Google+

Brescia. La nuova casa della Dia a Palazzo Martinengo

febbraio 10, 2017 Mariarosaria Marchesano

Aperta in città la nuova sede della Direzione investigativa antimafia. Intervista al procuratore generale Pier Luigi Maria Dell’Osso

dell-osso

Chi avesse sottovalutato la presenza della criminalità organizzata sul territorio lombardo, dovrà definitivamente ricredersi. La consegna delle chiavi di Palazzo Martinengo, uno dei più belli e prestigiosi del centro storico di Brescia, nelle mani di un magistrato anti mafia (e non solo) come Pier Luigi Maria Dell’Osso, da quasi tre anni procuratore generale presso la Corte d’Appello del distretto bresciano (comprende tutta l’area orientale della regione) è il segnale che qualcosa è cambiato nella percezione del fenomeno da parte della cittadinanza e delle istituzioni locali.

Palazzo Martinengo è stato concesso dalla giunta guidata da Emilio del Bono in comodato d’uso gratuito e a tempo indeterminato come sede ufficiale della Dia (Direzione investigativa antimafia) di Brescia a due anni dall’avvio della sua attività. Dell’Osso ci ha creduto fin dal primo momento, ma a inizio 2015 ha potuto dedicare solo 4-5 stanze del Palazzo di Giustizia allo scopo superando anche diverse resistenze. Oggi appare soddisfatto dei risultati raggiunti soprattutto in termini di lotta alla criminalità economica che sull’intera regione Lombardia era stata condotta fino a quel momento dalla sola Dia di Milano (le direzioni investigative antimafia in Italia sono in tutto una ventina).

«In meno di 24 mesi sono state compiute indagini importanti come quella sul traffico internazionale dei rifiuti tossici che ha portato, tra l’altro, a individuare 7 siti in cui il livello di radioattività supera i limiti consenti», spiega Dell’Osso a tempi.it, «il territorio bresciano è ormai un punto di contatto tra clan con base in Italia e cosche internazionali con infiltrazioni anche nel tessuto della pubblica amministrazione». Particolarmente efficaci, inoltre, si sono rivelate le misure di prevenzione di carattere patrimoniale che permettono alle forze dell’ordine di mettere le mani su ricchezze accumulate in modo illecito dalle organizzazioni privandole delle risorse necessarie per proseguire nella propria espansione.

Dell’Osso spiega come l’area che ricade sotto il controllo della Dia di Brescia (comprende anche Bergamo, Mantova e Cremona), essendo molto ricca e con un’elevata concentrazione di industrie e di attività di carattere bancario e finanziario, sia diventata ormai un centro nevralgico per il riciclaggio di denaro sporco, un crocevia attraverso il quale passano investimenti e operazioni illecite mascherate da attività economiche legali. «Tutto questo», aggiunge il Procuratore generale, «grazie anche a un salto di qualità fatto dalle nuove generazioni della criminalità organizzata, sempre più spesso rappresentate da laureati, commercialisti e persone tecnicamente preparate a gestire gli affari delle famiglie mafiose».
Ma c’è ancora tanto da fare, come combattere il terrorismo internazionale e la jihad che proprio in Lombardia ha dimostrato di recente di avere innescato punti di contatto e reti di connivenze.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

Gestito da appassionati motociclisti, lo Spidi Store milanese di via Telemaco Signorini 12, mette a disposizione le ultime novità del marchio oltre a un servizio di tute su misura e di installazione di interfoni su caschi. Per festeggiare il suo primo anno di vita il negozio ha organizzato, in occasione di EICMA 2017, una serata all’insegna […]

L'articolo Spidi Store Milano spegne la prima candelina proviene da RED Live.

Tesla la tocca piano… presentando a sorpresa, in occasione dell’unveiling dell’atteso camion a batteria, l’erede dell’ormai storica Tesla Roadster. Una vettura che la Casa americana, con grande morigeratezza, non esita a definire “l’auto più veloce del Pianeta”. Una supercar elettrica che, ancora una volta, spiazza la concorrenza promettendo di ridefinire il concetto di performance a zero […]

L'articolo Tesla Roadster: zitti tutti proviene da RED Live.

Dopo la nuova generazione di Trafic SpaceClass, presentata lo scorso ottobre, Renault torna sull’argomento “business” con il lancio della nuova gamma Executive, studiata per rendere sempre più confortevole e ricca di tecnologia la vita a bordo di chi si sposta per lavoro. La Casa della Losanga dota quindi di contenuti premium tre vetture della sua scuderia, […]

L'articolo Gamma Executive, l’allestimento premium di Renault proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download