dichiarato, infine, che Caritas Libano ha aiutato più di 20.000 profughi, dando loro razioni alimentari, prodotti per l’igiene e materassi. A ciò hanno contribuito diverse filiali statunitensi ed europee. “Stiamo studiando la possibilità di creare una infrastruttura di base per i rifugiati in modo che possano avere speranza e una vita normale” ha concluso.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana