Google+

Buongiorno? Buonanotte

ottobre 28, 2016 Emanuele Boffi

Per ventiquattro ore la morte di Valentina Milluzzo e dei suoi due gemelli all’ospedale Cannizzaro di Catania è stata imputata a un dottore «obiettore di coscienza»

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Per ventiquattro ore la morte di Valentina Milluzzo e dei suoi due gemelli all’ospedale Cannizzaro di Catania è stata imputata a un dottore «obiettore di coscienza». Per un giorno intero è parso che la tragedia fosse imputabile a un sadico che, in nome dei suoi princìpi morali, avrebbe fatto perire la donna e i due piccoli. Poi si è scoperto che non era andata così, che la vicenda era stata raccontata male – molto male – e che, fatte salve eventuali responsabilità da accertare, di certo l’obiezione di coscienza non c’entrava nulla.

Ma questo non ha evitato che, oltre ai soliti balordi di Twitter, anche due opinionisti come Roberto Saviano e Massimo Gramellini la facessero fuori dal vaso. Con il primo che ha scritto che «l’obiezione di coscienza, imposta ai ginecologi più che liberamente scelta, in un Paese dove i padiglioni degli ospedali pubblici e laici sono intitolati a santi, è una piaga che rende la 194 la più tradita delle leggi».

E con il secondo che nel suo “Buongiorno” sulla Stampa ha concluso il suo astruso ragionamento con queste parole: «Quando una donna viene ricoverata dopo una violenza si ricordano di sottoporla all’esame per l’Aids, ma si dimenticano quasi sempre di somministrarle la pillola del giorno dopo. Sarebbe piacevole vivere in un Paese dove una donna che entra in un ospedale pubblico non fosse costretta a preoccuparsi della fedina morale del medico che ha di fronte».

Già. Così come sarebbe piacevole leggere un quotidiano senza essere costretti a preoccuparsi che il tal opinionista si sia fatto due domande prima di scrivere una qualche frase che faccia obiezione all’intelligenza.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana