Google+

Cari votanti montiani, come avete fatto a non capire che il Prof ci avrebbe comunque portato in Grecia?

febbraio 26, 2013 Antonio Simone

L’errore più grave del premier è stato non accettare l’offerta di Berlusconi di guidare tutto il centrodestra. Così, da salvatore della patria s’è trasformato in traghettatore verso Atene

Il dibattito pre-elettorale è stato, nei momenti di scontro, concentrato su chi aveva più responsabilità nell’aver portato il nostro amato e decorato paese verso il rischio greco. Dalla responsabilità della Balena bianca che aveva fatto esplodere il debito pubblico, all’errore tragico di Prodi nel concambio con l’Euro, dal disastro tremontiano-berlusconiano fino alla austerità depressiva di Monti. Stop. Abbiamo votato. Ora sappiamo chi ha condotto il paese sul traghetto verso Patrasso e Atene. Il centrismo montiano e i suoi, magari inconsapevoli, elettori.

La scelta di Monti di elevarsi in politica ha avuto due effetti gravi evidenti.
Da una parte, essendosi fatto “parte”, è scemato come leader di possibili congiunzioni fra due schieramenti, affannosamente costretti a trovare una soluzione praticabile di governabilità. Monti si è politicizzato e, così, è perdente (già Casini si era pentito prima del voto di questa scelta demenziale che aveva egli stesso sostenuto).
Dall’altra, con più grave responsabilità personale, non ha accettato la rappresentanza di tutto il centrodestra offertagli da Silvio Berlusconi che avrebbe portato il paese ad una maggioranza di governo, diventando invece inutile ai fini di future aggregazioni.

Oh poveri votanti montiani, come avete fatto a non capire che “salendo” in politica avete reso impossibile sostenere le vostre, pur accettabili, posizioni in ordine ai problemi del paese? Monti: da salvatore della patria alla guida del traghetto verso l’Egeo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Bruno says:

    Ricordando l’intervento di Alfano alla Camera con cui ha di fatto sfiduciato Monti a inizio dicembre, vien da pensare che il PDL abbia usato uno strano modo per offrire la leadership a Monti.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download