Google+

Borse, Milano brinda se va in fumo la fusione tra Londra e Francoforte

febbraio 27, 2017 Mariarosaria Marchesano

La Commissione europea si è messa di traverso nella maxi fusione tra le Borse di Francoforte e Londra. L’Eurodistretto a Milano è forse oggi un passo più vicino

L’entusiasmo ha cominciato a diffondersi sin dalle prime ore della mattina. Con il diffondersi della notizia che la Commissione europea si è messa di traverso nella maxi fusione tra le Borse di Francoforte e Londra, ha cominciato a farsi largo la consapevolezza del peso che la Borsa italiana può assumere nel nuovo scacchiere del mercato dei capitali europeo.

LA FUSIONE. La fusione tra Londra e Francoforte è ormai ad alto rischio perché la Commissione europea ha posto come condizione al London stock exchange di cedere un asset strategico come la piattaforma di Borsa italiana per la contrattazione dei titoli di stato (ricordiamo che Piazza Affari è controllata dal London stock exchange). Questa piattaforma si chiama Mts ed è una delle più importanti al mondo per lo scambio di titoli di stato per un controvalore di quasi 100 miliardi di euro al giorno (di cui una buona parte relativo ai Btp italiani).

PUÒ SALTARE TUTTO. Ora, a quanto pare, Londra si oppone alla richiesta di cedere Mts (basti pensare che questa contribuisce per oltre un quarto ai ricavi del London stack exchange) dopo aver accettato invece di vendere le attività collegate al mercato del Clearing (derivati) gestite direttamente dalla City attraverso la Lch. A questo punto però le nozze con Francoforte (una fusione da 13 miliardi di euro), con l’obiettivo di dare vita al più grande mercato finanziario di Europa, rischiano di andare in fumo rimettendo in discussione tutto. Secondo l’avvocato Bepi Pezzulli, presidente del gruppo di lavoro Select che ha promosso il progetto per la nascita di un distretto finanziario a Milano, questa sarebbe una notizia più che positiva per l’Italia.

EURODISTRETTO A MILANO. E spiega perché: «Quando nel 2007, il London stock exchange group acquisì Borsa Italiana, l’asset strategico non era la borsa di Milano (basti pensare che tutto il listino capitalizza 380 miliardi, quanto la sola Exxon), bensì Mts, Cassa di Compensazione e Garanzia, e Monte Titoli, cioè l’infrastruttura del mercato». Questo perché «il mercato dei titoli di stato e il clearing hanno la funzione di consentire la gestione del rischio sistemico e lo sviluppo del mercato bancario. Attività, che per intenderci, hanno la stessa valenza strategica di settori quali difesa ed energia».
Va detto che Select Milano, ha sostenuto fin da tempi non sospetti che essendo l’infrastruttura di mercato italiana nelle mani dell’Lse, esiste un incentivo a trasferire il mercato dell’Eurocleaning a Milano, che, a differenza di Francoforte e Parigi, non compete contro Londra e non ne minaccia il ruolo. «Milano è al contrario complementare con Londra e può fornirgli una piattaforma nell’eurozona per risolvere il tema Brexit», afferma Pezzulli, secondo il quale emerge con chiarezza la direzione degli eventi: Londra mercato globale, Milano mercato regionale. L’Eurodistretto a Milano è forse oggi un passo più vicino.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download