Google+

Camille Paglia contro le femministe che odiano gli uomini: «Se loro sono obsoleti, le donne si estingueranno»

dicembre 18, 2013 Redazione

La celebre femminista attacca il mito della donna moderna in carriera che non ha più bisogno dell’uomo: «Senza uomini forti, le donne non conquisteranno mai un senso profondo e centrato di se stesse in quanto donne»

«Senza uomini forti come modelli da seguire o (per le lesbiche dissidenti) da combattere, le donne non conquisteranno mai un senso profondo e centrato di se stesse in quanto donne». Nel suo discorso di apertura al Munk Debate sul gender, riportato dal New York Times, la “femminista dissidente” americana di origini italiane, Camille Paglia (qui la sua intervista a Tempi), critica il femminismo «di seconda e terza generazione» che ha come «ingiusto ingrediente principale» «un rancore stizzoso contro gli uomini».

PATOLOGIE FEMMINISTE. «Se gli uomini sono obsoleti», fa notare Paglia iniziando il suo intervento, «allora le donne saranno presto estinte» visto che non sono ancora in grado di riprodursi senza l’apporto maschile. L’avversità «rancorosa» nei confronti dell’uomo è una «grave patologia della società anglo-americana» e del suo femminismo (per non parlare di quello europeo alla Boldrini, ci permettiamo di aggiungere) e di conseguenza «non c’è da stupirsi se giovani donne di successo, nonostante tutti i felici discorsi sui loro primati lavorativi, si ritrovano all’inizio delle loro carriere in uno stato di incertezza cronica o di ansia sulle prospettive di una vita privata soddisfacente».

«UOMINI INDISPENSABILI». Per raggiungere il vero obiettivo del femminismo, cioè «attaccare e ricostruire le pratiche sociali mummificate», non c’è bisogno di «stereotipare e demonizzare l’uomo». Anche perché, continua Paglia, «negli ultimi 100 anni sono stati gli elettrodomestici che fanno risparmiare tempo a liberare le donne dal tran tran di tutti i giorni. E questi sono stati inventati dagli uomini e diffusi dal capitalismo».
Inoltre, per quanto il nuovo femminismo possa sperare nella scomparsa dell’uomo «ci sarà sempre bisogno degli uomini», che ad oggi «sono assolutamente indispensabili» per fare tutti quei lavori “pesanti” e realizzare «tutte quelle infrastrutture che rendono il lavoro femminile praticabile». Per cui, le nuove femministe farebbero meglio a mettersi l’animo in pace e sotterrare l’ascia di guerra: «Sono certa – conclude Paglia – che le donne moderne sono abbastanza forti oggi da riconoscere i giusti meriti a chi li ha».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. JH Smith says:

    Camille Paglia ha ragione. il femminismo è uno dei problemi dell’occidente. uno, non l’unico. in occidente siamo quasi ad un punto di non ritorno. o il punto di non ritorno lo abbiamo oltrepassato da un pezzo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download