Google+

Canada. Il 70 per cento dei medici rifiuta l’eutanasia: non si uccide solo per far risparmiare lo Stato

agosto 4, 2014 Leone Grotti

Secondo un sondaggio condotto dall’Associazione dei medici del paese «il ruolo del medico è curare, non mettere fine alla vita»

philip-nitschke-eutanasia-exit-1L’Associazione dei medici canadesi, che rappresenta tutti i dottori del paese, ha diffuso i risultati di un sondaggio condotto tra i suoi membri su eutanasia e suicidio assistito. Il 71,5% ha dichiarato di essere contrario alla legalizzazione di entrambi, il 25,8% si è detto a favore mentre il 2,6% non si è pronunciato.

EUTANASIA IN QUEBEC. Il sondaggio, come riporta Euthanasia Prevention Coalition, è stato condotto dopo l’approvazione dell’eutanasia in Quebec, che diventerà legale il 10 dicembre 2015, e dopo la decisione di un giudice di British Columbia che ha autorizzato nel caso di una donna il diritto al suicidio assistito. La donna è poi morta prima di suicidarsi e il governo federale ha contestato la decisione in appello, visto che il codice criminale del Canada, che vale per tutte le province, considera eutanasia e suicidio assistito come crimini. Proprio per questo motivo alcune organizzazioni hanno contestato in tribunale la legge approvata dal Parlamento del Quebec.

«MEDICI CURANO, NON UCCIDONO». Nel frattempo i medici si sono espressi contro la “buona morte”, elencando quattro motivi principali. Il primo riguarda il timore che «la legalizzazione dell’aiuto medicale a morire danneggi profondamente la fiducia che i pazienti ripongono nei medici e comprometta la relazione medico-paziente». Il secondo riguarda lo status del medico, il cui «ruolo è curare, non mettere fine alla vita». Il terzo concerne i pazienti più deboli: «La legalizzazione è un “piano inclinato” e condurrà a un allargamento delle condizioni e del tipo di pazienti per i quali la morte medicalmente assistita può essere applicata, soprattutto per quanto riguarda le persone più vulnerabili».

UN MODO PER RISPARMIARE. L’ultimo motivo è dettato dal carattere utilitaristico dell’eutanasia, il cui spettro si agita ad esempio sul Regno Unito: «La legalizzazione dell’aiuto medicale a morire potrebbe essere utilizzata per far risparmiare il Sistema sanitario nazionale». Infine, i medici chiedono che anche qualora venisse approvata l’eutanasia, venga prevista la possibilità di esenzione totale per i medici «da ogni operazione che abbia come scopo la realizzazione di un tale atto».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Bifocale says:

    NO ALL’EUTANASIA. NO ALL’IDEOLOGIA DEL GENDER.

  2. Angelo says:

    Quei medici che si sono opposti alle leggi sono Uomini. Il resto è fuori dall’umano; è tecnica, calcolo, interesse, funzione.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tutto quello che c'è da sapere sull'auto formato business, dalle motorizzazioni che vanno di più agli optional irrunciabili, passando per carrozzerie e colori

L'articolo Auto aziendale, come scegliere quella giusta? proviene da RED Live.

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più "jinba ittai"

L'articolo Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza proviene da RED Live.

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.