Google+

Btp, non è andata molto bene. Vi spieghiamo perché

gennaio 30, 2012 Massimo Giardina

L’attesa del meeting di Bruxelles provoca l’instabilità dei mercati. L’asta odierna dei Btp con scadenza quinquennale e decennale si è da poco conclusa riportando un aumento degli spread. Il Tesoro ha emesso 3,6 miliardi di euro con scadenza 2017 al 5,39 per cento e 2 miliardi di euro che saranno rimborsati nel marzo 2022 al 6,08 per cento.

L’attesa del meeting di Bruxelles provoca l’instabilità dei mercati. L’asta odierna dei Btp con scadenza quinquennale e decennale si è da poco conclusa riportando un aumento degli spread. Il Tesoro ha emesso 3,6 miliardi di euro con scadenza 2017 al 5,39 per cento e 2 miliardi di euro che saranno rimborsati nel marzo 2022 al 6,08 per cento. Rispetto ai titoli tedeschi lo spread di oggi supera i 435 punti base. Un peggioramento rispetto ai dati degli ultimi periodi.

Questa mattina gli indici di borsa sono partiti con un segno negativo: spiccano i risultati dei titoli bancari che registrano le perdite maggiori. In particolare sono sotto la lente degli analisti Bpm, Banco Popolare, Mps e Mediobanca. Unicredit, reduce dall’effetto positivo dell’aumento di capitale, è in sostanziale pareggio.
I dati appena riportati indicano un certo nervosismo dei mercati per le decisioni che a Bruxelles si prenderanno in merito all’accordo intergovernativo sul patto di bilancio (fiscal compact).

Si aggiungano le parole di Nicholas Sarkozy sull’introduzione della Tobin Tax e sulla pressione fiscale per le rendite finanziarie: una lessicologia mai apprezzata dagli attori che occupano quotidianamente il palcoscenico della finanza. Non gioca nemmeno a favore l’appoggio che Angela Merkel ha palesemente dato all’attuale residente dell’Eliseo.
Twitter: @giardser

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.