Google+

Canti, omelia, funzioni domenicali, questua. La nuova “chiesa atea” americana ha tutto: tranne Dio

novembre 11, 2013 Leone Grotti

Il motto delle nuove “Assemblee domenicali” degli atei è: «Vivere meglio, aiutare spesso e meravigliarsi di più»

Hanno mantenuto la chiesa, l’omelia, la questua, i dieci comandamenti, i canti, la comunità, la funzione domenicale e l’idea del servizio ai più svantaggiati. L’unica cosa che manca è Dio. Centinaia di persone domenica scorsa hanno partecipato in una trentina di città americane, australiane e britanniche alle riunioni nelle “mega-chiese atee”.

CHIESA SENZA DIO. A Los Angeles, come riporta Ap, era la prima volta e centinaia di persone accomunate dal “credere in niente” si sono riunite nelle nuove “Assemblee domenicali” lanciate da Sanderson Jones e Pippa Evans, atei che hanno lanciato l’idea di una chiesa senza Dio. Nel loro tour americano stanno cercando di raccogliere fondi per lanciare l’organizzazione “The Sunday Assembly”: l’obiettivo è raggranellare 800 mila dollari e finora ne hanno raccolti circa 50 mila.

LA GENESI. L’idea è venuta a Jones sei anni fa, dopo un concerto di Natale: «C’erano un sacco di cose lì che amavo, l’unico problema era il cuore dell’evento, in cui non credevo – racconta – Se pensi alla chiesa, ci sono davvero poche cose brutte. Si cantano belle canzoni, si ascoltano discorsi interessanti, si pensa a come migliorare se stessi e a come aiutare le altre persone e si fa tutto questo in una meravigliosa comunità. Tutto era da preservare». Tranne il motivo per cui lo si fa: Dio.

DAI GOSPEL AI BEATLES. Secondo una ricerca del 2012 del Pew Forum on Religion & Public Life il 20 per cento degli americani non appartiene a nessuna religione. E sono queste persone che Jones e Evans vogliono attirare nelle “Assemblee domenicali” il cui motto è: «Vivere meglio, aiutare spesso e meravigliarsi di più». Nella “mega-chiesa” di Los Angeles per oltre un’ora centinaia di persone hanno ascoltato musica dal vivo, con i musicisti che suonavano canzoni come “Lean on me” o  “Here comes the sun” al posto dei tradizionali gospel, hanno ascoltato «discorsi ispiranti» al posto dell’omelia, e fatto qualche gioco per conoscersi meglio. Alla fine della funzione è passata tra i “non fedeli” la cesta delle offerte. Il tutto con l’obiettivo di «sentirsi meglio e rendere le cose migliori».

DECALOGO ATEO. Ovviamente l’organizzazione atea ha un suo decalogo: «1) Celebrazione della vita al 100%. Veniamo dal niente e andiamo verso il niente. Divertiamoci insieme. 2) Non c’è dottrina. Non esistono testi, parliamo della saggezza da qualunque parte provenga. 3) Non c’è Dio. Non crediamo nel soprannaturale ma non ti diremo che sbagli se lo fai. 4) Siamo radicalmente inclusivi. Tutti sono ben accetti, a prescindere da quello che pensano. Il nostro è un luogo di amore. 5) È tutto gratis. Chiediamo donazioni solo per sostenerci. 6) Abbiamo una missione. Attraverso i nostri “Action Heroes” (Tu!) saremo una forza per il bene. 7) Siamo indipendenti. Non accettiamo sponsor né facciamo business. 8) Resta qui, con il tuo aiuto renderemo il mondo un posto migliore. 9) Non ti diremo mai come vivere, ma ti aiuteremo a dare il meglio che puoi. 10) Ricorda il punto 1, le Assemblee domenicali celebrano la vita che ognuno sa di avere».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

14 Commenti

  1. Lucy scrive:

    Eh Eh, ma ci pensate che è esattamente quello che scriveva più di 100 anni fa Benson nell’opera Il Padrone del Mondo, dedicata all’avvento dell’anticristo? In effetti gli atei, dopo una prima fase in cui tentavano di eliminare il cristianesimo, provano a sostituirsi ad esso copiandone la liturgia, confermando ancora una volta che ateismo=idolatria=satanismo. Chi ha orecchie per intendere intenda

  2. Bifocale scrive:

    E poi gli americani sono ormai infarciti di ideologia del gender, quella che ci sta portando dritti dritti verso il baratro.

  3. riequilibrio scrive:

    a me sembra che i “loro” comandamenti siano molto più belli utili della vostra fuffa.

    • Francesco scrive:

      Utili a godere il presente si, forse. Ma neanche a quello: <>

    • Francesco scrive:

      Utili a godere il presente si, forse. Ma neanche a quello: “il centuplo quaggiu’ e l’eternita’ “

    • Cisco scrive:

      Si Riequilibrio, ti piacciono talmente tanto che ne hai già infranto il terzo: ” Non c’è Dio. Non crediamo nel soprannaturale ma non ti diremo che sbagli se lo fai.” Adesso ti tocca anche pentirti dallo psicoterapeuta …

      • riequilibrio scrive:

        ops, hai ragione.
        io credo proprio che sbagliate, facendolo.

        povero me, non vado bene nemmeno per questi comandamenti qua.

    • cesco scrive:

      Perché i veri comandamenti ti infastidiscono…ti sbattono in faccia la realtà ke nn riesci a sostenere… Apri gli occhi e va oltre la punta dei tuoi piedi

    • Ivo Gabrielli scrive:

      Con questi comandamenti di piena libertà e divertimento dove al centro c’è la persona-individuo che si esprime con l’altra persona-individio per il proprio divertimento,al primo problema dove devi dimenticare il proprio godimento per essere solidale di chi soffre salterà la legge naturale dell’amore del mutuo aiuto che prevede sacrificio e rinuncia:infatti entrare nel mondo del divertimento assoluto ti allontana dal sacrificio che la vita reale ti richiede. E poi accettando tutte le idee dovrebbe entrarci anche chi è credente perché pur dichiarando che Dio non c’è permette di entrare a chiunque e di qualunque ideologia. Poi negano dottrine, ma già hanno un decalogo… e poi altro… tutte contraddizioni interne.

  4. beppe scrive:

    caro moderatore, ti sei addormentato? mi sembra di aver letto decine di messsaggi identici.

  5. Tiptap scrive:

    Corrisponde ad una visione profetica di Santa ANNA KATHARINA EMMERICK.

  6. Orazio Pecci scrive:

    Non sembrano molto diversi da quelli che vogliono sposarsi in chiesa perché le fotografie vengono meglio

  7. Antonella scrive:

    Avrebbero potuto fermarsi al comandamento “veniamo dal niente e andiamo verso il niente” , che riassume bene tutta l’iniziativa.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana