Google+

Cambia il nome ma non la sostanza. Dopo il rapporto Estrela, l’Europa voterà la relazione Lunacek

gennaio 28, 2014 Benedetta Frigerio

Il prossimo 4 febbraio, il Parlamento europeo si esprimerà sul nuovo rapporto che riguarda la «tabella di marcia contro l’omofobia e la discriminazione legata all’orientamento sessuale e all’identità di genere»

Dopo la doppia bocciatura al Parlamento europeo della “rapporto Estrela”, la sinistra europea torna alla carica con un nuovo testo, noto come “relazione Lunacek”, che sarà votato martedì 4 febbraio. Il rapporto Estrela trasformava l’aborto in «diritto umano» e prevedeva la rieducazione degli insegnanti a suon di corsi obbligatori sull’identità di genere e la discriminazione delle persone Lgbti.
L’eurodeputata austriaca dei Verdi, Ulrike Lunacek, ha invece promosso in Commissione Libertà civili, giustizia e affari interni (Libe) una relazione «sulla tabella di marcia dell’Ue contro l’omofobia e la discriminazione legata all’orientamento sessuale e all’identità di genere».

LA PETIZIONE. Molti cittadini hanno protestato con una petizione, già firmata da 13 mila persone, che denuncia «il rapporto Lunacek», il quale «impone i “Principi Yogyakarta” come ordinamento giuridico dell’Unione Europea. Nei principi Yogyakarta, gli attivisti Lgbt affermano falsamente che “i diritti speciali per i gay sono compresi nei diritti umani universali” e che tutti i 120 diritti speciali per la comunità gay devono essere imposti al fine di soddisfare a livello internazionale i requisiti di diritti umani riconosciuti».
Nel testo si chiede alla Commissione Europea di «presentare in via prioritaria proposte finalizzate al riconoscimento reciproco degli effetti di tutti gli atti di stato civile nell’Unione europea, compresi i matrimoni, le unioni registrate e il riconoscimento giuridico del genere». Un modo subdolo, cioè, per far valere i matrimoni gay anche in paesi come l’Italia dove sono illegali. Alla Commissione e agli Stati membri si domanda poi di riconoscere le modifiche dei «documenti d’identità applicabili ai transgender».

SANZIONI PENALI AGLI OMOFOBI. Gli Stati, continua il rapporto, dovrebbero «astenersi dall’adottare leggi che limitino la libertà di espressione in relazione all’orientamento sessuale e all’identità di genere e riesaminare quelle già in vigore». La lotta contro talune espressioni di razzismo e xenofobia, si legge, dovrebbe avvenire «mediante il diritto penale». Per quanto riguarda l’Italia, il ddl Scalfarotto sull’omofobia, ora in Senato, che prevede il carcere per reati di opinione sarebbe in linea con le nuove disposizioni.

RIEDUCAZIONE LGBT DEI POLIZIOTTI. La relazione Lunacek, oltre a corsi a scuola sulla «identità di genere», consiglia «lo scambio di buone prassi tra gli Stati membri per quanto riguarda la formazione e l’istruzione delle forze di polizia, della magistratura inquirente, dei giudici e degli operatori dei servizi di assistenza alle vittime». Infine si punta alla depatologizzazione dei disturbi dell’identità di genere compresi nell’elenco delle malattie dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).
Come il “rapporto Estrela”, anche la relazione Lunacek non sarebbe vincolante, ma se approvata diventerebbe la posizione ufficiale dell’Unione Europea, facendo così pressione sugli Stati per adeguarsi ad essa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

33 Commenti

  1. domenico b. says:

    Intanto, a causa di queste posizioni europee per quanto riguarda l’omosessualità, 28 famiglie italiane che si erano recate in Congo per adottare altrettanti bambini, se li sono visti praticamente togliere dalle mani dalle autorità locali; e questo dopo anni che si erano preparate per questo incontro. E le nostre associazioni lgbt saranno molto soddisfatte di questo risultato, perché a loro interessa soltanto distruggere la famiglia. Però il dolore di queste persone, le famiglie e i bambini rimasti in Congo, ce l’hanno sulla loro coscienza, se gliene è rimasto un solo briciolo…E questo è il mondo felice che ci vogliono preparare questi signori

    • Alberto says:

      Veramente a me pare che in Congo sia in atto un mezzo colpo di stato… Ma di sicuro le adozioni sono state bloccate per gli, inesistenti, diritti dei gay in Italia!
      E comunque Domenico B., vedo che ‘sta fissa dei gay e dei bambini non ti passa. Ma secondo te siamo tutti lì che vogliamo avere i figli degli altri??? Per farci chissà quali sozzerie? Già il fatto che pensi questo la dice lunga sulla tua psicologia. Mettiti in intesta che, per quel che ho potuto osservare, nella media i gay son persone più per bene e meno violente degli etero. Per esempio raramente nei locali gay vedi risse, accoltellamenti etc…, che invece sono non rari in quelli per etero. Ti riposto un video che potrebbe anche farti capire che non siamo dei mostri assetati di sangue (infantile):
      #http://www.youtube.com/watch?v=7bCimcsVAoQ
      Ah, ci sono anche in Italia:
      #http://www.polisaperta.it/

      • A. says:

        Questa teoria secondo cui i gay sono persone migliori degli etero ha un po’ reso.
        Si ammazzano anche i gay eccome (vedi recenti episodi di cronaca). Solo che siccome sono percentualmente una minoranza, e anche piuttosto tutelata dai mezzi di informazione in questo periodo, è ovvio che anche la percentuale di omicidi che li coinvolgono è inferiore.
        Non si tratta poi di ritenere i gay siano “mostri assetati di sangue infantile”, ci mancherebbe,ma semplicemente , siccome la natura ha predisposto che un figlio nasca da una donna e da un uomo, credo sia quantomeno prudente cercare di costituire un ambiente di questo tipo per crescerlo. Chissà perché si va con i piedi di piombo con gli OGM, mentre con le adozioni/affidi/procreazioni a gay si deve marciare a tappe forzate!

        • luca says:

          che i gay siano migliori è palesemente falso, che siamo meno inclini alla violenza spicciola e diretta è vero, ma questo non ci rende assolutamente migliori…

          • Alberto says:

            Sì, in effetti era quello che volevo dire. I gay tendono ad essere meno violenti degli etero, l’ho notato in diverse occasioni. Credo sia perché non hanno nulla da reprimere.

            • Buricchio says:

              “I gay tendono ad essere meno violenti degli etero, l’ho notato in diverse occasioni”
              Certo, come no!
              Peccato che il tono sempre astioso dei vostri onnipresenti commenti dimostri esattamente il contrario.
              Sappiamo che il vostro ruolo vi impone di raccontare balle stratosferiche (ovvero menzogne che non stanno né in cielo e né in terra), ma un po’ più di pudore non guasterebbe.

              • luca says:

                buricchio lo sai perchè tanti etero vengono in locali gay a ballare? perchè mucca assassina e gay village sono sempre tanto pieni sopratutto di etero (ormai superano in numero i gay che frequentano questi locali)?. perchè in una discoteca gay le risse non succedono, in quelle etero si… una discoteca per ragazzi di 20-30 anni, in cui si balla tutta la notte puoi star sicuro che scoppieranno almeno 10 risse in una serata, in una gay se ne succedono 10 all’anno è tanto.
                capisco che tu più della sala del liscio della parrocchia non vai, ma io ai miei tempi un po di seratone me le sono fatte, fatte servì

                • Buricchio says:

                  Luca, io invece per pagarmi l’università mi sono occupato della sicurezza di un locale di Jesolo Lido.
                  Nella mia carriera ho dovuto ammorbidire non poche zucche appartenenti a personaggi che amavano autodefinirsi “checche” e si illudevano che un po’ di steroidi bastassero per poter rompere le balle al prossimo senza subire conseguenze.
                  In ogni caso, tuttavia io mi riferivo al tono aggressivo e poco dialogante dei commenti.
                  Sono stato più chiaro?

                  • luca says:

                    mamma mia abbiamo un vero uomo, e come farai adesso con noi povere mezze signorine tutte ad azzuffarci per te, che maschio che sei ad affrontare le checche anabolizzate!
                    poi immagino che genere di problemi potevano causare, tipo non stavano zitti quando venivano insultati o non stavano fermi quando qualcuno le picchiava.
                    tu si che sai stare dalla parte dei più deboli. che uomo, ce ne fossero di uomini come te!

                    • domenico b. says:

                      Luca, guarda che a volte, a stare zitti ci si guadagna

                    • Buricchio says:

                      Dovresti imparare, prima di tutto, che non è certamente per la capacità acquisita di ammorbidire le zucche che qualcuno si può definire “un vero uomo”.
                      Sono ben altri i valori ai quali tu dovresti fare riferimento quando esprimi i certi giudizi.
                      Visto che la cosa ti interessa, ti racconterò che una volta si presentò un gruppetto di questi sedicenti (nel senso che erano loro stessi a definirsi in questo modo) “checche”, tutti palestrati alla “village people” i quali prima si ubriacarono come cucuzze e poi si misero a girare per il locale ravanando nelle parti intime degli uomini alcuni dei quali non la presero bene.
                      Riuscimmo a limitare i danni, ma io ci rimisi tre costole e il setto nasale.
                      Le “checche” e i loro avversari furono amorevolmente raccolti e portati chi al commissariato chi all’ospedale.
                      In ogni caso, per la seconda volta ti devo ripetere che io mi riferivo all’arroganza dei vostri commenti, e questa tua risposta da sbruffone conferma in pieno la mia impressione.

                    • luca says:

                      buricchio, ti racconto un segreto: io sono gay!
                      come puoi pensare che un gay creda ad una frottola del genere?
                      punto primo un gay palestrato può fare tutto il sesso che vuole, quando vuole e con chi vuole a differenza di quello che alcuni pensano se un gay vuole il sesso non gli manca MAI e se per di più è palestrato la cosa prende proporzioni inaudite. se un gay palestrato volesse potrebbe avere a casa 5 uomini a notte, allora qual’è il punto di andare a tastare la gente in un locale etero?
                      punto secondo, pensa te che coglioni gli etero di turno. ammessa ala tua assurda storia, avrebbero scatenato una rissa e spaccato nasi e costole solo per essere stati tastati? io sono stato tastato 10^23 volte e quando non mi ha fatto piacere ho fatto un passo indietro ed è finita li!
                      se vieni tastato in una discoteca, cosa per cui le discoteche sono state inventate, e non sei felice neanche serve che ti sposti, basta che ti giri in modo da far capire che non hai voglia di essere toccato

                  • Buricchio says:

                    Ho capito che tu sei uno di quelli che è disposto a scrivere qualsiasi cretinata pur di replicare.
                    Se ciò ti appaga così tanto…

      • domenico b. says:

        Caro Alberto, io le notizie non me le invento. Leggi “La nuova bussola quotidiana”, on line di ieri, e ti potrai documentare meglio.
        In secondo luogo io non penso che voi gay siete tutti lì a cercare di rubare i figli degli altri, ti posso anzi assicurare che io conosco omosessuali che affermano che chi vuole il matrimonio gay, i “diritti” gay, che partecipano ai gaypride sono soltanto pagliacci ( parole testuali riferitomi da omosessuali, anche se a te può sembrare strano)
        detto questo penso che ci siano associazioni gay, persone gay, che vogliono distruggere la famiglia, che faranno di tutto per adottare bambini, e se non potranno adottarli in paesi stranieri cercheranno ogni pretesto per toglierli alle loro famiglie di origine, come del resto si può già intuire dai commenti scritti in questi articoli, e la sofferenza delle persone di cui sopra ricade interamente su di voi, che volete stravolgere l’ordine naturale delle cose

        • Alberto says:

          Faresti meglio a affidarti a fonti di notizie più affidabili:
          #http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/12/30/Congo-famiglia-italiana-siamo-pericolo_9835658.html

          Quanto ai tuoi amici supposti gay… credo che sia anche per colpa di questa gente povera di spirito se ad oggi in Italia i gay sono in una condiziona da terzo mondo rispetto agli altri paesi occidentali.

        • luca says:

          Domenico sei patologico, vedi un dottore. ma come ti viene che un gay tolga un bambino ad una famiglia etero? quando si parla di adozione si intende di bambini orfani.
          i tuoi amici gay che parlano male dei diritti dei gay? ne ho conosciuti tantissimi anche io, e allora? parla con le donne infibulate e vedrai quante ti diranno di essere molto fiere della loro infibulazione che prova la loro “onestà”, e ricordi il film “indovina chi viene a cena”? chi era quello più contrario al matrimonio misto? chi era quello con l’atteggiamento più razzista? il cameriere di colore. non è una novità, questi sono stati cresciuti anche da gente come te, vuoi che qualcuno non l’hai convinto che è sbagliato, fa schifo e tutto il resto? glielo ripeti da che sono nati, alla fine alcuni ti credono e ti danno ragione.

      • luca says:

        alberto, come dicevo, che i gay sono “migliori” degli etero è una grande sciocchezza, se mai siamo meno violenti ma sicuramente ne migliori ne genitori migliori, ma non siamo neanche più pedofili come altri vorrebbero far passare e neanche saremmo genitori peggiori… gay=etero tutto qui, buoni e cattivi, intelligenti e stupidi, violenti e pacifisti in entrambi gli schieramenti e in egual misura…da qui ti viene il dubbio che tutte ste grandi differenze ‘ndo stanno?

    • luca says:

      booooommmmmm, ma si parliamo tanto per parlare.
      primo hanno un colpo di stato in corso.
      secondo quelle famiglie sono famiglie etero e pensa che bel paese sarebbe il congo se non permettesse a 28 bambini orfani di avere una famiglia solo perchè nel paese dove andrebbero i gay non sono perseguitati (ovvero, perseguitare i gay è molto più importante della felicità di 28 bambini). E anche ammettendo ciò, che proponi? che io e tutti gli altri omosessuali italiano andiamo in galera per omosessualità dichiarata così il Congo è felice?
      terzo il fatto che le persone LGBT vogliano che la loro famiglia, quella che già hanno sia ufficialmente riconosciuta come tale non significa che odino alcuna famiglia. sei veramente semplice a pensare che i gay siano felici perchè 28 famiglie sono tenute lontano dai loro figli!

  2. luca says:

    ma come si può prendere seriamente un articolo che scrive: “i diritti speciali per i gay sono compresi nei diritti umani universali”?
    alla faccia dell’imparzialità!
    cmq speriamo che passi questa volta

    • domenico b. says:

      dimmi, Luca, ma che cavolo te ne fai tu del rapporto Lunacek; spiegami a cosa ti serve. In italia i gay vivono già senza essere discriminati, sono accettati ormai da tutte le persone, anche da chi non condivide il loro modo di vivere. Questi del parlamento europeo vogliono solo distruggere le nostre radici, si sono votati a una ideologia negativa, menzognera e distruttiva della persona umana

      • luca says:

        domenico mi sposo in francia e poi chiedo riconosciuto il mio matrimonio in italia facile

      • Alberto says:

        Aspetta, prova a girare tenendoti per mano con un altro tipo e poi mi dici quanti giorni di prognosi ti hanno dato, sempre che all’ospedale ci arrivi!

  3. domenico b. says:

    Io propongo oltre che a firmare la petizione contro il rapporto Lunacek, anche una giornata di preghiera per il 4 febbraio, anche se in mezzo a questi commenti può sembrare ridicola e inopportuna; un cristiano sa che Dio ascolta le preghiere dei suoi figli e la Bibbia dice che la preghiera del povero sale al cielo, penetra le nubi e non desiste finchè non arriva all’orecchio di Dio

  4. filomena says:

    Io penso semplicemente che non solo perché un fatto e naturale diventa automaticamente “cosa buona e giusta”.
    Se così fosse non rsisterebbero per esempio i terremoti e così via. Se l’duomo non avesse diciamo un po’ forzato la natura saremmo ancora all’età della pietra….

    • Francesco says:

      Filomena,
      incominciamo a dire che far passare l’aborto (cioe’ eliminare una vita che sta nascendo) per diritto umano non e’ progresso. E’ una forzatura un po’ esagerata, non trovi? Non c’e’ bisogno di credere in Dio per questo, basta credere nell’uomo e guardare un po’ piu’ in la’ del proprio naso (della propria vita).

  5. VivalItalia says:

    Albertì!! Caschi dalle nuvole con “Giovanno” e te fai corregge pure da Luca..
    nun te vergogni?

  6. Bifocale says:

    La petizione qui propagandata contiene molti miti, inesattezze e vere e proprie bugie. Eccone alcune. Non è vero che il rapporto non rispetta il principio di sussidiaretà, non è vero che crea “diritti speciali” per le persone LGBT, falso anche che questa petizione afferma che i rapporto infine obbligherebbe gli Stati membri a introdurre il matrimonio gay; altra bugia è che con l’approvazione dle rapporto verranno finanziate le organizzazione LGBT come Ilga-Europe. Tutte menzogne atte a creare diffidenza e sospetto verso la minoranza LGBT e diffondere intolleranza verso tale fascia della popolazione. Ma dire balle (mentire) non era peccato? http://www.lgbt-ep.eu/parliamentary-work/lunacek-faq/

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.