Google+

Bravo Cracco, hai fatto bene a cucinare il piccione

febbraio 29, 2016 Redazione

FederFauna difende il celebre cuoco che ha cucinato in tv un piccione. «Non è un animale selvatico, ma un animale allevato con passione anche in Italia»

Pubblichiamo il comunicato stampa di FederFauna

Grazie Cracco per promozione prodotti italiani, da animalisti la difendiamo noi.

Masterchef è una bellissima trasmissione, che valorizza le produzioni italiane, compresi i piccioni.

Si apprende dai media che lo chef Carlo Cracco, nota star della trasmissione televisiva Masterchef, sarebbe stato denunciato da alcuni animalisti per aver cucinato in diretta tv un piccione, a loro dire, animale selvatico e quindi protetto.

La notizia non è sfuggita a FederFauna, Confederazione Sindacale degli Allevatori, Commercianti e Detentori di Animali, che tra i propri iscritti annovera anche allevatori di piccioni.

FederFauna precisa quindi che il piccione non è un animale selvatico (lo è invece il colombaccio), ma un animale allevato con passione anche in Italia. Carlo Cracco perciò, secondo la Confederazione, non ha commesso alcun reato, anzi, ha contribuito e contribuisce assieme ai suoi colleghi ad ogni puntata della trasmissione, a valorizzare le produzioni italiane animali e vegetali, base delle loro prelibate preparazioni.

FederFauna ritiene quindi che la denuncia degli animalisti sia solo una strategia per avere visibilità, mezzo infallibile per poi chiedere donazioni, ma che mai porterà ad un procedimento giudiziario. Tuttavia, nella denegata ipotesi che ciò possa avvenire, offre pubblicamente allo chef Cracco l’assistenza dei propri legali.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

20 Commenti

  1. Susanna. Rolli scrive:

    PICCIONE MALEDETTO , brano di Giuseppe Masia, youtube.
    :)

  2. Gianni Spina scrive:

    Un piccione non è un prodotto, è una creatura vivente, per la quale voi cristiani non avete alcun rispetto.

    Chi di spada ferisce, di spada perisce, ricordatevelo.

    • Rolli Susanna scrive:

      Chi mangia solo pesce, mangia un essere vivente.
      Chi taglia un albero per scaldarsi, taglia un essere vivente.
      Chi camminando per strada schiaccia una formica schiaccia un essere vivente.

      Quindi? Avanti, prego..

    • Luca P. scrive:

      Anche i microrganismi che ad ogni tuo respiro fai morire nei tuoi polmoni … sono degli essere viventi.
      O le formichine che calpesti quando passeggi nel prato … sono essere viventi.
      O i parassiti che muoiono annegati nel lavandino quando lavi il sedano bio … sono essere viventi.
      Pertanto caro Gianni … o il “peccato” è tale solo quando lo fai volontariamente (ma alle formichine non gli frega niente se muoiono per tua disattenzione anziché per tua volontà) … oppure il “peccato” è solo quello che commettono gli altri, soprattutto se etichettabili come “cristiani”, “carnivori”, “colonialisti” e via dicendo.

      • giovanna scrive:

        La trollona si dichiara vegana sul sito di Uccr , ma è a totale sostegno dell’aborto.
        Chissà se questo “gianni spina” ne sa qualcosa !
        Ciao, trollona, buona giornata di trollaggio massiccio !

        • Rolli Susanna scrive:

          Sapevo che saresti comparsa, Giovanna!, avevo anche io un forte sospetto!

      • Gianni Spina scrive:

        Siete stupidi? Lo chiedo senza voler fare polemica…

        Se cammini per strada e volontariamente calpesti una formica allora commetti un azione immorale,

        essere vegetariani è il massimo che possiamo fare con il minimo danno possibile, visto che il Signore obbliga comunque ad alimentarsi uccidendo altre creature (alla faccia della sua misericordia)..

        scaldarsi è un obbligo, creare macelli in cui allevare e massacrare animali no..

        Avete cercato scuse banali tanto quanto banale è la vostra cultura e l’incompatibilità delle vostre vite e della vostra religione con il mondo che vi circonda.

        • La Spina!!! scrive:

          Gianni Spina, ma non è il caso di riattaccare la spina? Così magari torna tutto a funzonare…

        • Rolli Susanna scrive:

          Il mondo che ci circonda è a nostra disposizione, ce lo ha prestato i lPadreterno per un periodo di tempo, dopodichè si passa a miglior vita ….si spera sempre!; non sarai mica di quelli che credono che gli uomini sono a disposizione di madre terra!

        • giovanna scrive:

          Dai, “spina”, hai glissato sull’aborto, eh ?
          Facci sapere se figlio vale più di una formica, secondo te !
          E non ti lamentare : questa è una ghiottissima occasione di trollaggio intensivo !

        • Carlo scrive:

          Gianni Spina:

          Nel mondo che circonda me, tutti gli animali si mangiano fra di loro. Non si capisce bene perche` se una poiana mangia un piccione e` naturale ma se lo mangio io no (dopo averlo amorevolmente allevato, tra l’altro, a differenza della poiana)

          • Rolli Susanna scrive:

            Carlo,
            a maggior ragione dovrebbero tacere i vari Spina, dato che per i darwiniani gli uomini sarebbero animali che discendono da altri animali; è la catena alimentare, che ce voi fa, il più grosso se magna il più piccolo, mica è colpa mia se mi son evoluta più di un pollo!

        • Valerio scrive:

          È scritto che il Signore ci da gli animali per sottometterli e nutrirci. Poi se lei vuole solo mangiare radicchi è libero di farlo, ma non ci venga rompere i cosiddetti è imporci le sue teorie CHE IO RISPETTO .

          • Gianni Spina scrive:

            xCarlo

            “Non si capisce bene perche` se una poiana mangia un piccione e` naturale ma se lo mangio io no”

            Perchè la poiana non puo fare altrimenti, è obbligata, mentre tu non ne hai bisogno (appartenendo inoltre ad una specie di origine erbivora e frugivora), uccidi solo per divertimento.

            xValerio

            “È scritto che il Signore ci da gli animali per sottometterli e nutrirci.”

            Allora il vostro signore è un essere violento, crudele e incivile che istiga ad uccidere le altre creature.

            Siete privi di rispetto per la vita, amate solo voi stessi egoisti.
            Menelik dimostra che la specie umana è inferiore alle altre se non per odio e capacità di distruzione.

            • La spina!!! scrive:

              Vogliamo riattaccarla ‘sta la spina???

            • Carlo scrive:

              Gianni Spina:

              Divertimento? Non particolarmente, io devo cibarmi tanto quanto la poiana. Inoltre, come la maggior parte dei primati sono decisamente onnivoro.

              Ma soprattutto, non capisco il moralismo del “rispetto.” Il piccione morira` molto presto, meglio morire ben cucinati che mangiati dai topi in qualche rigagnolo. Alla fine il valore della vita e di essere data per qualche scopo, non di essere mantenuta il piu` a lungo possibile.

              • Gianni Spina scrive:

                Ripetete sempre le stesse cose, siete degli automi: non sei obbligato ad uccidere per mangiare, tra l’altro mangiare carne fa anche male.
                Suppongo ora dirai che anche i vegetali sono esseri viventi, in questo caso leggi le risposte già date.

  3. Menelik scrive:

    Che nostalgia che c’ho de magna’ na cofana de pappardelle col ragù de cignale, e pe’ secondo ‘l cignale a bujjone !!!
    C’ho na vojja che me pare da mori’ de fame !!!!!
    E la sera doppo, porchetta co mezzo filone de pane, codica co le fegatelle pepate !!!
    E pe’ beve, l’acqua sulfurea frizzantina de vulcano.
    Mannaggia !!!!

    • Menelik scrive:

      Aspettando quest’estate, pe’ consolazione vo dietro la legnaja pijjo tre ove e me ce fo na frittata.
      Ma diteme voi se se po’ campa’ sempre così, co ste desideri ……come se dice?….Unfulfilled, se dice in focchin inglish.
      A dopo, va’, me vo a fa sta merenda.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Le evoluzioni ricevute dalla KTM 1290 Super Duke R 2017 vanno nella direzione di una maggiore sportività. The beast 2.0 vuole essere ancora più efficace ma non ha perso la sua versatilità. E se le metti un po’ di power parts…

Ecco qualche spunto per trascorrere questo fine settimana. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

La nuova protagonista del monomarca Ferrari adotta il medesimo V8 3.9 biturbo da 670 cv della 488 GTB, dalla quale deriva, adattato nell’erogazione. Ai rapporti ravvicinati del cambio si accompagna un’aerodinamica profondamente rivista in ottica racing.

L'abbinata G+ composta da ruote Qurano 46 e tubolari Corsa Speed ha fatto bella figura: scorrevolezza, efficacia, feeling e comfort si trasformano in piacere di guida. E il tutto orgogliosamente tricolore

Le calzature top della gamma Road e Mtb si apprestano ad affrontare la nuova stagione con una serie di migliorie che ne alzano ulteriormente il livello tecnico e le prestazioni

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana