Google+

Campiglio: la vera equità tiene conto dei redditi e della famiglia – RS

dicembre 6, 2011 Redazione

Luigi Campiglio, ordina­rio di Politica economica alla Cattolica di Mi­lano, spiega perché la manovra del governo Monti è «indispensabile» ma per niente equa: «Un’imposizione sull’abitazione principale può essere giusta e utile. Ma andrebbe rapportata al reddito. La famiglia è la dimensione base dell’equità, non si può parlare dell’una senza l’altra»

“«Dopo il Fondo salva-Stati servireb­be un Fondo salva-famiglie, per­ché i costi economici e sociali ai quali i nuclei familiari andranno incontro sa­ranno molto alti. Tali da far saltare alcuni e­quilibri già precari». Luigi Campiglio, ordina­rio di Politica economica alla Cattolica di Mi­lano, considera questa manovra obbligata – dopo 30 anni di errori e riforme mancate – e in larga parte condivisibile. Ma al tempo stesso as­sai preoccupante nei suoi effetti sulla condi­zione reale delle famiglie italiane” (Avvenire, p. 3).

Secondo Campiglio la manovra era inevitabile ma non è affatto equa. “«Non è in questione una singola misura, ma le modalità e il quadro complessivo. Di per sé un’imposizione sull’abitazione principale può essere giusta e utile. Ma andrebbe rapportata al reddito, perché, ad esempio, molti pensio­nati vivono in un’abitazione, magari ampia es­sendo quella nella quale hanno cresciuto i fi­gli, ma ora dispongono di assegni previden­ziali modesti e faranno fatica a pagare»”. E ancora: “«È chiaro che le famiglie con figli, in particolare con più figli, hanno necessità di maggiore spazio abitativo. Anche per questo di­co che non si può parlare di equità se non si tiene conto della famiglia che è la dimensione base dell’equità. E non capisco cosa voglia di­re equità se non c’è una stretta connessione con i principi costituzionali della capacità con­tributiva, della progressività, del sostegno alle famiglie»” (Avvenire, p. 3).

Anche l’aumento dell’Iva, che dovrebbe essere alzata di due punti per salvare le detrazioni fiscali, non è una buona idea per Campiglio: “«Questo sarà dolorosissimo. Per salvare detrazioni, già di per sé in­sufficienti, rischiamo di farci dop­piamente male. L’aumento dell’I­va, infatti, si scaricherà sui prezzi generando inflazione. In uno stu­dio che ho appena condotto ho verificato come le famiglie del de­cile più basso di consumi, quelle più modeste, subiscano l’au­mento dei prezzi assai più delle famiglie del decile di consumi più alti, le più ricche. E questo perché spendono per beni di prima ne­cessità e ad alta frequenza di ac­quisto sui quali non ci sono prez­zi elastici o grandi sconti. E que­sto senza considerare che con il blocco degli adeguamenti calerà il potere d’acquisto dei pensio­nati sopra i 1.000 euro. Sul piano generale, poi, dall’avvento del­l’euro l’Italia ha registrato un in­cremento dei prezzi superiore dell’8% rispetto alla Germania e del 5% nei confronti della Fran­cia. Un ulteriore aumento dell’I­va porterà questo divario ad am­pliarsi, ai danni della nostra com­petitività e quindi della crescita economica»” (Avvenire, p. 3).

Bene le «misure sull’Irap e sugli incentivi per le as­sunzioni di donne e giovani», però “«bisogna prendere di petto la questione degli scarsi investimenti esteri in Italia. In rapporto al Pil sono ap­pena il 20% contro il 40% della Germania. Eppure, il costo orario del lavoro da noi è più basso, perché allora le im­prese estere non investono in I­talia? Probabilmente perché non si fidano, temono i tempi della nostra giustizia, la farraginosità delle nostre regole»” (Avvenire, p. 3).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.